"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centro Direzionale – Torre Galfa: aggiornamento a fine giugno 2017

Proseguono i lavori per la riqualificazione della iconica torre Galfa. Qui troverete tutti i nostri articoli su questo bellissimo edificio del 1959, che torna a vivere grazie a UnipolSai. Abbiamo cercato di fotografare al meglio le nuove scale che purtroppo devono essere istallate e che comprometteranno per sempre la struttura a parallelepipedo di vetro che era la torre progettata da Melchiorre Bega.

Grazie ad Andrea Pace possiamo vedere anche qualche immagine alla base della torre e delle nuove scale.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


44 thoughts on “Milano | Centro Direzionale – Torre Galfa: aggiornamento a fine giugno 2017

  1. Wf

    Che bella la torre Galfa.
    Mi aspetto molto dalla torre Galfa.
    (AD ESEMPIO che prenda vita e incominci a buttare giù un bel po di palazzoni grigi della zona insieme ai palazzi anni 60)

    1. Anonimo

      Hai ragioni wf, buttiamo giù i palazzoni grigi e costruiamo nuovi, più alti e moderni grattacieli. Vedi che quando vuoi sai essere propositivo…

  2. Wf

    La mangiatoia delle Ferrovie Nord: un decennio di nepotismo e consulenze d’oro ai danni dei pendolari

    In realtà, negli anni, Trenord e in generale la holding regionale che la controlla, Ferrovie Nord Milano, sono state foraggiate dalla politica a piene mani. Ma le società, al posto di pensare al benessere dei pendolari, sono state utilizzate come parcheggio per politici indagati, condannati o semplicemente trombati (tutti di Forza Italia, Lega e Comunione e Liberazione); o come bancomat per dirigenti che hanno pescato a piene mani dai fondi pubblici; o come pozzo infinito di consulenze per gli “amici”, tra i quali anche l’avvocato impegnato a difendere lo stesso Maroni. Tanto sotto il regno di Roberto Formigoni, quanto sotto quello dei “barbari sognanti” di Maroni, che era stato eletto, ramazza in mano, promettendo di fare piazza pulita del malcostume.
    … continua

    https://it.businessinsider.com/la-mangiatoia-delle-ferrovie-nord-nepotismo-e-consulenze-doro-ai-danni-dei-pendolari/

      1. Wf

        Le le trenord sono carri bestiame non è una cosa di interesse in una discussione di urbanistica la quale include anche la mobilità?

        Si parla di fattori urbani ma anche umani dellinefficienza di un sistema cittadino e di area allargata di mobilità.

        Se scompaiono i soldi c’è meno efficienza per il passante ad esempio,
        E ogni volta che parliamo di dover evitare di far entrare 800.000 auto a Milano con una tassa di ingresso parliamo anche di come funziona trenord.

        E se la gestione è inefficiente milano soffre perché le persone prendono l’auto per entrare a milano.

        Sufficiente come coerenza?

        1. Anonimo

          Posto che l’hai scritto in un articolo che parla della Torre Galfa, direi che sei abbastanza fuori strada (per rimanere in metafora di mobilità)

        2. Adriano

          Si è tutta colpa di trenord. L’unico operatore privato che fa funzionare minimamente o cmq meglio di qualsiasi altro in tutta italia.
          Meglio avere delle mazzette e avere qualcosa che avere le mazzette e non avere niente come in sud italia.
          Comunque il tuo commento è fuori contesto con l’articolo di urban file ed è fazioso contro chi ti sta antipatico come io sono fazioso nei confronti di quel p…a di Maran.

          1. Wf

            😁😁
            Hai visto Adriano che hai anche la,truppa…
            😁
            Ok, ma quindi trenord funziona benissimo e i pendolari sono tutti contenti e le regionali sono il fiore all’occhiello della Lombardia.
            I treni sono spaziosi, viaggiano tutti seduti comodi, con orari eccellenti.

            Questo mi volete fare credere?
            Ma veramente?
            Ma V E R A M E N T E?
            È meglio che vi attaccate alla scusa della ot.

            Poi l’articolo leggetelo che sono anche soldi vostri..
            Contenti voi di pagare…

          2. Anonimo

            @wf come al solito è questione di prospettiva: Trenord in generale ha un servizio molto migliorabile e talvolta tendente al deprimente e sciatto totale, ma ti sfido a trovarne in Italia uno migliore (pensa alle linee S) e dove si sprechino meno soldi.

            Un po’ come la nostra amata Milano: difficile trovare città migliori in Italia, ma deprimente e sciatta se paragonata ad altre città europee.

            Comunque il senso di infilare il link ad un articolo volutamente fazioso (il riassunto di tutte le vecchie storie poco edificanti di Trenord/Ferrovie Nord dalle origini a due anni fa…) all’interno di un articolo di UB sulla Torre Galfa, non lo capisco proprio neanche io.

        3. Anonimo

          Sciacquati la bocca o lavati le mani, prima di tastierare e discettare di sprechi di Formigoni, Maroni, Forza Italia, Lega e Comunione e Liberazione, Lombardia, Milano e Trenord che ti ricordo non hanno mai prodotto un euro di debito per l’Italia, ma solo utili, a differenza di altre zone d’Italia e dei giornali di queste zone come Respubblica che come te per anni hanno inventato menzogne su presunti sprechi della regione Lombardia quando altre regioni come Lazio, Toscana, Campania e le regioni del sud Italia hanno prodotto solo miliardi di debiti nella sanità, strutture fatiscenti nelle stesse, banche fallite, trasporti inefficienti, compagnie aeree fallite ecc. e nessuno li ha mai indagati, perchè la magistrxtura mAlanese indaga solo gli efficienti milanesi e lombardi che non fanno nemmeno un euro di debiti. Se le trenord sono in piccola parte carri bestiame è perchè in altre regioni d’Italia si sono fregati i soldi, tasse dei Lombardi e Milanesi, che dovevano andare a Trenord per comprare i treni. La cosa curiosa di tutti questi qua come wf che criticano per es. Formigoni sono i primi che poi, con la coda tra le gambe, usano l’efficiente sanità Lombarda, che è tale grazie ai vari Formigoni, Maroni, Forza Italia, Lega e Comunione e Liberazione.

          1. Anonimo

            Si si è vero, ho visto qui a Milano sul posto di lavoro molti dò sùdde che facevano battutine ad alta voce in ufficio su Formigoni e Maroni e le presunte ruberie propagandate dal giornale della menzogna Respublica. Mai sentiti commentare la situazione politica, la mafia, à camoùrra e i debiti dò sùdde. Stai certo che appena devono fare qualche esame si fiondano diretti con la coda tra le gambe in qualche struttura dell’efficente sanità lombarda di Formigoni, Maroni, Lega e Comunione e Liberazione.

    1. Anonimo

      Non capisco il senso di postare articoli che non han niente a che fare con il contesto.

      Comunque finita la campagna elettorale per le Amministrative a Monza e Sesto (e ci siam sciroppati fantascientifici progetti di metropolitane a gogo) adesso inizia quella per le Regionali (e bisogna distruggere qualsiasi cosa in cui la Regione abbia un qual minimo coinvolgimento).

      Bolso rito.

  3. antonio

    Giornalismo spazzatura? veramente il vecchio Presidente di Trenord ACHILLE è stato condannato perché aveva dato la macchina di servizio al figlio e costui pagava coi soldi delle ferrovie anche le multe che prendeva… Migliaia di euro. Per tacere dell’amministratore delegato Beisuz.
    Ora cosa centra con la torre galfa?
    C’entra. Perché il pendolare che verrà a MIlano a lavorare nella torre GALFA magari è arrabbiato perché è stato in piedi tutto il viaggio, litiga senza motivo col capoufficio che sbaglia le previsioni annuali, questo comporta una crisi della Società che fallisce e la Torre galfa vine abbandonata di nuovo alla mercè delle occupazioni.abusive.
    Tutto collegato!

    1. Adriano

      Aspetta fammi capire una torre che sarà Albergo/residenziale creerà problemi di pendolarismo? ci saranno al massimo una decina di dipendenti che lavoreranno li.
      Dai non farmi ridere.

      Per quanto riguarda la macchina pagata da noi, sai che spreco, se fossero tutti così gli sprechi/mazzette in italia, sarebbe il paese più sviluppato del mondo.
      Peccato che gli sprechi e le mazzette sono ben altre.
      E comunque ribadisco che non c’entra niente torre galfa con pendolarismo e trenord.

      1. Anonimo

        Secondo me era un commento ironico…

        Comunque guardate cosa succede a Bologna per colpa di Trenord!

        Bologna, in zona universitaria auto fermate nella notte. “2 euro o non passi”
        Il video girato domenica notte da uno dei soci del Cafè Paris di via Petroni, Rachid Daniane, mostra la difficile situazione in zona universitaria. “Sono stato bloccato attorno a mezzanotte, mentre passavo in automobile da piazza Rossini”, racconta. Quattro uomini, che Daniane descrive come “spacciatori della zona”, avrebbero fermato la sua auto all’altezza del Conservatorio, chiedendogli due euro per lasciarla passare. Una sorta di pizzo o di pedaggio abusivo. “Ho dato i due euro – spiega Daniane – poi ho accostato poco più avanti e mi sono fermato a fare il video mentre facevano la stessa scena con un’auto dietro di me. Questa situazione in zona universitaria non è più sostenibile. In tutto erano quattro uomini: uno stava davanti all’auto, impedendomi di passare e gli altri erano tutti attorno” a cura di CATERINA GIUSBERTI
        https://video.repubblica.it/edizione/bologna/bologna-in-zona-universitaria-auto-fermate-nella-notte-2-euro-o-non-passi/279683/280276

        1. Wf

          Visto che sei per l’illegalità e insieme sei d’accordo per la,tassa d’ingresso in città di 2 euro, Adriano, questo metodo Bologna è perfetto per te…
          😂😂😂😂

      2. Wf

        Non me lo aspettavo che proprio TU Adriano legalisti di destra, con parole d’ordine regole e sicurezza, proprio TU che vuoi far pagare una tassa di ingresso ai pendolari da una parte disprezzi il treno come mezzo per i pendolari dall’altra non condanni la corruzione, disprezzi la legalità, e sei per l’illegalità…

        Proprio tu no…
        Contro la,legge?
        Delusione

  4. Fake Adriano

    Caro Anonimo,
    io e te, come batman e robin sulla nostra auto fiammeggiante, unici a combattere comunisti e ciclisti! Siamo eroi, con il vento nei capelli… e le mani sul volante! Qui nessuno ci capisce, vieni con me sul blog di quattroruote!
    Love!

  5. Fabio

    Certo che la gente è davvero strana. Sta a indignarsi,incazzarsi, inveire contro cose che sono sì gravi ma poi per altre cose enormemente peggiori, niente di niente.
    Tutta sta indignazione per le mazzette di trenord (grave, ripeto) ma poi il fatto che le tasse che pagano i milanesi e i lombardi non rimangano sul territorio ma vadano al 40/45% a Roma, quello non indigna nessuno….
    La gravità relativa tra le 2 cose a essere ottimisti è di 1/100.
    Se Trenord “funziona male”, i treni sono vecchi, si viaggia in carro bestiame etc secondo voi è per le mazzette o soprattutto perché Milano può investire in queste cose una frazione di quello che potrebbe (e dovrebbe), se una percentuale assurda delle tasse pagate dai milanesi non andasse allo Stato?!

    Mi sembra quel vecchio detto : “Quando il saggio indica la luna, lo stolto guarda il dito”

  6. Fabio

    Comunque, dato che questo non è un blog di politica, tornando in tema…

    Che peccato mortale l’aggiunta del vano scale alla Galfa! !
    La sua bellezza stava proprio nell’eleganza e semplicità del parallelepipedo. Capisco che è per motivi di sicurezza, ma non c’era propio un altro modo??

  7. Adriano

    Non commento la demenza di Wf e dei suoi amichetti, fatevi un blog contro i populisti così avete risolto il problema dell’Italia..
    Ripeto smettila di mettere link ad articoli che non c’etrano niente con il post qui sopra.
    Grazie

  8. Anonimo

    Queste critiche a Trenord servono per distrarre l’opionione pubblica lombarda e per nascondere le decine di miliardi di euro di debiti della sanità laziale, campana, siciliana, della città di Roma, delle banche fallite della toscana, delle marche e dell’umbria, dei 600 milioni appena dati ad Alittalia la compagnia romana (dove ha sede Respublica), cui hanno appena regalato 600 milioni di euro a fondo perduto, dove nessun magistrxato, soprattutto màlanese, ha mai indagato di dove vanno a finire i soldi, cioè questi si fregano i soldi (nostri, li prendono dalle nostre tasche aumentando i pedaggi autostradali, le bollette, l’iva e le accise sui carburanti). Non è da escludere che stiano facendo tutto stò can can su trenord, con al comando del can can il giornale romanoide bizantinoide Respublica, perchè i bizantinoidi vogliono mettere le mani sui trasporti lombardi e milanesi, d’altronde i bizantinoidi non producendo neanche un euro di utile nelle loro regioni ma solo debiti, stanno cercando aziende che producano utili come quelle a Milano e Lombardia, così in futuro ci troveremo la burocrazia caciottara a gestire i nostri mezzi pubblici, per intenderci la stessa burocrazia caciottara che “non” gestisce i mezzi e tutto il resto a roma. D’altronde dove arrivano loro restano solo macerie, vedi l’Alfa Romeo azienda gloriosa milanese distrutta dai sindacati bizantinoidi che volevano trasferirla dalle parti di roma e al sùdde, con i risultati di vendita che tutti abbiamo visto negli ultimi 40 anni. Quando l’hanno saputo a Monaco di Baviera e a Stoccarda che l’Alfa chiudeva a Milano e andava a romma e al sùdde hanno festeggiato per un mese. D’altronde i bizantionoidi sono bravissimi a fare solo debiti con le aziende loro e a trasfomare gli utili in debiti delle aziende degli altri, tanto poi aumentano le tasse e il debito pubblico che poi noi ripianiamo con i nostri soldi.

    1. Anonimo

      Una cosa e’ sicura abbiamo zitti zitti barattato l’EMA con l’ok Europeo al salvataggio di Veneto Banca: a Lille e a Fracoforte brindano. Noi invece ci scanniamo per le spese personali con soldi publici di un funzionario di trenord (che ha pure reso il maltolto)….blah.

      1. Anonimo

        Non avrebbero mai trasferito qui a Milano la sede dell’EMA, a livello politico europeo l’Italia non conta nulla, la Lombardia e Milano ancora meno, considerando anche che tutti quelli che sono a Bruxelles a divertirsi e a farsi il giro a sbafo di tutti i ristoranti, bar e discoteche della città sono bizantinoidi, mentre i tedeschi si portano il panino da casa e mangiano sul lavoro, che consiste nel fare leggi europee ad hoc per la Germania, tanto ai bizantinoidi nùn gliè frèga nulla perchè se qualcosa va male aumentano il debito pubblico che ripianano poi i Lombardi e i Milanesi. E comunque tanto per essere sicuri che non arrivasse qui la sede dell’Ema la magistrxtura màlanese ha inquisito proprio ora che si deve decidere sulla sede il sindaco Sala, quando uno dei requisiti fondamentali per la sede è proprio la stabilità politica. E comunque della sede dell’EMA non ce ne può fregare di meno, quelle sono cose per città che vivono di sussidi statali come le GRANDI CAPITALI europee, delle GRANDI NAZIONI europee e dei GRANDI NAZIONALISMI europei. Ancora una volta ai piani alti hanno calato le brache di fronte ai GRANDI NAZIONALISMI europei.

  9. Enchanted Avenger

    E’ in giornate come queste che si sente la mancanza della moderazione in questo sito…

    comunque, visto che siamo in vena di OT:

    “ti sfido a trovarne in Italia uno migliore”….
    1) Ferrovia Trento-Malè
    2) Ferrovie SAD dell’Alto Adige
    3) TiLo (senza andare tanto lontano): basta metterci un 50% di svizzero e già c’è un abisso rispetto alla gestione ciellinoitaliota

    1. Anonimo

      Con un minimo di autocontrollo tipo non postare articoli chiaramente incendiari in contesti dove non ci azzeccano niente, su questo sito si vive benissimo anche senza miderazione.

      Comunque, visto che siamo in vena di OT, per trovare 3 esempi migliori delle ferrovie locali Lombarde devi andare 2 volte in Trentino Alto Adige (che grazie alla regione autonoma ha il triplo dei soldi) e una volta in Svizzera…

      Quindi se i ciellinolumbard ti stanno antipatici hai tutta la mia solidarieta’ e comprensione, ma tanto male Trenord non e’!

    2. Anonimo

      E’ arrivato il troll filotedesco… Proprio l’alto adige che si tiene tutte le tasse e non dà nulla a romma tanto per quello ci pensano i milanesi e i lombardi. Guarda fosse per me l’alto adige lo regalerei all’austria o alla germania, e penso anche se fosse per tutti i lombardi e milanesi, il problema sono i patetici bizantinoidi che per dire “sèmo imperiali” fanno di tutto per tenersi l’alto adige che ha il cuore in Germania e il portafoglio in Italia, nel senso che qui fa grandi affari non pagando tasse a romma e quindi con concorrenza sleale rispetto alle altre regioni del nord italiane. In Germania dovete ringraziare i bizantinoidi che danneggiano il Nord Italia, chi non vorrebbe degli “avversari” come i bizantinoidi, non vincono mai nulla, d’altronde il loro emblema è sempre stato Totti, “ammirato” e “stimato” da tutta Europa perchè non ha mai vinto nulla, tutti vorrebbero un avversario del genere.

      1. Fabio

        Guarda che hai capito male mi sa.
        Il problema dell’Italia non è certo l’Alto Adige, il problema dell’Italia sono ben altre regioni e questo Stato che ci ritroviamo.
        Vorrei ricordarti che l’alto Adige non prende un cent dallo Stato, semplicemente può tenere il 90% delle tasse che paga, cioè usa (e bene) tutti soldi suoi.
        La cosa vergognosa non è l’alto Adige ma uno Stato che prende il 40% da Lombardia, Veneto, etc…
        La cosa vergognosa sono regioni come Sicilia, Campania, etc che pagano 50 di tasse e ricevono il doppio dallo Stato.

    3. Fabio

      Guardacaso citi ferrovie di una regione che può tenersi il 90% delle tasse pagate dagli abitanti, contro il 60% neanche della Lombardia.
      Che forse sia questa la differenza principale e non CL (che è comunque un problema, ovviamente)?!?
      Mah chissà

  10. GArBa

    ma tutto questo, cosa diamine c’entra con la povera torre GalFa?
    continuando a usare i commenti come se fossero un forum una persona che volesse, per l’appunto, commentare il merito dell’articolo si perderebbe in un marasma di paroloni fuori luogo.

    io per esempio volevo esprimere delle considerazioni positive in merito alla sicurezza garantita dalle nuove scale, specie alla luce della nuova destinazione d’uso del palazzo

    ma mi è passata la voglia.

  11. Nicola

    Spero che urbanfile non diventi romafaschifo, dove è praticamente impossibile commentare un articolo senza troll, commenti fuori luogo e diatribe sterili tra nord e sud. Se l’Italia va male (parliamone, ottava economia al mondo..) è colpa di tutti gli italiani, persone spesso meschine, furbastre, cafone e di un’ignoranza disarmante.
    Mi aspetto molto dalla torre Gafla soprattutto per la riqualificazione degli spalzi comuni a terra. Per troppi anni le recinzioni del cantiere hanno creato una zona di sporcizia e degrado.

    1. Anonimo

      Si però smettiamola un po’ con questa ipocrisia del “è colpa di tutti gli italiani”. Ci sono alcuni che hanno più colpe degli altri.
      E “le diatribe Nord-Sud”, se si parla di cose serie come trasferimenti e tasse, sono tutt’altro che sterili.

      Condivido invece la tua paura che questo sito degeneri dalla sua vocazione originaria, di blog di architettura e urbanistica.

      Ma forse bisognerebbe prendersela con chi posta un commento che riguarda roba che niente c’entra con l’articolo, solo per scatenare flame politici…

  12. Wf

    Quindi dopo tutto questo abbaiare siete rimasti scandalizzati da dei semplici fatti, notizie e preferite non conoscere, non sapere se qualcuno ruba i vostri soldi9.

    E il peccato mortale sarebbe quello di portare a conoscenza vostra che i vostri amministratori rubano i soldi vostri.
    Preferite non saperlo e far finta che va tutto bene.
    E che i pendolari sono contentissimi de servizio dei treni.

    Ok,
    Allora per rispetto a questa richiesta la notizia che la pedemontana di Maroni sta fallendo NON la pubblico.
    Preferite non sapere.

    Parliamo solo del colore dei vagoni.
    Rispetto i vostri desideri.
    😂

    1. GArBa

      per come la vedo io, chi vuole pubblicare contenuti propri, non relazionati con il post del blog che in questo momento ci sta ospitando può innanzitutto provare a trasmettere il materiale che intende pubblicare agli amministratori del blog proponendo loro di pubblicare un post in tema; in caso di risposta negativa, per argomenti che esulano dagli scopi di questo sito, la rete offre a chiunque numerose altre valide tribune; altrimenti, pur in presenza di contenuti interessanti o meritevoli, è solo un approfittarsi dell’assenza di moderazione dei commenti.

      1. Wf

        In linea generale si pone un problema più ampio di libera espressione dell’opinione pubblica, etc etc (quindi non son tanto d’accordo con I PRINCIPI che sottendono al,tuo enunciato) COMUNQUE recepisco la buona fede il fastidio e cercherò di evitare argomenti divisivi..
        Chiudo polemica.
        Non vale la,pena arrabbiarsi.

        1. GArBa

          Un blog non è un luogo pubblico, quindi non vi è alcun diritto di libertà di espressione ed infatti molti blog usano la moderazione dei commenti. Se gli amministratori lo volessero potrebbero cancellare tutti i miei commenti adesso e io non potrei obiettare nulla. Sta a loro decidere ovviamente ma il sentimento di cui mi sono fatto ambasciatore è quello di chi legge un blog tematico e su quei temi si aspetta di discorrere, non su argomenti che, divisivi o meno e condivisibili o meno, non hanno attinenza col tema di cui si parla. Apri un blog su questi argomenti e lo leggerò volentieri.

          1. Wf

            Rispetto il tuo pensiero pur non condividendolo ma mi batterò sempre perché tu lo possa esprimere.
            Chiudo polemica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.