"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Altre immagini dal nuovo shopping district di CityLife

Ieri, per tutta la giornata si è tenuto il grande evento con uno show di luci laser che ha illuminato e resa viva la torre Hadid-Generali ancora in costruzione, per l’apertura del centro commerciale di CityLife Shopping District. Per tutto il giorno migliaia di persone si sono riversate nei corridoi a scoprire i negozi, gli spazi comuni e magari anche l’architettura di quest’insieme di gallerie.

Ringraziamo per il reportage fotografico Meteoforumitalia – Davide.

Anzitutto va distinta una cosa, il reparto commerciale di CityLife, che ha una superficie di 32mila metri quadrati, è diviso in due sezioni abbastanza distinte, una parte è il “guscio” della coda della torre Hadid e l’altra parte si tratta dei corridoi delle piazze che si uniscono al corridoio Galantino vero piazza Sei Febbraio.

La parte progettata dallo studio di architettura di Zaha Hadid dobbiamo dirlo, ha creato un bellissimo e originale spazio commerciale, suddiviso su due livelli, dove al piano inferiore, livello piazza Tre Torri, si trovano diversi negozi, mentre al primo piano si trova l’area ristorazione con diverse catene. Al secondo livello invece ci sono le 7 sale cinematografiche dell’Anteo che sono rimaste chiuse perché mancava l’autorizzazione dalla Commissione di vigilanza che ha presentato 28 contestazioni per grandi «difformità» rispetto al progetto presentato inizialmente. Niente idoneità per pubblici eventi, così le proiezioni sono state annullate e i biglietti rimborsati ai primi che li avevano acquistati, alla sera, solo spettacoli su inviti. Una brutta figura che mina solo in parte il «successo garbato» del debutto al pubblico di Citylife. Il patron dell’Anteo Lionello Cerri si scusa e si è detto “amareggiato”, e si augura di aprire a breve (come riferito sul Corsera). Peccato per questo intoppo per la società Anteo, visto che sta mettendo in atto un piano molto ambizioso e lodevole per il rilancio delle sale cinematografiche all’interno della città, in totale contro tendenza dal trend in uso da decenni ormai.

Poi c’è la parte dei corridoi e spazi attorno a piazza Tre Torri, dove si trovano altri locali per la ristorazione e servizi per il benessere e la salute.

Mentre spingendosi vero piazza Sei Febbraio ci si imbatte nel corridoio progettato dallo studio Galantino, dove sono stati concentrati i negozi riguardanti design e casa, oltre al Supermercato.

Dobbiamo dire che la parte Hadid è veramente elegante e abbiamo trovato l’idea di rivestire il tutto col legno di bambù, sia molto delicata per un area commerciale. Mentre abbiamo trovato il corridoio Galantino bello ma meno innovativo di come ci saremmo aspettati da CityLife.

All’appello mancano comunque ancora alcuni negozi, anche di grosse dimensioni come il Coin che aprirà nei primi mesi dell’anno prossimo.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


One thought on “Milano | Tre Torri – Altre immagini dal nuovo shopping district di CityLife

  1. Anonimo

    Honassitito allo show di luci sullo Storto. Siete certi che sono solo laser e luci proiettate? Ho osservato con attenzione e mi pare che le sottili luci verticali che seguono le linee delle vetrate, siano applicate sull’edificio, come lunghe file di luci led.
    Possibile?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.