"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cascina Merlata – Immagini dal cantiere, parco e viabilità maggio 2017

Dopo aver visto la torre Citterio-Viel e i ponti pedonali per la passerella che porta a Arexpo, ecco il resto del cantiere di Cascina Merlata.

Abbiamo compiuto una specie di periplo del grande cantiere che include residenze e un grande parco centrale.

Partendo da via Gallarate, abbiamo percorso via Daimler, dove sulla destra troviamo il cantiere de LaCasaBella, edilizia convenzionata. Si tratta di un complesso formato da due blocchi, di cui uno sarà una torre di 15 piani.

Dopo la torre Citterio-Viel abbiamo fotografato la stupenda Via Pier Paolo Pasolini, ben arredata con pista ciclabile, alberature e marciapiedi in cubetti di porfido.

Alcune parti del parco sono ancora chiuse e cantierizzate, anche se all’apparenza sembrano già concluse.

A sinistra si trova invece l’edificio in costruzione del lotto R9, edificio che possiamo dire attualmente bloccato e che dovrebbe appartenere al blocco di case a residenza convenzionata.

Dietro a questo edificio in costruzione dal 2015, si trova il primo lotto costruito per l’evento dell’Esposizione Universale e utilizzato come Expo-Village per ospitare gli operatori dell’evento.

Dopo il ponte/passerella che serviva come ingresso a Expo 2015 di Cascina Merlata, costeggiamo i raccordi autostradali quasi tutti in trincea.

Proseguendo il nostro giro, ci imbattiamo nei lotti R1 e R2, dove durante Expo vi erano i parcheggi e ora sono iniziati gli scavi per le fondamenta delle residenze a mercato libero.

Qualche parcheggio è rimasto, verso il Cimitero Maggiore ed è stato sistemato.

Questa è la parte terminale e dove sorgevano i grandi parcheggi per Expo. Rimossi, è rimasta solo la vecchia ciminiera, che diventerà parte di un istituto scolastico ancora da edificare.

Seguono alcune foto scattate da Drewx alla nuova sezione di parco che si trova tra le appena ultimate residenze del lotto R4 che si affacciano su via Gallarate. Parco che come il tratto già aperto, sembra ben fatto e ben curato.

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


6 thoughts on “Milano | Cascina Merlata – Immagini dal cantiere, parco e viabilità maggio 2017

  1. -Ale-

    Se gli edifici che nella mappa sono in blu scuro non saranno realizzati, o almeno saranno diminuiti in numero e volumetrie, ci sono le premesse per un bel quartiere… altrimenti sarà un ammasso di cemento sovrapopolato, quindi di scarso volore e pessima vivibilità.

    Il nuovo parco (quello che costeggia la strada intorno al monumentale) invece è davvero ben fatto e non vedo l’ora che sia aperto.

    1. Anonimo

      Se non costruissero gli edifici in blu (cosa possibilissima visto che di appetito per case in edilizia libera in quella landa remota ce n’è pochissima), ci ritroveremmo con una specie di riedizione di Santa Giulia: progetto dimezzato, solo la parte in edilizia agevolata e convenzionata terminata, verde e servizi ridotti (per mancanza soldi) e soprattutto campo di patate al posto del monumentale Parco centrale. Con la speranza che un bel giorno arrivi qualcuno coi soldi a terminare il progetto.
      Santa Giulia, appunto…

      1. -Ale-

        Anonimo, ti devo correggere. Il parco è praticamante finito. Una parte era l’accesso al sito Expo (quindi già finita nel 2015) a partire dalla già ristrutturata Cascina Merlata. L’altra parte a fianco del cimitero (intorno alla ciminiera) è pressochè concluso e, come conferma UF, sembra ben fatto.

        1. Anonimo

          @Ale, se le costruzioni si fermano (cosa assai probabile visto che manco quelle iniziate riescono a finire) la zona rimarrà così come è adesso, campo di patate compreso (cioè la mia paura è che rimanga l’ennesima incompiuta e ne abbiamo abbastanza)

          1. -Ale-

            La mia viva speranza è che il pianio venga ridimensionato, riducendo dimensioni e numero di edifici, lasciando più spazio libero ed evitando l’effetto di palazzoni uno attaccato all’altro.

  2. ocia87

    Ma Ale, che problema c’è nella densità abitativa? Dovrebbe essere la norma, non come quella landa desolata che si trova a sud di Cascina Merlata, con palazzotti sparsi dove se si passeggia a piedi non si trova anima viva.
    Detto questo spero solo che le nuove costruzioni siano meglio di ciò che è stato fatto/è in realizzazione. Per ora vedo solo tanto squallore e grigiore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.