"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Roma – Vandalizzato il Colosseo

La scritta con una bomboletta spray su una colonna del Colosseo, Roma, 16 gennaio 2017. ANSA/ CLAUDIO PERI

La scritta con una bomboletta spray su una colonna del Colosseo, Roma, 16 gennaio 2017. ANSA/ CLAUDIO PERI

Vogliamo dare un premio a questi due bravi ragazzi?

Da la Repubblica: Due scritte con vernice nera sono state trovate oggi su un pilastro del Colosseo, dal lato dell’ingresso della metropolitana. Sulla semicolonna è stato scritto “Balto” e “Morte”. Sulla vicenda sono in corso indagini del commissariato di polizia Celio. Gli investigatori stanno vagliando le telecamere di videosorveglianza per risalire al responsabile dell’atto vandalico. La scorsa notte, sempre all’anfiteatro Flavio, due turisti brasiliani hanno scavalcato una cancellata e uno è rimasto ferito gravemente dopo un volo di circa 4 metri. Secondo quanto si è appreso, i due episodi al momento non sembrerebbero essere collegati.

Oramai non punire più chi imbratta qualsiasi muro porta questi imbrattamuri a permettersi di vandalizzare tutto, compresi monumenti millenari. Ci vorrebbero pene più severe e ogni muro ripulito il prima possibile.

2017-01-16_Vandali_Colosseo_Roma_3 2017-01-16_Vandali_Colosseo_Roma_4 2017-01-16_Vandali_Colosseo_Roma_5

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


One thought on “Roma – Vandalizzato il Colosseo

  1. Claudio K.

    Volendo vedere il bicchiere mezzo pieno, spero che l’avere colpito un momumento così emblematico almeno spinga finalmente a inasprire le pene contro un fenomeno la cui portata antisociale viene, a mio parere, ampiamente sottovalutata: i tagger vandalici si rendono spesso protagonisti anche di altri comportamenti dannosi quando non proprio delinquenziali (pensiamo alla crew WCA di Milano i cui membri sono stati arrestati per spaccio di droga…)

    Resta il problema della prevenzione: a quanto pare entrare abusivamente in un monumento è facilissimo, perfino al Colosseo… invece di un tagger con una bomboletta poteva essere un terrorista con una bomba… vera…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.