"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Nuova – Torre Unipol: novità sul verde nella torre

Sono stati pubblicati sul sito di Greencure.it i progetti dell’architetto Marilena Baggio per il verde che caratterizzerà la torre Unipol, progettata dallo studio Mario Cucinella Architects.

La torre Unipol è l’ultimo degli edifici che si realizzerà sull’area di Porta Nuova, ma è il primo che si affaccia su Via Melchiorre Gioia. “Una vela in legno, acciaio e vetro si distacca dal corpo dell’edificio per abbracciare l’ambiente circostante creando una piazza coperta dove interno ed esterno, privato e pubblico si fondono”. La torre possiede un sistema di spazi sospesi verdi per i diversi livelli interni si articola dal piano terra fino alla copertura, come un grande giardino d’inverno coperto ma aperto sulla città.
Il verde esterno, in coerenza con la vocazione urbana e imprenditoriale dell’area, interpreta il tema della scalinata scenografica che accompagna il passo del visitatore con un susseguirsi di episodi a verde di fioriere a diverse altezze spezzando la continuità della lunga scala. E’ la porta di ingresso dalla via di grande traffico all’asse di Porta Nuova e al contempo al parco tematico della Biblioteca degli Alberi.

Per il verde interno il paradigma culturale è la trilogia dei Canti descritta da Dante che con il livello +1 rappresenta il PARADISO, dai livelli +19-21 il PURGATORIO fino ai livelli +22-23 INFERNO con la grande serra. Questa visione nasce dall’idea di soddisfare delle esigenze tecniche di sviluppo del verde all’interno di uno spazio chiuso vetrato, accompagnando il visitatore o fruitore a godere appieno di uno spazio di lavoro, che è di benessere, con un verde che, oltre a svolgere una funzione estetica, è anche regolatore e ossigenatore della temperatura interna.

Alcune foto recenti dal cantiere scattate da Andre Pace. Abbiamo allegato anche due foto della scalinata quasi conclusa che affianca il palazzo di Coima.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


15 thoughts on “Milano | Porta Nuova – Torre Unipol: novità sul verde nella torre

  1. Anonimo

    Vedendo gli articoli e i commenti su questo sito stavo pensando…la mentalità italiana è davvero strana ormai.

    Articoli dove si parla di problemi, sempre pieni di commenti, o anche in articoli su cose positive, c’è sempre e comunque qualcuno che deve vedere in negativo o polemizzare.

    Poi articoli su cose bellissime come questo progetto della torre Unipol, neanche mezzo commento..mah…

    1. lorenzo lamas

      Hai ragione, e prendo spunto dal tuo commento per dire che il progetto sembra veramente molto bello e, personalmente, non vedo l’ora che sia realizzato.
      Spero inoltre che altri progetti di simile portata possano essere realizzati a Milano (anche in altre zone).

    2. Matt

      Facciamo il gruppo dei commentatori agli articoli positivi? Forse anche altra gente sarà invogliata ad apprezzare di più le cose belle

    3. Anonimo

      E’ anche vero che i commenti non sono “l’applausometro” e quindi se una cosa è palesemente bella forse leggere una sfilza di lodi sperticate alla lunga potrebbe risultare indigesto tanto più che la cosa fondamentale è l’articolo e non i vari commenti.

      I commenti critici invece qualche volta fan cadere le braccia, ma alcune volte fan vedere angoli cui non si era pensato (e nemmeno chi ha scritto l’articolo) quindi paradossalmente sono più stimolanti (anche se poi c’è un limite a tutto…)

      1. Anonimo

        È vero quello che dici ma mi sembra che ormai in Italia si esageri veramente.
        È vero che esistono i problemi ed è giusto discuterne, ma ormai c’è questo gusto per il lamento e la polemica continua davvero eccessivo.

        Sembra che si debba sempre e per forza vedere tutto in negativo.

        1. Anonimo

          Più che di “lamento e polemica” parlerei di polarizzazione e radicalizzazione delle opinioni e non è un problema solo “Italiano” quanto uno degli effetti collaterali di social network e facilità di connettersi, infatti c’è in tutto il mondo.

          In ogni caso trovo la qualità dei commenti sul sito di Urbanfile di livello molto ma molto migliore della media e soprattutto dei commenti agli stessi artcoli sul rilancio della pagina Facebook di UB: li si che è spesso solo lagna e frasette insulse a gogo (a parte le eccezioni, ovviamente…)

    4. Anonimo

      Adesso facciamo anche le discussioni sul numero dei commenti? Questo sito è abbastanza di nicchia e pubblica ogni giorno molti articoli. È normale che non sempre ci siano dei commenti, specie perché la maggior parte arrivano dalle stesse 3-4 persone (roberto, wf ecc..). Non c’è bisogno di scomodare il cliché della mentalità italiana.

      1. Anonimo

        Non hai capito.
        Non discuto il numero di commenti in generale o che su ogni articolo ci debbano essere commenti.

        Notavo che gli articoli meno o per nulla commentati sono quasi sempre quelli su progetti belli o cose “positive”.
        Quelli sui problemi e cose negative hanno sempre caterve di commenti.
        A me sembra una correlazione quantomeno curiosa. Poi sarò strano io ok…

      2. Wf

        Ecco giustissimo.
        È bene che anche voi siate più attivi, forza.
        Giusto anche commentare le cose positive.

        Poi se dobbiamo dirla tutta solo dopo che qualcuno lascia un primo commento si innesca la discussione.

        Fate più commenti positivi e scegliete un nickname.
        Coraggio

  2. -Ale-

    Progetto bellissimo! Non vedo l’ora di vederlo realizzato!

    …lo credo davvero, non lo scrivo per schernire il commento di anonimo, in fondo ha ragione!
    Ma concordo anche con chi dice che certi post a volte non sono commentati perchè sembra palesemente evidente la qualità del progetto\intervento.
    Non è solo pessimismo “malmostoso”, è anche pigrizia 🙂

  3. Anonimo

    Ma infatti io spero che sia come dici tu, che non siano commentati perchè è evidente la bellezza.

    E’ anche vero che che da sempre il negativo fa molto più rumore del positivo, ma la mia sensazione è che ormai in Italia si stia esagerando, rumore continuo da una parte e silenzio dall’altro. Di tutte le cose si vede e interessa solo la parte negativa.

    Penso che a volte sarebbe utile non dare per scontato ma esprimere apertamente un apprezzamento per le cose che lo meritano, altrimenti a forza di leggere sempre e solo lamentele si crea un clima davvero pesante e girano anche un po’ i co…

    Spero sia solo pigrizia come dici tu!! 😁

    1. -Ale-

      Concordo.
      E ammiro UF che offre un ottimo mix tra denuncie di degrado, info e “buone notize”. Equilibrato e puntuale.

      Ringraziamo chi questo blog lo porta avanti ogni giorno con grande qualità e passione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.