"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Lampugnano – Il terminal dei bus inclassificabile

articolo prodotto per Urbanfile e http://www.affaritaliani.it/Milano

Lo scorso anno sembrava che il Comune avesse finalmente varato un provvedimento per la riqualificazione della stazione degli autobus di Lampugnano ma, purtroppo, la situazione dell’unico “Bus Terminal” milanese rimane quella che testimoniano le nostre foto e quelle che ci sono state inviate dai nostri lettori.

Sporcizia, sciatteria, cartelli inesistenti, cartelli storti e degrado diffuso.

Sembra proprio che Milano non sia mai stata capace di creare una vera e unica stazione per le linee extraurbane.

Lampugnano ad oggi è l’unico capolinea utilizzato da compagnie di bus granturismo che collegano Milano con numerose destinazioni italiane ed europee, in continua crescita grazie al successo di alcune compagnie nate negli ultimi anni.

La stazione venne creata nei primi anni 2000 (dismettendo una precedente autostazione posizionata di fronte a Garibaldi FS) posizionando degli stalli e delle pensiline nello spazio retrostante l’edificio di accesso alla metropolitana.

Da allora ben poco è stato fatto per rendere il posto una vera stazione degli autobus.

Col tempo poi, il degrado e la sciatteria di questo luogo hanno avuto il sopravvento: una biglietteria piuttosto dozzinale, cartellonistica inesistente e pannelli elettronici che dovrebbero segnare gli orari delle corse, ma che non vanno da così tanto tempo che la gente neanche li cerca più.

Il piazzale antistante, quello che dà su Via Giulio Natta, ha un grazioso giardinetto composto da aiuole e piante in fiore, ma è sempre luogo di bivacchi e questo agevola unicamente il transito veloce dei viaggiatori in arrivo o in partenza.

Il Bus Terminal di Lampugnano in pratica è un’ala unita da un porticato e da una galleria vetrata alla stazione metropolitana, nulla di più.

Una tettoia per coprire gli autobus realizzata visibilmente al risparmio poco più di un decennio fa e rimasta tale.

Eppure basta vedere altre città europee, grandi come Milano, che si sono dotate di vere e proprie stazioni per le autolinee, a volte realizzate da architetti importanti, come ad esempio a Lisbona.

Noi abbiamo raccolto alcuni esempi europei.

Il terminal costruito recentemente a Monaco di Baviera: una sorta di astronave dotata di servizi, di negozi e di una maggiore sicurezza.

Le gradevoli stazioni di Varsavia o di Amsterdam, per continuare.

Sempre lo scorso anno il Comune aveva pensato di realizzare a San Donato una vera stazione per i bus turistici, attrezzata al meglio per l’accoglienza dei passeggeri e in grado di offrire a milanesi e visitatori una nuova opportunità per i propri spostamenti, grazie anche alla contiguità con la fermata della metropolitana M3. Eppure, ad un anno di distanza, quest’idea  pare sparita da qualsiasi pensiero dei nostri governanti locali.

Non è il caso che Milano si doti di una vero Bus Terminal? E che, soprattutto, non lo lasci degradare.

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


8 thoughts on “Milano | Lampugnano – Il terminal dei bus inclassificabile

  1. Bruno

    Le volte che mi capita di prendere il bus, cerco di partire da San Donato se possibile, ma non tutte le tratte hanno questa disponibilità.

    Per rimanere in Italia basta andare a Bologna o a Napoli dove i terminal bus sono tenuti molto meglio di Milano.

  2. Davide V.

    Vogliamo parlare dei bus che partono per il sud dal piazzale dietro Lambrate oppure del modo indegno con cui vengono gestiti gli autobus che dalla stazione centrale vanno agli aeroporti?!

    Vergognoso.

  3. Anonimo

    È’ tutto degradato… Tutti zonzoni menefreghisti.. Gentle che bivacca, gente che urina, gente di passaggio che getta a terra carte e mozziconi.. Tutto questo non si cambia facendo un terminal nuovo ma cambiando la testa della gente e le regole con cui gli amministratori devono governare…

  4. CM

    un’altra autostazione? Per carità….
    Quanto inutile cemento servirà per capire che è solo questione di vigilanza e manutenzione??

  5. Renato S.

    Il vero bus terminal può essere benissimo questo, con collegamenti estremamente validi sia in termini di accessibilità autostradale sia di raggiungibilità da parte dei passeggeri. Per di più in posizione ragionevolmente conveniente sia per la fiera di Rho sia per San siro.

    Il problema è costruirne una gestione degna di tal nome con sala d’attesa, tabellone, bar, agenzia passeggeri ecc.

    Gli spazi ci sono e ci vorrebbe davvero poco per un salto di qualità, senza aggiungere altro catrame o cemento.

  6. -Ale-

    La stazione Lampugnano fa schifo, è imbarazzante e da milanese mi vergogno profondamente.
    E’ una stazione della metro, un parcheggio di interscambio ATM importante che serve chi arriva da Nord-Ovest e infine, anche il terminal dei bus. Nonostante l’importnaza è da almeno 15 anni abbandonata a se stessa. Imperdonabile!

    Io credo che un hub dei bus sia necessario, considerando anche la crescita di Flexibus (e simili) negli ultimi anni. La stazione bus potrebbe essere anche espansa (se necessario) considernado l’adiacente ex-PalaSharp, in attesa di demolizione.
    Comunque, bus o no, resta un luogo da riqualificare urgentemente.

  7. GR

    Tra le altre cose, per creare questa bellissima autostazione si è dismessa quella di Porta Garibaldi, realizzata verso la fine degli anni 90 e dismessa tra il 2004 e il 2006. Uno spreco assurdo.

    Basterebbe un po’ di vigilanza seria e magari una piccola ristrutturazione per avere una stazione accettabile. La posizione non è male, vicino alla Fiera e sulla linea M1.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.