"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Centro Direzionale – Qualche notizia su Gioia 22

Per i più distratti, Gioia 22 è attualmente in fase di demolizione: già dal prossimo mese di ottobre inizieranno i lavori per il suo abbattimento, dopo la prima fase che ha visto la bonifica da amianto. Si trattava dell’edificio ex Inps di via Melchiorre Gioia 22 realizzato negli anni Sessanta e acquistato da Coima sgr, società guidata da Manfredi Catella, per una cifra di circa 75 milioni di euro. Integralmente riprogettato da Cesar Pelli, lo stesso architetto della torre Unicredit, sarà un edificio ancora più moderno ed ecosostenibile.

Si tratterà di un grattacielo di circa 120/130 metri d’altezza ad uso uffici e avrà un rivestimento in vetro formato da tre differenti strati, per rendere ottimali schermatura ed isolamento. Sarà dotato di circa 5mila metri quadrati di pannelli fotovoltaici che contribuiranno al fabbisogno energetico, mentre per il condizionamento utilizzerà l’acqua di falda, abbondante nel sottosuolo meneghino. Gli impianti di illuminazione, inoltre, saranno tutti a LED. Saranno creati anche parcheggi per la mobilità sostenibile, come i parcheggi per le biciclette e, infine, l’edificio sarà anche dotato di un sistema a “rifiuto zero”, che è una strategia di gestione dei rifiuti che si propone di riprogettare la vita ciclica dei rifiuti, considerati, non come scarti, ma risorse da riutilizzare alla stregua di materie prime seconde, contrapponendosi alle pratiche che prevedono necessariamente processi di incenerimento o discarica, e tendendo ad annullare o diminuire sensibilmente la quantità di rifiuti da smaltire.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


15 thoughts on “Milano | Centro Direzionale – Qualche notizia su Gioia 22

        1. Anonimo

          Anche questa volta sono d’accordo con Padania Libera. Un nord Italia legato al Regno delle 2 Sicilie e al Vaticano è un disastro per tutti i residenti. Anche io son fortemente per la secessione. Come minimo della Lombardia, regione che ha più abitanti di Svizzera e Austria e che sarebbe più popolosa dei 2/3 dei paesi Ue e che avrebbe un pil più elevato dei 3/4 dei paesi Ue

  1. Daniele

    Quello che mi preoccupa e’ la secessione del cervello dalla ragione….. Cosa vuoi i corsi di radio elettra hanno fatto molti danni in Lombardia nel passato recente….

  2. Davide

    Da Pelli mi aspettavo di più.
    L’ edificio è molto “pesante” e poco originale…se ce lo dobbiamo tenere così, almeno che lo portino ad un’ altezza più proporzionata (almeno 150m)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.