"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Duomo – La consueta pulizia al monumento di Vittorio Emanuele II

Almeno due o tre volte l’anno il grande monumento a Vittorio Emanuele II viene ripulito dal guano dei piccioni che, oltre a rendere il manufatto alquanto degradato, rischia di compromettere anche la durata dei marmi e del bronzo.

Il monumento venne commissionato da Re Umberto I nel 1878 dopo la morte del padre allo scultore Ercole Rosa. La realizzazione fu abbastanza travagliata anche perché lo scultore morì prima di completare l’opera che venne terminata dai fratelli Barzaghi sino al 1892 sotto la direzione dello scultore Ettore Ferrari.  Così venne posta al centro della rinnova piazza solo nel 1896.

Alla base si trovano due leoni sdraiati sulle gradinate laterali che posano una zampa ciascuno su uno scudo con inciso il nome «Roma» e «Milano», in riferimento alle grandi conquiste del Risorgimento.

Come vediamo dalle foto, il tecnico del Comune pare affrontare, con temerario impegno, il leone dedicato a Roma che gli ruggisce contro come monito a non stuzzicarlo. Scherzi a parte, è bello vedere all’opera coloro che si prendono cura della città ogni giorno.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.