"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Vandalismo: ma non vi pare troppo?

L’altro ieri siamo passati da Piazzale Arduino, a due passi da CityLife, e ci siamo veramente indignati.

Le foto che alleghiamo al nostro post parlano chiaro: alberi vandalizzati con scritte da imbrattamuri.

Ormai non bastano i muri dei palazzi, i furgoncini parcheggiati, le saracinesche: adesso anche gli alberi sono presi di mira.

Questo è un esempio di come oramai la situazione del fenomeno delle tag (le firme dei ragazzini – e non solo – che con bombolette spray scarabocchiano ogni superficie possibile) sia seria e devastante e di come le autorità a quanto pare, non siano in grado di contrastarla.

Il fenomeno negli Stati Uniti e in Gran Bretagna è diminuito sensibilmente e speriamo si possa prendere esempio per soluzioni che siano in grado di arginare questa bruttissima manifestazione di “creatività”

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


7 thoughts on “Milano | Vandalismo: ma non vi pare troppo?

  1. Konrad

    Punire severamente e obbligare alla pulizia di quanto si è imbrattato.
    Sarò all’antica ma la parola punizione si è da tempo persa nei meandri di un lassismo e di un buonismo francamente irritanti.
    Agire sulle cause profonde di certi fenomeni?
    Assolutamente si e a cominciare dalla scuola (educazione civica obbligatoria dal prima possibile e materia bloccante).
    Ma i tempi sono lunghi e nel frattempo?

  2. Anonimo

    Il fenomeno non diminuisce semplicemente perchè non si vuole combatterlo. Questa amministrazione è totlmente insensibile a questo problema

  3. Precotto doc

    Sono protetti da una certa parte politica e sappiamo chi sono !!! Poi si domandano perché la gente non li vota più , con questa giunta L andazzo è questo

    1. Wf

      Quindi se i writers hanno imbrattato palazzo Marino per protestare contro la repressione verso i writers milanesi era solo per ringraziare la giunta “amica”?

      Accendere il cervello no eh?
      È ripetere qualunquismo da bar sport nemmeno…eh

  4. Luca

    sembra che a pochi interessi: i cittadini si stanno abituando al degrado, l’attuale amministrazione se ne disinteressa totalmente. Credo che solo multe salatissime e rieducazione civica potrebbero migliorare col tempo la situazione indecente. Ma ci vorrebbe volontà anche politica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.