"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cantieri e progetti: il 2017 in breve

Concluso il 2017, riassumiamo in breve alcuni nostri articoli che illustrano le cose più importanti avvenute a Milano dal punto di vista urbanistico.

Gennaio 2017:

Iniziamo con l’avvio del cantiere del nuovo palazzo in via Cola di Renzo 48, dove è stato demolito un vecchio caseggiato che per anni ha ospitato una comunità di autonomi r centri sociali.

 

Sempre a Gennaio c’è stata l’annunciata apertura anticipata delle linee della metropolitana. Ma anche l’addio ad alcune corse notturne.

Abbiamo scoperto la graziosa chiesa di San Giovanni Battista a Trenno, col suo bellissimo e preziosissimo dipinto dell’Adorazione dei Magi del 1600.

Per le interviste di Urbanfile, a gennaio del 2017 abbiamo intervistato l’Arch. Antonella Ranaldi, Soprintendente Archeologia, belle arti e paesaggio per la Città metropolitana di Milano.

La chiusura del cinema Apollo e l’avvio del cantiere per l’Apple Store ci hanno suggerito l’argomento per una riflessione sui corso Vittorio Emanuele II e i molti cinema che la caratterizzavano.

Sempre a Gennaio 2017, è stato aperto un primo pezzetto del parco della Biblioteca degli Alberi.

A Genanio sono cominciati i lavori per la ciclabile di viale Monte Santo e piazza della Repubblica, che si uniranno alle ciclabili già realizzate in zona(Melchiorre Gioia, Stazione Centrale, Porta Venezia).

Febbraio 2017:

A febbraio abbiamo mostrato uno dei più bei gioielli di periferia di Milano, la bella chiesa medievale di Crescenzago, Santa Maria Rossa.

 

Siamo stati anche alla visita al cantiere M4 in largo Sereni, dove ci è stato spiegato dai tecnici della linea Blu come procedono i lavori nel cantiere che scende nelle viscere della città.

A febbraio è stato presentato il vincitore del Concorso per la riqualificazione di Piazza Castello, vinto dal gruppo di progettisti capitanati dall’architetto Emanuele Genuizzi.

A Porta Genova invece, l’8 febbraio è stato aperto il varco in sostituzione del vecchio e inagibile ponte di ferro tra le vie Tortona e Ventimiglia.

La statua dedicata a Ruggiero Boscovich dal mese di febbraio si trova ai Giardini Montanelli, dopo anni di vicissitudini burocratiche e diplomatiche.

Primi accenni per il Parco Orbitale, l’insieme di parchi pubblici da collegare come in una rete che proteggerà la città dall’espansione insensata e di cementificazione.

Concluso anche il restauro alla cinquecentesca chiesa di Santa Maria alla Fontana. Ma soprattutto, dopo anni di abbandono e di restauri, è stato aperto al pubblico l’antico Teatro Gerolamo.

Anche la fontana di piazza Grandi è stata restaurata in questo mese, riportando anche alla luce e visitabile il rifugio anti bombardamenti del quartiere.

 

Marzo 2017:

Ecco alcuni degli argomenti che abbiamo affrontato nel mese di marzo, come lo stato del piazzale di porta Lodovica, con una ricerca storica di ciò che poi è sparito e magari con qualche idea per una città più vivibile e bella.

In questo mese abbiamo visto anche come sarà ristrutturato lo scalo aereo cittadino di Linate.

Abbiamo parlato anche della memoria industriale sempre più in rovina e che si poteva salvare come la gru sul Naviglio Pavese dei Molini Certosa in via Chiesa Rossa.

 

A marzo sono partite anche le talpe per scavare la linea della M4.

Ci siamo occupati anche del rinnovo di piazza Cordusio e facendo anche alcune nostre considerazioni, e ci siamo occupati anche della vecchia cascina che da il nome a Molino Dorino.

A Marzo è ripreso il cantiere alle residenze Carlo Erba, nell’omonima piazza a Città Studi, dopo anni di abbandono.

 

Ma senza dubbio una delle notizie più rumorose dell’anno, dal punto di vista urbanistico va data alle palme di piazza Duomo. Infatti è nei primi giorni del mese di Marzo che i giardinieri hanno finito i lavori per l’allestimento dell’aiuola che si trova dinanzi al palazzo Carminati della grande piazza. Le palme in quei mesi ( qualcuno ancora oggi storce un po’ il naso a dire il vero) divennero un vero tormentone, più politico che altro, anche perché in molti, compresi noi, abbiamo dimostrato che gli alberi dall’aspetto tropicale, sono da decenni nei giardini pubblici e privati della città, senza alcun problema di sopravvivenza o altro.

 

Aprile 2017:

Altro argomento dell’anno è stato quello sugli scali ferroviari, e ad aprile si è tenuta allo scalo di Porta Genova un esposizione con dibattiti sul futuro degli scali dismessi di Milano.

Ad Aprile è finalmente partito anche il cantiere per la Torre Unipol Sai a Porta Nuova, in via Melchiorre Gioia.

Sempre nel mese di Aprile vi abbiamo portato all’interno della Torre Medievale dei Gorani, da poco restaurata dopo decenni di abbandono.

Con piacere e grazie a noi, la piccola croce del giovane partigiano ucciso a pochi giorni dalla conclusione della Seconda Guerra Mondiale e che si trova in un aiuola di piazza Duca D’Aosta (Centrale), è tornata splendente come prima. Infatti degli incivili e vandali si erano divertiti a romperla, e su nostra segnalazione il Comune ha provveduto a restaurarla.

Partito anche il cantiere a Porta Garibaldi della piccola torre battezzata IQ9, che sorgerà all’angolo tra angolo tra le vie Quadrio e Massimo D’Azeglio.

 

Terminati i lavori anche in via Santa Margherita, all’ex sede del Banco di Sicilia.

Completata la nuova chiesa della Pentecoste a Quarto Oggiaro, sita tra via Perini, via de Pisis e via Castellammare.

 

Maggio 2017:

Come sempre cerchiamo di aggiornarvi il più possibile sui vari cantieri sparsi in città, come quello di Cascina Merlata.

Ad Affari nel mese di Maggio è stata riaperta villa Litta Modignani dopo i restauri.

Abbiamo mostrato e raccontato anche un po’ di storia di Santo Stefano Maggiore al Verziere.

Un grande dibattito di questi mesi è la riqualificazione di piazza Cordusio e vie limitrofe, tra queste vi è anche via Orefici.

Naturalmente siamo stati invitati a visitare in anteprima il cantiere dello shopping district (galleria commerciale) di CityLife a Tre Torri.

Riqualificata (finalmente) piazza San Simpliciano.

 

Nuovi rendering per il progetto dell’Apple Store di Piazza del Liberty disegnato da Sir Norman Foster.

Altro nostro grande cruccio è l’ARREDO URBANO che manca quasi sempre in città. Un nostro cruccio è vedere luoghi e piazze riqualificati e portati a livelli accettabili e importanti, come abbiamo provato a mostrare per piazza Santo Stefano.

A metà Maggio è stato aperto l’ultimo tassello del parco Alfa Romeo al Portello.

Rivoluzione in piazza Cinque Giornate col rinnovo dei binari dei tram.

Una coa che ci manda letteralmente in bestia è il problema degli IMBRATTAMURI, atti vandalici che oramai non hanno più confine e soluzione.

 

Giugno 2017:

Finalmente a Porta Volta è stato demolito il distributore di benzina di viale Montello, primo segnale per l’avvio della riqualificazione del piazzale.

A Cascina Merlata è stato presentato l’avvio dei cantieri per la realizzazione del complesso residenziale di Up-Town, un progetto dello studio Scandurra.

Al Centro Direzionale, in via Pirelli, finalmente ripartono, o partono, visto che erano cominciati anni fa e interrotti per molto tempo i lavori per il Giardino d’Inverno.

A Giugno si è discusso molto anche del progetto per la riqualificazione e trasformazione della vecchia Piazza d’Armi.

Come sempre noi di Urbanfile organizziamo belle gite nei quartieri milanesi con guide esperte e esaustive, come è successo ad esempio per l’inaspettato giro nei quartieri Feltre e Cimiano.

Abbiamo voluto raccontarvi anche una storia che ci sta particolarmente a cuore, quella del Palazzo Reale, a volte, come abbiamo dimostrato, un po’ bistrattato e sottovalutato.

Abbiamo pensato anche al famoso Cavalcavia di Viale Serra, pensando magari ad un suo futuro più umano e meno automobilistico.

Altro argomento molto dibattuto è quello sull’apertura dei Navigli e noi ci siamo dilettati a mostravi come sarebbero stati i navigli riaperti lungo il vecchio tracciato.

Via Senato – Col Naviglio

A Giugno è terminato anche il restauro a Palazzo Citterio in Brera, destinato ad ospitare le raccolte d’arte moderna della Pinacoteca di Brera.

Vi abbiamo anche raccontato una storia abbastanza inedita di palazzo Ràbia e gli affreschi del Luini espatriati in altri continenti.

 

Luglio 2017:

Lo sapevate della Stanza Segreta all’interno dell’arco della Galleria Vittorio Emanuele di piazza del Duomo, no? Bene, noi vi ci abbiamo portato.

A Tre Torri (CityLife) sorgerà anche una grande serra particolare che mostrerà allo stesso tempo le Quattro Stagioni tutto l’anno.

A Luglio finalmente è stata donata ai cittadini una nuova piazza, Piazzale Negrelli.

 

Agosto 2017:

E’ stato presentato all’inizio di agosto il progetto per il rifacimento del palazzo degli Uffici Tecnici del Comune di Milano. Il palazzo, sempre che non venga venduto con un bando, sarà restaurato come vediamo nei rendering distribuiti dal Comune. Naturalmente, nel caso di alienazione e acquisto da parte di un privato, allora potrebbe venire completamente rivisitato.

Ad Agosto c’è stato anche un altro argomento importante, quello sui prolungamenti delle linee della metropolitana, soprattutto quello della M5.

Altro grande progetto che cambierà l’aspetto di un’ampia area al Ticinese è il recupero dell’Anfiteatro Romano con il disegno delle aiuole che riproducano la piantina dell’anfiteatro distrutto.

L’area come dovrebbe diventare del Parco dell’Anfiteatro

 

Settembre 2017:

Sarà la volta buona per via Schievano alla Barona? Pare di si e a settembre è stato presentato il nuovo progetto.

A settembre è anche stato terminato il cantiere per via Marconi tra piazza del Duomo e piazza Nizza.

Mentre è stato presentato con nuovi rendering il progetto per via Vespucci.

Ottobre 2017:

Grande ritrovamento archeologico ai giardini Indro Montanelli (Giardini Pubblici) dei resti dell’antica basilica di San Dionigi.

Presentata nel mese di ottobre la proposta della Pinacoteca di Brera di collegare con una passerella tecnologica il palazzo storico con il nuovo palazzo Citterio “sorvolando” l’Orto Botanico.

Tra i progetti presentati nel mese di Ottobre c’è anche quello di realizzare un nuovo grattacielo all’angolo tra le vie Melchiorre Gioia e Pirelli per finanziare i nuovi navigli.

Il 15 ottobre è stata la giornata dello Storto. Infatti in migliaia si sono presentati per l’apertura straordinaria del grattacielo della Hadid per la giornata del FAI.

In questo mese è stato presentato anche il percorso futuro della M5 che attraverserà il centro storico di Monza.

 

Novembre 2017:

Nel mese autunnale è stato inaugurato il nuovo Garage Italia di Lapo Elkann in collaborazione con lo Chef Carlo Cracco e con la ristrutturazione progettata da Michele De Lucchi, che hanno recuperato un bellissimo edificio in piazzale Accursio.

Qualche considerazione che abbiamo fatto dopo aver visitato il grande cimitero di Milano, il Musocco o cimitero Maggiore. Nel frattempo ci siamo occupati anche del nuovo aspetto della “piazza” viale delle Rimembranze di Lambrate, completamente riqualificata.

Una vita in anteprima al cantiere del teatro Lirico Gaber, in completa ristrutturazione.

Sempre a Novembre 2017 è stato approvato il progetto di Mario Botta per la nuova ala della Scala.

Ancora un altro passo per la riqualificazione di piazza Sant’Agostino.

Altro importante tassello definito nel mese di Novembre è quello che riguarda l’Arexpo, col masterplan del «Parco della Scienza» a Lendlease.

Un’altra grande presentazione realizzata nel corso del mese autunnale è senza alcun dubbio quella del nuovo grattacielo di Gioia 22 la “Scheggia”.

Il ricco mese di Novembre ci ha regalato anche l’inaugurazione della fine dei restauri esterni alle facciate del palazzo delle Scintille a CityLife.

Sempre a Tre Torri, CityLife ha mostrato alla stampa in anteprima la nuova Galleria commerciale, noi eravamo presenti.

 

Dicembre 2017:

Anzitutto vi ricordiamo il nostro costante aggiornamento al cantiere della Biblioteca degli Alberi che realizziamo più volte ogni mese.

Partito anche il cantiere bloccato da lungo tempo del Rasoio all’Isola. Sarà portato a termine dal gruppo Unipol.

Partita anche la bonifica dell’area di cantiere lungo viale Crispi ai piedi della “serra” di Fondazione Feltrinelli.

Non solo sono stati presentati grandi cantieri, ma anche piccoli interventi come quello di piazza di San Luigi.

Evento che ha rubato l’attenzione nei primi giorni di Dicembre è stato senza alcun dubbio l’inaugurazione della Galleria Commerciale di CityLife con effetti di luci che hanno illuminato la torre Hadid.

Presentato anche il nuovo progetto per la realizzazione del parchetto alla Bicocca.

 

 

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


9 thoughts on “Milano | Cantieri e progetti: il 2017 in breve

  1. Anonimo

    Milano sta proprio cambiando in meglio. Si può fare di più? Si, per me soprattutto nella lotta contro degrado e automobili che poi sono due cose che vanno molto in simbiosi: dove c’è parcheggio selvaggio e traffico c’è degrado, dove ci sono zone pedonali c’è bellezza e ricchezza.
    Riaprire i Navigli è un sogno che mi piacerebbe vedere realizzato presto, così come la linea 4, la pedonalizzazione di tante altre vie e piazze della città e i tre nuovi grattacieli in costruzione: curvo, scheggia e unipol. E il bello è che con gli scali ferroviari si attiveranno tanti altri progetti di qualità comparabile a City Life e Porta Nuova, quindi parchi, grattacieli e viabilita pensata per le persone, non per i mezzi a motore. Buon 2018

  2. Pierre

    Nel 2018 dobbiamo continuare la lotta: pedonalizzazioni, meno degrado, infrastrutture, arredo urbano, piazze riqualificate. Serve un piano metropolitano per il verde e la riapertura dei navigli. Le periferie hanno tanto potenziale: al nord hanno una storia industriale a sud una storia agricola. Mancano piste ciclabili continue e rastrelliere.

  3. Pierre

    E per favore finalmente una lotta seria contro la sosta selvaggia delle auto! Devasta interi quartieri!!!! Non è possibile che una metropoli come Milano sia così poco seria quando si tratta di far rispettare le regole.

  4. wf

    Aggiungo un tassello una linea guida una milestone a quanto detto giustamente dagli utenti qui sopra.

    Le piazzette.

    Milano non ha piazze.
    A Milano le piazze sono state rubate e saccheggiate per farci parcheggiare le automobili. Sottraendole letteralmente alle persone e alla città.
    Sono state trasformate e azzerate, cancellate destinate a autosilo.

    Riapriamo le piazze di Milano.
    Apriamo le piazze di Milano alla bellezza e alla funzione per cui sono nate.
    Recuperiamo 70 piazze e RI- PEDONALIZZIAMOLE.

    Riconsegniamo a Milano le sue piazze.
    Liberiamo un TOT piazze dalle auto per questo anno nuovo.

    Le piazze usurpate e violentate di Milano, imbruttite e invivibili, brutte e orride invase da lamiera sporca e puzzolente

    Un impegno per l’anno nuovo.

  5. Anonimo

    Ottime le pedonalizzazioni richieste a gran voce ma aggiungo una cosa. Milano ha un patrimonio immenso è importantissimo: una quindicina di linee di tram che in poche città hanno. Con pochi investimenti (ma serve il coraggio che manca a questa amministrazione) si potrebbero rendere i percorsi molto più veloci, riorganizzando fermate, chiudendo incroci, eliminando e asservendo semafori. Il risultato in termini di velocità e quindi utilizzo e beneficio per i milanesi sono sicuro che potrebbe essere strepitoso. Mi auguro che a qualcuno in giunta venga in mente ma sto perdendo le speranze.

    1. robi

      condivido e aggiungo che questa dovrebbe essere la priorità assoluta: prima di riqualificare le piazze andrebbero sistemate le criticità dei percorsi tramviari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.