"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Volta – Aggiornamento parcheggio al Monumentale

Finalmente dopo mesi di stallo, sono partiti i lavori al cantiere per il parcheggio ipogeo che affaccia sul piazzale Cimitero Monumentale e tra le vie Bramante e Niccolini.

Nel frattempo sono comparsi i primi pilastri. Chissà se il progetto è rimasto questo, in nostro possesso ma che mostra ancora la primissima versione dell’Hotel, oggi decisamente migliorato (non che ci volesse molto).

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


5 thoughts on “Milano | Porta Volta – Aggiornamento parcheggio al Monumentale

      1. wf

        Se ti fai un giro più approfondito ti accorgerai che i parcheggi interrati di Milano sono sempre SEMIVUOTI.

        Ergo l problema non è che dobbiamo costruire parcehggi a go go che resteranno semivuoti.

        Ergo bisognerebbe pedonalizzare le strade insuperficie per riempirli un pò e spostare le auto che affollano i marciapiedi di SOPRA nei parcheggi di SOTTO.

        E’ martematico.

      2. Gombloddo

        Molti parcheggi sotterranei sono stati bloccati da bizantinoidi imbucati al Comune di Milano che avranno fatto tutti i loro calcoli malati e astrusi di aumento artificiale dei consumi cioè bloccare i parcheggi avrebbe aumentato il consumo di carburante (quelli che girano decine di minuti a cercare posteggio) e le multe (quelli che poi non trovandolo parcheggiano in divieto di sosta). Quello per es. sotto la Darsena sarebbe stato utilissimo per razionalizzare la sosta e in più ci avrebbero guadagnato tutti, lo stato bizantinoide, il Comune e i locali dal momento che i frequentatori della darsena soprattutto la sera avrebbero trovato facilmente parcheggio a un prezzo giusto anzichè girare intorno per decine di minuti per trovarne uno. Tra l’altro far si che soprattutto la sera si trovi facilmente parcheggio a Milano dove ci sono i locali conviene anche allo stato bizantinoide dal momento che attirerebbe più persone dall’hinterland quindi più accise sul carburante, più pedaggi autostradali, più multe per es. dell’autovelox sul cavalcavia del ghisallo,più consumazioni nei locali ecc. A Madrid dove ci sono le piazza principali sotto ci sono enormi posteggi. Se fai i posteggi sotterranei allora ci sta limitare la sosta lungo le strade altrimenti è solo un mezzo per aumentare gli ingorghi, l’entropia e il consumo di carburante, quindi l’accise. Ci vorrebbe un giusto mix, di giorno far si che la gente utilizzi soprattutto i mezzi pubblici e la sera l’auto, così sono contenti tutti: lo stxto morto dè fame pieno di debiti, il comune che è costretto a taglieggiare i Milanesi a causa dello stxto morto dè fame, i produttori di auto, i petrolieri, le società edili che costruiscono le metro e i parcheggi, i produttori di treni e mezzi pubblici, i gestori autostradali ecc.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.