"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Lambrate – Via Rodano, aggiornamento marzo

Via Rodano e via Predil sono due vie che costeggiano la massicciata della ferrovia a Lambrate e uniscono Via Rombon con Viale delle Rimembranze di Lambrate. Ancora qualche ritocco e forse ci siamo con la fine dei lavori per la riqualificazione, o forse meglio, la realizzazione di via Rodano, visto che fino a quindicina fa non esisteva o quasi.

Qui la storia della via.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


6 thoughts on “Milano | Lambrate – Via Rodano, aggiornamento marzo

  1. Anonimo

    Tempi biblici. Impossibile impiegarci anni a fare pochi metri di strada!
    Che almeno si sveglino ad aprire e sbaraccare tutto prima del Salone del Mobile che in zona Lambrate sarà meta di moltissimi turisti.

    Segnalo poi lo stato pietoso dove partono i bus da Piazza Monte Titano, il Comune non può almeno sistemare le buche che sono ormai voragini? In questa città la manutenzione è davvero carente

  2. bis bald

    bellissimo intervento, basic ma che restituisce una parte civile , tolta al degrado assoluto. ottimo
    PS ci vorrebbe un po di quel catrame rosso anche nella pista ciclabile lasciata a se stessa all altra parte di milano in via Caprilli, quella che porta a san siro ;=) ciao

  3. Marco

    Io (premesso che sono sempre contro il mezzo privato) ne avrei approfittato per creare parcheggi a spina di pesce (ce ne starebbero il doppio) e riorganizzato il parcheggio pulmann e auto (ammassati alla rinfusa), mettendo anche alberi a divisione. Una cosa simile a quanto fatto fuori dalla stazione di Segrate.
    Così continua a non esserci il Kiss and Ride e ho la vaga impressione che quella ciclabile verrà invasa da auto.

  4. Enrico

    Non si capisce per quale motivo hanno finito i lavori da mesi ma è tutto recintato così non è possibile usufruire dei parcheggi, del marciapiede, della pista ciclabile, non si può attraversare la strada… Forse qualcuno non sta pagando i lavori? senza parole… e ci sono delle recinzioni pericoloso perchè i pedoni passano attraverso andando in stazione a piedi e rischiano di farsi male con il filo di ferro ad altezza del collo che di sera non si vede…

    1. Giovanni

      questo cantiere è sempre stato così.
      hanno impiegato 2 settimane (!!!) per la segnaletica orizzontale. ogni 3 giorni dipingevano al massimo 100/150 mt di strisce. stamattina ho visto che hanno completato anche l’ultimo pezzo (striscia sul lato sinistro di via predil… la destra l’avevano già fatta in due puntate la settimana scorsa) che non avevano ancora fatto.
      ma il comune non sorveglia? a meno che l’impresa sia pagata a giornate e allora ha tutto l’interesse per dilatare così abnormemente i tempi di lavoro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.