"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Castello – Via Ricasoli, sperando in un rimedio più serio

Via Bettino Ricasoli è una piccola via che fa parte dei “raggi” che dividono la corona di Foro Bonaparte in piccoli isolati. La via è sede di ATM e sosta dei tram della linea 4. Da più di un anno è stata “sistemata” in questo modo che potete vedere nelle foto, con dei newjersey in plastica (con funzione anti-sosta auto/veicoli).

Si poteva capire questa “non sistemazione” per un periodo di prova o aspettando soluzioni di arredo urbano migliori, ma dopo più di un anno ci pare che forse, il Comune potrebbe spendere due soldi per dare una dignità anche a questa via laterale di piazza Castello, piazza che abbiamo già visto abbandonata alla sua sciatteria.

Ma ci vuole molto a mettere delle semplici parigine o dei piloni in  pietra?

Il nostro suggerimento per evitare il parcheggio di vetture dove non consentito




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


7 thoughts on “Milano | Zona Castello – Via Ricasoli, sperando in un rimedio più serio

  1. Anonimo

    Tutta la zona di Foro Bonaparte e Cadorna va ripensata e ridisegnata a misura di pedone. La confusione e sciatteria e’ sotto l’occhio di tutti ma ahimè una riqualificazione di questa zona non è nemmeno sul radar dei nostri governanti.

  2. Wf

    Infatti avete ragione al 100% nel dire che solo i dissuasori fisici di ingresso e sosta ci salveranno.

    Concordo.
    Articolo ennesima conferma.
    Non scordiamocelo.

    I dissuasori.

  3. Pierre

    Concordo anche io. Non c’é altro mezzo per evitare la sosta selvaggia. Non scordiamoceli anche nel progetto per la riqualificazione di piazza San Luigi Gonzaga.

      1. Pierre

        Ho aperto un po gli occhi di recente caro Wf. Sugli bollards hai ragione da vendere. Impedire fisicamente l’accesso alle auto è il mezzo migliore per impedire la solita e sciagurata sosta selvaggia. Più si mettono a Milano meglio è. Sono un disincentivo fisico all’uso della macchina in città.

  4. robi

    lavoro semplice e definitivo, senza interpellare progettisti: in piazza Castello nella corsie dei tram creare un unico senso di marcia, quello dell’attuale 4 e si utilizza il binario opposto riadattando le curve da via Sella e via Ricasoli. Prima e dopo via Beltrami, realizzare due raddoppi di binari per la sosta del 4 e per una seconda linea in futuro (12?). Il raddoppio non sarebbe altro che mantenere un tratto di binario già esistente collegato con nuovi scambi. Dove non sono presenti i raddoppi, ci starebbero degli stalli di sosta per i residenti.
    Via Ricasoli torna come prima, rimuovendo il binario superfluo, eventualmente da farsi anche in via Sella.
    Qualsiasi futura progettazione della piazza Castello, Cairoli e vie limitrofe potrà tranquillamente far coesistere l’intervento citato.

  5. Bernardo

    Io ho scritto diverse volte ad atm e al comune chiedendo che il capolinea di Via Ricasoli sia adattato alla salita / discesa dei passeggeri, tanto più che la zona è densa di uffici (Edison, Luxottica, la stessa ATM e vari studi professionali) per non parlare della stazione Cadorna. Invece i passeggeri vengono fatti scendere e salire in piazza castello e largo cairoli. Personalmente ritengo che la sistemazione doverosa sia da fare considerando questo banale accorgimento. Spero prima o poi qualcuno lo faccia!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.