"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Il padiglione del Brasile Expo si trasferisce al FOOF di Mondragone.

La notizia è appena apparsa sulla pagina facebook del FOOF, il museo del cane sito sul litorale Domizio, nel comune di Mondragone in provincia di Caserta. Se lo sono aggiudicati i gestori del primo e solo museo Italiano dedicato agli amici a quatto zampe. Finito all’asta dopo il termine dell’Expo, il padiglione del Brasile sarà trasportato e montato in forma permanente nella cittadina Casertana. Come si legge dal comunicato apparso su facebook, sarà pronto entro il prossimo primo di maggio.

Il comunicato dalla pagina Facebook del FOOF

IL PADIGLIONE BRASILE DELL’EXPO TROVERA’ NUOVA VITA AL FOOF, SARA’ TRASFERITO A MONDRAGONE NELLE PROSSIME SETTIMANE.
All’EXPO di Milano il padiglione del Brasile era quello che più mi era piaciuto, infatti ha ricevuto il premio World Architecture Festival 2015 nella categoria Display, ha avuto la menzione speciale Premio internazionale Le Architetture dei Padiglioni di EXPO MILANO 2015 e nella votazione fatta dai visitatori dell’EXPO si è posizionato al secondo posto. Una straordinaria opera di architettura contemporanea curata dal gruppo di progettazione Arthur Casas, Atelier Marko Brajovic e Studio Mosae. E’ stato tra i padiglioni più visitati con 5 milioni e 300 mila visitatori. Chi c’è stato lo ricorderà per le interminabili file.
Questo padiglione non ritornerà in Brasile e non resterà nemmeno a Milano, sono felice di annunciarvi che entro il 1° maggio diventerà parte integrante della struttura Foof di Mondragone. Ieri ce lo siamo aggiudicati e nei prossimi giorni sarà smontato per essere trasferito al museo del cane.
Il padiglione verrà inserito nell’area tematica Foof, senza essere snaturato: la rete sospesa, punto focale del progetto di allestimento, che rappresenta la fitta anatomia idrografica brasiliana e il mix di culture e tradizioni che vivono nel Paese, sarà un percorso aereo a disposizione di adulti e bambini, dall’alto del quale potranno osservare i cluster contenenti riso, caffè, cacao e frutta e le attività che si svolgeranno nelle aree mobility sottostanti, dedicate all’interazione tra cane e padrone.
Un’ installazione permanente trasformata in un percorso esperienziale per adulti, bambini e cani ma anche un simbolo di rinnovamento, crescita e apertura culturale, artistica e turistica, per il territorio del litorale Domitio, a cui il progetto Foof è strettamente legato. Un tentativo di portare al sud un simbolo dell’Expo, evento di grande importanza per l’Italia intera, del quale il sud Italia ha però vissuto meno la componente di entusiasmo e multiculturalità, che ha pervaso Milano nei mesi della manifestazione.

esterno-del-museo

il FOOF

foof-museo-del-cane

12697153_1179987215352807_1248283866615155692_o

Padiglione del Brasile durante Expò

12615522_1179987582019437_801971294923098000_o

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.