"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Magenta – Via Leopardi 15, restauro completato

Quel pugno in un occhio che irrompe nel quartiere eclettico di fine Ottocento. Ecco come si può definire questo edificio coraggioso che dopo sessant’anni di vita è stato completamente riqualificato e restaurato.

L’edificio di via Giacomo Leopardi 15 venne ideato da Vico Magistretti, uno dei più importanti architetti milanesi dell’epoca. Era il 1957/58 quando progetta quest’edificio ad uso misto, nella parte inferiore – ben evidenziata da una fascia chiara in marmo bianco – gli uffici, mentre nella parte superiore – con fascia a mattoni che in un certo senso riprendono i rivestimenti degli edifici limitrofi – la parte residenziale.

Lo stabile si inserisce in modo prepotente nel bel quartiere Magenta tutto realizzato tra la fine dell’Ottocento e il primo Novecento.

Dopo più di un anno di cantiere, ecco che si stanno ultimando gli ultimi particolari e rifiniture per metterlo in vendita. Residenze di pregio per un palazzo diventato quasi iconico e interessante, in un quartiere molto bello.

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


5 thoughts on “Milano | Zona Magenta – Via Leopardi 15, restauro completato

  1. Lorenzo Lamas

    Devo vederlo dal vivo ma devo dire che non mi piace e non trovo il “pregio”, a parte la zona e tutte le altre case, ovviamente.

  2. Anonimo

    Ho qualche dubbio sui materiali usati (andrebbero visti dal vivo, ma i piastrelloni quadrati grigi stile edilizia convenzionata non sembrano il massimo, poi magari dal vivo son bellissimi) e soprattutto sull’effetto finale che è ben più “pesante” dell’originale, che già ci stava come i cavoli a merenda in quel posto ma su quello non ci si poteva far molto…

  3. Anonimo

    Il quartiere e la zona sono meravigliosi. Per quanto riguarda il palazzo anche se a mio avviso non bellissimo sono sicuro sia dotato di tutti i confort possibili e tecnologie di ultima generazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.