"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bicocca – Il rinnovo per Viale Sarca 235

2016-12-07_bicocca_sarca_0

Come avevamo potuto già osservare, anche alla Bicocca, un po’ come a Porta Nuova, c’è in corso una riqualificazione di molti edifici, soprattutto quelli costruiti negli anni Ottanta/Novanta (questo in particolare è stato realizzato nel 1992) e che hanno bisogno di un rinnovo totale. Rivestiti in Alucobond grigio, tipico proprio di quelli anni caratterizzava la vetrata continua a fasce. L’edificio faceva parte della serie di palazzi per uffici progettati dall’Ingegner Vittore Ceretti tra il 1985 e il 1992 lungo un tratto di viale Sarca e viale Fulvio Testi.2014_bicocca_viale_sarca_235

Ed ecco la splendida soluzione adottata da BMS dove, pur mantenendo le stesse forme con gli angoli stondati, ma con la facciata più leggera completamente in vetro.

2016-12-07_bicocca_sarca_1 2016-12-07_bicocca_sarca_2 2016-12-07_bicocca_sarca_3 2016-12-07_bicocca_sarca_4

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


2 thoughts on “Milano | Bicocca – Il rinnovo per Viale Sarca 235

  1. Paolo

    Il post, come sempre, è molto interessante. Belle le foto, certamente pregevole l’edificio originale, ma effettivamente il ‘rivestimento’ gli dava troppo quell’aria ‘industriale’ piuttosto vecchieggiante. L’attuale riqualificazione ha valorizzato a mio parere l’edificio.
    P.S. (che vorrei solo sussurrare ma purtroppo non è possibile): perché, per la premura di scrivere, sovente non vi accorgete di fare e/o modificare delle frasi che poi non stanno più in piedi? (‘… ed ecco la splendida soluzione …’).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.