"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Vercellina – Corso Vercelli in attesa di una riqualificazione

2016-12-05_corso_vercelli_0a 2016-12-05_corso_vercelli_0b

Ma quante volte è stato annunciato che Corso Vercelli, l’elegante via dello shopping sarebbe stata alberata? Quante volte si è detto che questa via avrebbe avuto un trattamento migliore?

Eppure siamo già nel 2017 e ancora per una delle vie commerciali di Milano non si intravede alcun miglioramento.

Abbiamo già affrontato l’argomento di una necessaria riqualificazione di questa via assieme alle vie Belfiore e Marghera, che formano un interessante percorso di shopping nella zona ovest del centro città.

Corso Vercelli ha marciapiedi piccoli, insufficienti nelle ore di passeggio commerciale e non, oltre ad essere priva di un qualsiasi arredo urbano, dal pavimento ai lampioni.

Noi, come si vede dalla seconda immagine, abbiamo provato ad allargare i marciapiedi eliminando qualsiasi tipologia di parcheggio e al posto delle automobili avremmo pensato di piantare questi tanto agognati alberi che rendano la via più gradevole e, nei mesi estivi, più accogliente all’ombra delle piante.

Chissà mai se un giorno la via diventi proprio così.

Corso Vercelli nel 1920-25 con gli alberelli ai lati, oggi spariti.

 


Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


15 thoughts on “Milano | Porta Vercellina – Corso Vercelli in attesa di una riqualificazione

  1. UMS

    Ci vorrebbe che tutti i partiti attivi a Milano di impegnassero a riqualificare almeno UN asse commerciale per mandato (a prescindere da chi vince ed a prescindere da altri interventi addizionali). Non credo sia una spesa da mandare in bancarotta un Comune come Milano che ha un budget annuo di circa 6 Miliardi (!) di Euro…

    In 25 anni ci ritroveremmo con: Corso Vercelli, Corso Genova, Corso Buenos Aires, Corso di Porta Romana e Corso di Porta Vittoria rimessi a nuovo e degni di una bella città. I rendering fanno sognare…

  2. Anonimo

    Per sapere quando corso Vercelli sarà piantumata chiedete a Sala e alla sua giunta di quaraququa’ che hanno fatto del verde in città un loro cavallo di battaglia in campagna elettorale ( li ho anche votati !!! ) ma fino ad oggi in città non hanno piantato nemmeno una margherita. Come sempre chi alla fine resta con il cerino in mano è il povero cittadino.
    Per quanto riguarda lo stato di Cso Vercelli e di tutta la zona Magenta …no comment. Solo noi siamo in grado di bis-trattare una porzione così bella della nostra città invece di pensare a come valorizzarla ulteriormente.

  3. ...

    Quella zona di Milano è totalmente priva di verde. Non solo Corso Vercelli ma anche via Boccaccio o via Carducci piangono vendetta è potrebbero tornare ad un antico splendore se solo fossero piantati degli alberi. Possibile che sia così difficile trovare soluzioni in una delle zone del centro città a più alta concentrazione abitativa ?

  4. Nicola

    Ciò che mi fa imbestialire è che questa giunta spaccia per grandi successi la riqualificazione di due metri quadri di via (quel pezzettino tra piazza diaz e piazza duomo) mentre in Europa non si fanno scrupoli a ribaltare km di strade togliendo auto, pedonalizzando e facendo piste ciclabili. E se riqualificano fanno schifezze inenarrabili come viale Tunisia. E corso Venezia? E via Orefici? È anni che sbandierano progetti ma tutto è fermo.

    1. GetFuzzy

      D’accordissimo con Nicola, non c’è voglia di “osare” se non per fare il compitino in zone già libere per la maggior parte da traffico privato. Siamo troppo poco audaci, già ora ci troviamo indietro di decenni rispetto al resto d’Europa in tema di arredo urbano ma di questo passo il divario non potrà che aumentare. E non possiamo aspettare sempre l’emiro di turno pronto a comprare il quartiere e a ribaltarlo.

  5. pistuleta

    A scanso di equivoci: io sono favorevole alla piantumazione. Ma provate ad immaginare per un attimo la levata di scudi dei bottegai di Vercelli, Belfiore e Marghera (che fra parentesi sono tre AsCo separate!) – gli stessi grazie ai quali la presenza di vigili in zona è nulla.
    E’ per questo che la zona resterà così in saecula saeculorum. Amen.

    1. Wf

      Quindi dobbiamo ringraziare i commercianti di Milano se ci fanno rimanere in una brutta città?

      Dovremmo un Po stufarci di questi ricatti da 4 beghe.

  6. Wf

    Ma aveva già gli aberi in passato glorioso?!

    Ma allora che aspettano?

    Sembra che il nulla sia arrivato e abbiamo strappato via la,bellezza e la,vivibilità da milano nel corso del tempo.

    Ma quindi Milano una volta non appariva così disumana e solo a misura di un grande parcheggio per automobili..

    Ci si viveva anche?
    Incredibile.
    E adesso?…

  7. Anonimo

    Ma perchè non lasciamo Corso Vercelli com’è, e invece non alberiamo all’interno i centri commerciali e eliminiamo tutti i parcheggi sempre nei centri commerciali? Sempre all’interno dei centri commerciali facciamo anche le piste ciclabili, alcuni sono così grandi che la bici sarebbe il mezzo ideale per muoversi nel centro commerciale.

    1. Andy

      Eliminare i parcheggi nei centri commerciali? Trasecolo. Evidentemente sei di sinistra e abiti in centro. E ovviamente pretendi che tutti usino la bicicletta per andare a fare la spesa. Cresci, matura e diventa uomo (o donna). Poi capirai che la bicicletta non è alternativa all’auto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.