"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Domodossola – Cantiere Mia: aggiornamento primi di ottobre 2017

Ecco altre immagini dal cantiere Mia di viale Boezio, angolo largo Domodossola. Come si vede è stato ultimato anche il rivestimento al piano terreno e sono stati piantati anche i due alberi che accoglieranno all’ingresso ospiti e residenti.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


18 thoughts on “Milano | Zona Domodossola – Cantiere Mia: aggiornamento primi di ottobre 2017

  1. -Ale-

    Chissà perchè molti dicono che Milano è una città grigia?

    La foto è eloquente: strada(asfalto)+marciapiede(asfalto)+casermone di 10 piani (solo cemcento). Zero spazi vivibili, no verde, no pista ciclabile… manca il respiro!

    1. Il_Dingo

      Questo è un commento che davvero non capisco.
      C’è un “casermone” nella foto? Grazie, è l’argomento dell’articolo ed è rivestito in pietra chiara; se non ci fosse me ne preoccuperei.
      C’è una strada? una volta attraversata sull’altro lato c’è il costruendo parco di City Life.
      Manca la ciclabile? in questo tratto di strada ci sono 2 controviali per il traffico locale (e quindi lento rispetto a viale Boezio).
      C’è un marciapiede? Adesso neanche i marciapiedi vanno bene?
      Vedo anche uno spartitraffico inerbito, rarità in questa città e una corsia tramviaria, quella sì da inerbire anch’essa.

      1. -Ale-

        Io vedo un casermone di 10 piani, un grosso blocco, questione di gusti.
        Il marciapiedi è sacrosanto, ma in un viale così largo e centrale ci vorrebbero marciapiedi non in catrame e magari alberati (cosa che tipicamente avviene nelle migliori città d’Europa.

        Il fatto che ci sia vicino CityLife (un vantaggio senza duubio), non significa che qualunque edificio vicino sia automaticamente bello.

        Lo sparti traffico in erba è una rarità, e su questo hai ragione, almeno qui c’è.

        Poi gli appartamenti andranno a ruba, grazie alla posizione ed al fatto che in giro c’è molto peggio…

    2. Padania Libera

      A 20 metri c è il parco City Life.. .manca anche una pista da sci…un museo…un orto…direi anche una gondola..e un asino che ti porto in giro nella Milano del 800…
      Siete veramente malati

  2. Anonimo

    Se Milano e’ grigia e spesso non bellissima non e’ certo per quel palazzo… Io ci abiterei volentieri visto che citylife non me lo posso permettere e in zona c’e” di molto ma molto più triste!

  3. Giovanni

    Personalmente credo che il progetto Mia sia valido e forse uno dei piú interessanti a Milano in questo momento. Esteticamente si possono trovare opere piú leggere ma almeno é coerente con quello che voleva essere. Non conosco le vendite ma se ne parlava molto bene anche qui su urbanfile. Avessero fatto Citylife con la stessa capacitá e sarebbe giá sold out.
    Saluti e grazie del blog!

  4. Saavedra

    Pe carita’, non si puo’ guardare. Spero si salvino gli interni. Pesantezza assoluta. Poi sul fatto che nella zona sia pieno di schifezze peggiori non ci piove

  5. bis bald

    peccato per l`autostrada che passa davanti.
    sembra essere un buon intervento. dentro poi saranno molto belle immagino.
    noto un po troppo grigio dinanzi alla residenza.

  6. M. M

    Mostruoso. Spero almeno ci sia una piscina, palestra e area comune di festa in uno dei piani, per i residenti. Come nei condomini all estero.
    Cmq toglie davvero il respiro

  7. Anonimo

    L’effetto casermone c’é ma tutto sommato la facciata ha quelle fasce chiare che riprendono lo stile degli immobili attorno e le terrazze che la rendono mossa. Rispetto a certi palazzi che sembrano fatti coi Lego e magari sono firmati da stelle dell’architettura…

  8. Anonimo

    La sua fortuna è che si trova davati a City Life, e quindi gode di riflesso della sua bellazza, altrimenti è un casermone come tanti altri, meno brutto di quelli anni ’60\’70, ma sempre un casermone che tra 15\20 sarà già nella lista dei mostri locali.

  9. Franco

    a me non dispiace affatto, la vergogna semmai è il condominio a fianco Domodossola 7 che casca a pezzi e sembra degna di Kabul. Il giardino di MIA è sul retro. Quello che va riqualificato, e pesantemente, è viale Boezio che così com’è è orrendo e Largo Domodossola. Spero ci pensi il comune oppure BNP Paribas stessa a scomputo degli oneri di urbanizzazione!

  10. Paola

    Come la volevate dipinta di verde? Arancione? Stile liberty? Piastrellata anni 70? La trovo bellissima, molto elegante e di grande stile!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.