"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Darsena – La guerra infinita con gli imbrattamuri e nuove tecniche pubblicitarie

Lo Spiderman sprayato e comparso qualche settimana fa in zona Duomo è comparso anche alla Darsena… che buffo. Forse si può ipotizzare che sia guerrilla marketing (sempre con questi termini internazionali, povero italiano) vista l’imminente uscita sugli schermi dei cinema del film dell’Uomo Ragno?

Insomma, una città imbrattata ovunque, perché dovrebbe risentire di spray sui muri per pubblicizzare l’uscita di un film?

Guardate ad esempio com’è conciato il ponte metallico sopra l’Olona, completamente scarabocchiato, tanto le autorità si accorgono solo se le scritte compaiono sui muri grandi della darsena. Qui, come al solito, ogni ragazzino e non, si sente libero di lasciare la propria firma col pennarello o con lo spray, su ogni superficie, oltre a posizionare anche i soliti lucchetti dell’amore.

Come abbiamo spesso ribadito, forse bisognerebbe intervenire con leggi severe, multe, e magari anche la ripulitura su ogni muro, sia pubblico che privato: la città è di tutti e non solo di due deficienti imbrattamuri.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


5 thoughts on “Milano | Darsena – La guerra infinita con gli imbrattamuri e nuove tecniche pubblicitarie

  1. Anonimo

    Sono troppo lenti nel rimuoverli. Dovrebbero aprire un canale su twitter dove fare le segnalazioni. Dico twitter perché l’app è già installata su tanti telefoni.
    Dopodiché ci deve essere una task force che va sul posto e immediatamente li toglie.

  2. Anonimo

    E’ vernice ad acqua, vien via alla prima pioggia (è scritto sui giornali di oggi).

    In ogni caso, per farsi pubblicità è una tattica perfetta visto che poi tutti ne parlano (vedasi anche il guerrilla biking di ieri – la pista ciclabile dipinta)

  3. Walter

    La cialtronaggine degli italiani non ha limite.Da trenta anni viviamo tra gli imbrattamenti e non essendo mai stati all’estero pensiamo che il mondo sia così.Da rileggere il Mito della Caverna di Platone…

  4. Teo83

    a proposito di spyderman sprayato, ce ne uno pure in via borgospesso sul muro in mattoni dell’antico convento. ai coglioni non c’è mai fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.