"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Torino | Corso Inghilterra, ok per la sistemazione post lavori passante ferroviario

La Giunta Comunale ha approvato il 30 aprile 2013 il progetto definitivo di sistemazione della copertura del passante ferroviario sull’asse di corso Inghilterra tra corso Vittorio Emanuele II e via Grassi, di fronte alla nuova stazione di Porta Susa: si tratta di uno dei lotti (ne sono previsti altri 3) del completamento del viale della Spina fino a corso Grosseto, circa 4 chilometri di nuovo boulevard cittadino.
Il progetto prevede per questo lotto l’utilizzo di soluzioni simili a quelle già adottate per il tratto del viale realizzato negli anni scorsi tra largo Orbassano e corso Vittorio Emanuele, introducendo alcune modifiche quali il mantenimento dei filari di platani di corso Inghilterra e l’eliminazione della pavimentazione in acciottolato sui controviali.
La spesa complessiva prevista per la sistemazione di questo tratto della copertura del passante ammonta a 4 milioni e 700 mila euro: la stima per tutti i 4 chilometri di viale fino a corso Grosseto, a seconda delle soluzioni che si sceglieranno, oscilla tra i 34 ed i 52 milioni. (e.v.)

Fonte: comunicato stampa del Comune di Torino del 30/4/2013

L’attuale ristretto corso Inghilterra
visto da corso Vittorio Emanuele II

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.