"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Metropolitana di Catania, la svolta è vicina

La Ferrovia Circumetnea non ha mai brillato per comunicazioni e aggiornamenti circa lo stato di avanzamento dei lavori di estensione della linea metropolitana. Tuttora ne è prova l’assenza, nel sito ufficiale, di una sezione apposita. Per questo motivo, il 22 aprile 2015 è una data che può definirsi storica, non solo per l’abbattimento -fondamentale e atteso da quasi un decennio- del diaframma del cosiddetto “nodo Fastweb”, ma anche perché in maniera finalmente esaustiva e con tanto  di visite nei cantieri è stato descritto dettagliatamente lo stato delle opere in corso e sono state comunicate le tappe del cronoprogramma per la realizzazione dell’intera linea metropolitana da Misterbianco all’aeroporto di Catania Fontanarossa, passando per il centro della città.

Ecco quanto emerso e che cerchiamo, qui, di riportare in modo chiaro.

Situazione attuale: linea Borgo-Porto

La linea in esercizio è lunga 3,8 km, di cui 2 interrati e a doppio binario (Borgo-Galatea) e 1,8 in superficie a binario unico (Galatea-Porto). È così articolata:

  • Borgo
  • Giuffrida
  • Italia
  • Galatea
  • Stazione Centrale FS
  • Porto

Giugno 2016: Apertura tratte Nesima-Borgo e Galatea-Stesicoro

A fine giugno 2016 è prevista l’apertura al pubblico delle tratte Nesima-Borgo e Galatea-Giovanni XXIII.
Questo significa che ai 3,8 km della Borgo-Porto, già in esercizio, si aggiungeranno i 3 km della Borgo-Nesima e altri 1,9 km della Galatea-Stesicoro (900 metri Galatea-Giovanni XXIII, 1 km il tratto rimanente), per un totale di 8,8 km: più del doppio del tracciato attuale, passando dalle attuali 6 stazioni a ben 12. È bene ricordare che questo assetto comprende la diramazione di superficie, l’unica a binario unico, tra Galatea e Porto, della lunghezza di 1,8 km. Pertanto la linea diretta, interrata e a doppio binario, del collegamento Nesima-Stesicoro, consterà di 10 stazioni lungo circa 7 km, così articolata:

  • Nesima (Parcheggio scambiatore + AMT + FCE)
  • San Nullo
  • Cibali
  • Milo (Cittadella Universitaria)
  • Borgo
  • Giuffrida
  • Italia
  • Galatea
  • Giovanni XXIII 
  • Stesicoro
a cui si aggiunge la diramazione di 1,8 km:
  • Galatea
  • Stazione Centrale FS
  • Porto

Questa linea rappresenterà la tanto attesa svolta per la metropolitana cittadina, visto che collegherà la zona della circonvallazione ovest con il centro storico.

2018: Apertura tratta Nesima-Monte Po

La tratta Nesima-Fontana si estenderà per 1,7 km e comprenderà due nuove stazioni in direzione Misterbianco: Fontana e Monte Po.

  • Monte Po
  • Fontana (Ospedale Garibaldi Nuovo)
  • Nesima
L’approvazione del progetto esecutivo all’impresa aggiudicataria è prevista per l’estate di quest’anno, a partire dalla quale scatteranno i 600 giorni per l’ultimazione dei lavori che pertanto, salvo imprevisti, avverrà entro il 2017. Nel 2018, quindi, con buona probabilità, la tratta potrà essere aperta all’esercizio.

2018: Possibile apertura tratta Stesicoro-Palestro

La tratta Stesicoro-Palestro comprenderà tre nuove stazioni e si estenderà per 2,2 km:

  • Stesicoro
  • San Domenico
  • Vittorio Emanuele (Ospedale)
  • Palestro
Anche in questo caso l’approvazione del progetto esecutivo all’impresa aggiudicataria è prevista entro quest’estate e, successivamente, scatteranno 570 giorni per l’ultimazione dei lavori. Tuttavia va precisato che, allo stato attuale, il finanziamento copre solo le opere civili e non il completamento delle stazioni, delle rifiniture, degli impianti e dell’armamento. L’apertura al pubblico nel 2018, quindi, potrà essere rispettata se, contestualmente all’avvio dei lavori, la Ferrovia Circumetnea riceverà i fondi necessari per avere l’intera tratta funzionale. 
2022: Possibile apertura tratte Nesima-Misterbianco e Palestro-Aeroporto Fontanarossa.
Le rimanenti tratte, rispettivamente di 2,1 km e 4,6 km, sono attualmente prive di finanziamento. Tuttavia dispongono già di tutte le autorizzazioni necessarie e pertanto la Ferrovia Circumetnea, non appena saranno accessibili le risorse economiche, comprese quelle della Comunità Europea gestite dalla Regione Siciliana, sarà già in grado di bandire le gare d’appalto. Una previsione ottimistica ma possibile, quindi, attesta al 2022 il completamento dell’intera linea da Misterbianco all’Aeroporto di Fontanarossa, che sarà così articolata su 19,4 km:
  • Misterbianco centro
  • Misterbianco zona industriale
  • Monte Po
  • Fontana
  • Nesima
  • San Nullo
  • Cibali
  • Milo 
  • Borgo
  • Giuffrida
  • Italia
  • Galatea
    • Stazione Centrale FS
    • Porto
  • Giovanni XXIII 
  • Stesicoro
  • San Domenico
  • Vittorio Emanuele 
  • Palestro
  • San Leone
  • Verrazzano
  • Librino
  • Santa Maria Goretti
  • Aeroporto Fontanarossa



La linea elettrificata e a doppio binario raggiungerà, successivamente, Paternò e proseguirà poi, a binario unico, sino ad Adrano. Si ventila anche l’ipotesi della sua automatizzazione, mentre l’amministrazione comunale e l’Università degli Studi di Catania hanno già cominciato a studiare come collegare la stazione Milo della metropolitana alla zona della città immediatamente a nord, che comprende, in primis, la cittadella universitaria.

C’è da augurarsi, quindi, che la Circumetnea riceva i finanziamenti previsti entro circa un paio d’anni per poter rispettare i tempi sin qui enunciati e anche, naturalmente, che non ci siano imprevisti. Purtroppo la storia recente insegna che questi sono sempre in agguato, come il fallimento di un’impresa (vedi il caso Sigenco) o inattesi ostacoli di natura tecnica (vedi il cedimento alla circonvallazione o, soprattutto, il nodo Fastweb). Da questo punto di vista la tratta Stesicoro-Palestro, lambendo la città antica, potrebbe riservare qualche sorpresa ma auspichiamo che, come a Napoli (dove però ci sono stati ritardi anche notevoli), eventuali interferenze archeologiche possano essere superate salvaguardando sia la realizzazione della metropolitana che la protezione e valorizzazione di eventuali reperti.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


One thought on “Metropolitana di Catania, la svolta è vicina

  1. pittbull

    Sono lampedusano , vivo con moglie e figli a Milano dagli anni ottanta e chiedo ai milanesi che sempre sputato hanno su noi a leggere questo articolo Con tutti i selvaggi incivili che si tengono a Milano , noi gli bagneremo il naso . E tutti i negri che quasi gli baciano mani e piedi , una ‘ città ‘ africana oramai la fanno diventare , se continuano così andranno a dorso di cammello ! Il minareto , le moschee sono pieni già ….. Milano e’mmedda !!.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.