Milano | Porta Vittoria – La striscia verde abbandonata

2014-02-15 Vittoria 3

Il quartiere di Porta Vittoria è da decenni un cantiere infinito. Eliminata la stazione ferroviaria negli anni Ottanta, l’area è stata sottoposta ad un processo di trasformazione così lento che oggi ancora non si è concluso. Questo senso di incertezza lo si avverte un po’ ovunque e sembra quasi di trovarsi in una zona degradata che attende una riqualificazione che mai arriverà.
Abbiamo recentemente percorso la parte più a est del vecchio selciato ferroviario, oggi un prato delimitato da entrambi i lati lunghi da Via Monte Ortigara, nome che ricorda una sanguinosa battaglia in provincia di Vicenza durante la Prima guerra mondiale. Un progetto del lontano 2001 prevedeva campi da tennis, calcetto e altre strutture sportive. Ancora oggi questo fazzoletto di terra è ancora un prato senza alcun sapore e interdetto all’accesso. La pista ciclabile, molto bella, si interrompe bruscamente proprio dove curva la via per connettersi con Via Piranesi e il resto del quartiere. Sarebbe gran cosa se qui si creasse un grande spazio verde che, collegandosi con il parco di Largo Marinai d’Italia e partendo dal centro conducesse, con percorsi ciclopedonali, fino alla periferia.

Porta Vittoria

 

P.I.I. PORTA VITTORIA planivolumetrico
P.I.I. PORTA VITTORIA planivolumetrico con l’area sportiva e i campi da tennis
Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Lascia un commento