"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Navigli – Quelle rotaie pericolose in Ripa di Porta Ticinese

Non vogliamo gufare, ma temiamo che prima o poi qualcuno possa infortunarsi inciampando, perché lungo la Ripa di Porta Ticinese, nell’area diventata pedonale più recentemente, scorrono ancora le vecchie e ormai inutili rotaie dei tram. Sappiamo che il Comune ha sistemato la ripa da viale Gorizia sino a via Pasquale Paoli, sostituendo i binari del tram con dei blocchi di granito livellando l’intero pavimento della via ora pedonale. Naturalmente per sistemare questo tratto sarà necessario un altro appalto, visto che è stato pedonalizzato solo lo scorso anno, ma se non verrà effettuato un rapido intervento presto qualcuno potrebbe inciampare sulle rotaie sporgenti. In alcuni punti il binario fuoriesce dal livello stradale di oltre due/tre centimetri, il che non è poco.

2016-09-14_ripa_rotaie_pedonale_1 2016-09-14_ripa_rotaie_pedonale_2 2016-09-14_ripa_rotaie_pedonale_3 2016-09-14_ripa_rotaie_pedonale_42016-09-19_ripa_ticinese_rotaie_2 2016-09-14_ripa_rotaie_pedonale_5 2016-09-14_ripa_rotaie_pedonale_6

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


5 thoughts on “Milano | Navigli – Quelle rotaie pericolose in Ripa di Porta Ticinese

  1. robertoq

    Niente da dire…giustissimo.

    Però ci son decine e decine di altri marciapiedi in zone meno fighe dove gli anziani passano e inciampano veramente e che son conciati ben peggio.

    Se il Comune trova uno sponsor per sistemare il pezzetto finale della Ripa son contento, ma se usa i pochi soldi che ha per dare ancora una volta la priorità all’ennesima zona figa/centrale/movida a scapito del resto della città più periferica…allora auguro (affettuosamente) all’Assessore competente di fare la fine di Maria Antonietta (quella che alla gente affamata che non aveva il pane voleva dare le brioche)

  2. Renato S.

    Secondo me anche le pavimentazioni delle strade sono storia della città. Quindi con buona pace di antinfortunistica e ben pensanti, l’alzaia va lasciata così.
    Se proprio il Comune ha paura che qualcuno faccia causa, metta un bel cartello “guardate dove mettete i piedi”.
    Sono almeno 100 anni che lì ci sono i binari. È più importante che “abbellire” e “recuperare”.

  3. Fabietto

    storia della città o meno, il pavè dovrebbe essere manutenuto se si decide di conservarlo! Non si può pensare di mantenere delle situazioni di pericolo mettendo un cartello con scritto “strada dissestata 30km/h” come già da molti avviene in Ripa di Porta Ticinese, con blocchi sconnessi e dislivelli anche 10,15 cm… Stiamo parlando dei binari sulla zona pedonale e non guardiamo la strada percorsa ogni giorno da migliaia di auto, bici, moto e pedoni… Questa sì che non è accettabile (con la Polizia municipale che frequenta moltissimo la zona senza probabilmente mai segnalare la situazione incredibile)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.