"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Portello – Il cantiere Silva Tower fine agosto 2017

Dopo la bonifica avvenuta già un bel po’ di mesi fa, ecco la situazione a fine agosto, dove in pratica non si muove una foglia. Qui in teoria dovrebbe sorgere una torre di circa 18 piani e due stecche di circa 6 piani, progettato dallo Studio Calzoni e Nicolin per un totale di 150 appartamenti.

Qui qualche rendering del progetto.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


3 thoughts on “Milano | Portello – Il cantiere Silva Tower fine agosto 2017

  1. Renato S.

    La sensazione è che stiano temporeggiando in vista dell’incorporazione del capannone ex officina sull’angolo Silva-Albani, completamente vuoto da tempo.

    Il che offrirebbe affacci radicalmente diversi (e più appetibili) al complesso, che peraltro non brilla per originalità compositiva…

  2. Anonimo

    Appartamenti, appartamenti, appartamenti… Servono appartamenti per le famiglie come ha detto giustamente Draghi (uno di noi!):
    “Da anni l’Europa sta commettendo una sorta di suicidio demografico collettivo. Adesso è lo stesso Mario Draghi, nella sua conferenza dalle montagne di Jackson Hole, ad affrontare il tema della demografia in Europa. Secondo Draghi, il crollo delle nascite e l’invecchiamento di massa assieme all’aumento del debito pubblico sono alcune delle minacce principali all’Europa, generando un sistema perverso…”
    Bisogna alvearizzare e hongkonghizzare Milano con alte torri residenziali per ridurre il gap con le GRANDI CAPITALI europee delle GRANDI NAZIONI europee e dei GRANDI NAZIONALISMI europei.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.