"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Scalo Romana – Cantiere Prada Giugno 2017

Come una sentinella rivestita da una corazza domina l’orizzonte la nuova sagoma della torre di Fondazione Prada al Vigentino. Il progetto di Rem Koolhaas per OMA prende forma e piano piano viene spacchettato rivelando le forme poco convenzionali di quest’edificio che sicuramente farà parlare di se per un bel po’. Di seguito alcune immagini della torre e del cantiere scattate in questi giorni.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


15 thoughts on “Milano | Scalo Romana – Cantiere Prada Giugno 2017

  1. Pierre

    Bellissimo progetto. Vivo nelle vicinanze. Fa bene all’intero quartiere. Un ottima opera di Koolhaas/OMA. Peccato che non hanno vinto il progetto della Bocconi.

  2. Anonimo

    Carino ma non mi fa impazzire. Secondo me fra 20 anni nessuno si ricorda piu’ nome dell’architetto e perche’ e’ nato (o piu’ probabilmente i nostri figli invocheranno il tritolo come noi facciamo con le cose anni 60 e 70)

    1. Massi Dicle

      Rem Koolhaas è uno dei più grandi architetti moderni. Soprattutto un grande intellettuale che ha scritto libri fondamentali, tipo Delirious New York o Junk Space. Ti assicuro che tra cento anni lo ricorderanno 😀

      1. Anonimo

        Ovviamente sappiamo tutti chi sia l’Architetto e cosa rappresenti lui per Prada e cosa Prada per lui. E lungi da me criticare l’uno o l’altro che meritano tutto il rispetto per quel che han fatto.

        E’ però vero che non tutte le ciambelle riescono col buco. E che 40 anni fa nessuno avrebbe pensato che Bernard Buffet potesse essere dimenticato così in fretta.

        1. Wf

          Quello che dici non è affatto vero.
          Ancora oggi tutti noi possiamo vedere allora del pranzo nei villaggi vacanze il personaggio che citi tu come viene ancora ricordato con spintoni e affetto (o affettati… ndr)

          1. Anonimo

            🙂 E’ bello che ci sia qualcuno che vede anche il lato leggero ed umoristico delle cose !

  3. Dado

    Parliamo della “Fondazione Prada”, e questo parallelepipedo non proprio aggrazziato è in pieno stile pradiano e va visto nell’insieme del progetto e del quartiere. E quindi è geniale. E come ogni intervento/prodotto firmato Prada, o si ama o si odia. Quanto basta per dire che non verrà affatto dimenticato nei prossimi decenni…

  4. Daniele

    Vorrei vederlo dal vivo nel constesto per dare un giudizio definitivo, da quello che vedo invece diciamo che non e’ amore a prima vista tuttaltro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.