"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Eventi: Food City, la settimana dedicata al cibo

Dal 4 all’11 maggio

Oltre 320 eventi per Milano Food City, la settimana dedicata al cibo e alla cultura della sana alimentazione. Comune di Milano, Confcommercio, Fiera Milano e Regione Lombardia, con diversi partner, tornano a scommettere sul grande patrimonio di Expo 2015, riportando i riflettori sul food e confermando così il ruolo del capoluogo lombardo come luogo privilegiato per la riflessione su questo vasto e importante tema e per la promozione della tradizione enogastronomica italiana.

 

Dal 4 all’11 maggio, allora, Milano sarà ancora una volta vetrina internazionale di grande attrattività, come nelle tradizionali settimane della moda e del design, con un tema che aspira a radicarsi con la stessa forza nel tessuto delle sue eccellenze,  e con un contenitore di incontri dedicato, fatto di show cooking, degustazioni e appuntamenti dove scoprire la cultura del gusto e della corretta alimentazione.

“Milano Food City – ha dichiarato il sindaco di Milano Giuseppe Sala – nasce dal desiderio di mettere a frutto quanto la città ha imparato e condiviso durante l’Esposizione Universale del 2015. Con la Carta di Milano e con il Milan Urban Food Policy Pact è stato preso un impegno importante: ridurre il disequilibrio nella distribuzione delle risorse alimentari. Una sfida che la nostra città intende portare avanti con la concretezza e l’entusiasmo che la caratterizzano. Per questo, abbiamo deciso di mettere a disposizione di tutti i cittadini e i turisti un ricco palinsesto di eventi con cui, allo stesso tempo, celebreremo il food in tutte le sue forme e declinazioni e alimenteremo il dibattito attorno al tema del diritto al cibo. E questo a cominciare già dall’appuntamento inaugurale del 3 maggio: un momento pubblico, aperto e solidale, che permetterà di raccogliere prodotti alimentari per le persone in difficoltà”.

 

“Con questa settimana – hanno spiegato gli assessori alle Attività produttive e Commercio, Cristina Tajani, e al Turismo e Qualità della Vita, Roberta Guaineri – riportiamo la cultura del cibo e della corretta alimentazione in città, promuovendo la valorizzazione di spazi, come i mercati coperti e angoli di vie di quotidiana frequentazione, che possono diventare luoghi di attrazione turistica al pari di quelli tradizionalmente visitati dai turisti. Attraverso Milano FoodCity – appuntamento che ci auguriamo diventi fisso nel calendario della città, arricchendo il palinsesto di offerte tematiche che, dalla moda al design, già sperimentano da tempo una forte risonanza internazionale – non solo veicoliamo il grande patrimonio gastronomico italiano, ma promuoviamo la città da punti di vista non scontati, per favorirne una scoperta più autentica, senza tralasciare la lotta allo spreco e l’attenzione ai più bisognosi”.

 

Ad aprire la Milano Food City, sarà un grande evento di condivisione, in programma il 3 maggio dalle 19:30 alle 23:00, concepito per sensibilizzare sul problema della fame e ispirato dai valori della solidarietà e della beneficenza. Una grande festa con musica, intrattenimento e dj set farà da contorno alla donazione di derrate alimentari da parte delle aziende che patrocinano l’evento a beneficio di Banco Alimentare, Caritas e Pane Quotidiano che provvederanno alla distribuzione. Il meccanismo di donazione si baserà sulla partecipazione collettiva e si concretizzerà con un sistema di bilance: sotto lo slogan ALL FOR FOOD! #piusiamoepiudoniamo, i cittadini saranno invitati da volontari che animeranno la piazza a pesarsi come preferiscono, a gruppi, a coppie, da soli; ad ogni pesata verrà corrisposta una quantità di cibo da donare.

 

L’evento si terrà presso la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, partner di FoodCity, che dal 3 al 10 maggio parteciperà con FOOD FOR ALL! Dalla Carta di Milano al cibo del futuro per tutti, una settimana di iniziative e esperienze culturali dedicate alla sfida globale del diritto al cibo. La partecipazione della Fondazione Giangiacomo Feltrinelli alla settimana prende le mosse dalla Carta di Milano e sviluppa i principi qui contenuti con una mostra, laboratori didattici, solutionslab, talk, serate con musica, teatro e reading; il tutto nella sede di viale Pasubio 5.

 

La settimana sarà animata dai contenuti di alcuni progetti di fondo, che si snoderanno per la città coinvolgendola in un grande racconto dedicato al cibo. A partire da Week&Food, palinsesto concepito da Fiera Milano come vero e proprio fuori salone dell’esposizione internazionale TUTTOFOOD, dedicata all’agroalimentare e di scena a Fieramilano dall’8 all’11 maggio. Il progetto porterà per la prima volta gli operatori fuori dai padiglioni per una serie di eventi aperti al grande pubblico di appassionati, cittadini e turisti. La proposta comprenderà show cooking, aperitivi a 5 stelle, circuiti esperienziali tra ristoranti, degustazioni e street food; il tutto diffuso tra numerose zone e location più di tendenza in città.

 

“TUTTOFOOD, Milano world food exhibition, giunta alla sua sesta edizione – dichiara Giustina Li Gobbi, Exhibition Director di TUTTOFOOD/Fiera Milano – si prepara a bissare i risultati record dell’edizione in contemporanea con EXPO: su 180mila mq lordi di superficie espositiva saranno presenti più di 2.850 espositori dei quali oltre 500 esteri (+10%), che incontreranno oltre 3.150 buyer profilati dall’Italia e dall’estero. Il ruolo della manifestazione come riferimento internazionale si conferma dunque ormai strutturale, forte di una formula che si evolve a ogni edizione aggiungendo nuovi settori, focalizzandosi sui segmenti e target a maggiore crescita e aggregando competenze specialistiche da tutto il mondo agroalimentare. Un vero e proprio polo che coniuga le opportunità commerciali con la condivisione delle conoscenze ai massimi livelli. Quest’anno infine ci sarà un must Week&Food, cuore del fuori salone ideato da TUTTOFOOD che, grazie alla collaborazione con Comune di Milano, Regione Lombardia e Confcommercio, si è ampliato fino a diventare Milano Food City, la prima food week della città.”.

 

Se Fiera Milano darà voce agli espositori e alle associazioni confindustriali e di categoria, Regione Lombardia porterà a Milano il circuito gastronomico dell’intero territorio e la settimana in diverse piazze di tutte le province. Con il progetto “Sapore in Lombardia”, la Regione attiverà una serie di iniziative, tra le quali “Sapore InLombardia LOUNGE”: da domenica 7 maggio a giovedì 11 maggio, dalle ore 19:30 alle 22:00, il Roses Restaurant – Rosa Grande Hotel ospiterà cinque serate in cui la Lombardia diventa protagonista attraverso i sapori, i colori e le eccellenze della sua enogastronomia tradizionale.

 

“Questa importante rassegna – ha commentato l’Assessore allo Sviluppo Economico di Regione Lombardia Mauro Parolini – rappresenta una grande occasione per accendere un ulteriore riflettore sulla grande offerta esperienziale che tutto il territorio regionale è in grado di esprimere sul tema del cibo. E per valorizzare questa opportunità Regione Lombardia, attraverso la nostra DMO Explora, promuove le grandi potenzialità del turismo enogastronomico attraverso una sorta di “Fuori Salone del gusto” a livello regionale. Una serie di eventi per entrare in contatto in maniera autentica e diretta con l’essenza e la storia della Lombardia e per far conoscere ad un mercato sempre più ampio ed esigente l’eccellenza che la ristorazione e le produzioni agricole, alimentari e vitivinicole continuano a creare tra tradizione e modernità”.

 

Oltre 200 eventi fra degustazioni, happy hours e show cooking diffusi sul territorio saranno promossi dal sistema Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza con FoodFriends. Gli operatori dell’agroalimentare, con le associazioni di via, gli operatori commerciali, i bar, i ristoranti, i locali serali, le torrefazioni, gli albergatori, le guide turistiche, le aziende produttrici, i negozi al dettaglio e la scuola di formazione del Capac Politecnico del commercio e del turismo (Viale Murillo,17), daranno vita ad una rete di iniziative che trasformeranno Milano in un grande laboratorio di sperimentazione di nuove tendenze e di nuovi saperi. Spazio a animazioni nei mercati comunali coperti di Wagner e Morsenchio e nelle vie Piero della Francesca, Paolo Sarpi e Vittor Pisani. Aperti al pubblico anche Palazzo Bovara (il Circolo del Commercio in corso Venezia 51) e il Casello Ovest di Porta Venezia (polo agroalimentare di Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza).

“FoodFriends, con i suoi eventi fuori salone diffusi sul territorio – spiega Giorgio Rapari, incaricato allo sviluppo associativo di Confcommercio Milano – rafforza l’attrattività di Milano come riferimento anche della filiera agroalimentare. Qualità, sostenibilità e solidarietà sono i tre temi su cui si sviluppa questa iniziativa nata nel contesto di Milano Food City. Siamo certi che sarà un debutto vincente. FoodFriends è un laboratorio di sperimentazione e tendenze dei nuovi saperi del gusto. Un contributo per fare di Milano una città sempre più globale”.

“Milano Food City – ha dichiarato Alberto Meomartini, vice presidente della Camera di commercio di Milano – è una iniziativa naturale nella città di Expo, alla cui realizzazione contribuiamo, accanto al Comune di Milano, anche come Camera di commercio. Stiamo infatti raccogliendo il contributo di imprese ed associazioni a questo evento, attraverso le iniziative di ciascuno nella settimana dedicata a cibo ed educazione alimentare”.

 

Per facilitare la fruizione degli eventi, è stata predisposta una piattaforma unica e georeferenziata degli appuntamenti consultabile alla pagina www.milanofoodcity.it e accessibile direttamente da smartphone, tablet e altri dispositivi.

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.