"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Cordusio – Finalmente è stata rimossa la brutta edicola

In piazza Cordusio da anni, almeno una ventina, si trovava, tra gli orrendi arredi senza senso che ancora adornano questa piazza che cerca rispetto, e che, speriamo presto, verrà finalmente riqualificata, dicevamo che si trovava un edicola veramente brutta, un gigantesco container piazzato proprio davanti ad uno dei più bei palazzi della piazza, Palazzo Broggi o delle ex Poste (volendo anche il primo palazzo della Borsa). Con l’avvio dei lavori per la riqualificazione dello stabile e l’arrivo a settembre di Starbucks, la caffetteria più famosa al mondo, l’edicola è stata sfrattata.

L’edicola coi tempi moderni si era anche trasformata e non vendeva più solo riviste e giornali, ma si era trasformata in uno dei progetti sociali della Comunità Nuova di don Giorgio Rigoldi, e dava impiego a tre giovani. Così dopo un incontro con i vertici di Starbucks Italia e il Comune, si giunse nell’inverno scorso, ad un accordo.

Così l’edicola sociale è stata ricollocata in un altro punto del centro storico, mentre il brand mondiale delle caffetterie accetta di assumere 20 ragazzi provenienti dalla comunità, sui circa 300 posti di lavoro annunciati.

Così si è salvato capra e cavoli, liberando una bella piazza da un brutto catafalco.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


8 thoughts on “Milano | Cordusio – Finalmente è stata rimossa la brutta edicola

    1. Anonimo

      Va bene le riproduzioni ma in vista del 500esimo anniversario della morte di Leonardo non sarebbe il caso di spostare la statua originale da San Siro ad un posto un po’ più centrale dove tutti ne possano godere la bellezza Obiettivamente mi sembra una scelta alquanto ragionevole… Speriamo che i poteri forti ci arrivino…

  1. enrico

    Finalmente! Ma quel gigantesco palo grigio con la canarina in pvc bianco sporco fissata con fascette metalliche e i fili che escono completamente a cazzo deve per forza rimanere così?

  2. Renato. S

    Dissento. Posso concordare che fosse fuori contesto (ma allora aprimo una volta per tutte il libro su piazza Cordusio), ma era un’edicola funzionale (tra le poche di Milano) dove poter toccare i periodici al posto di indicarli dietro a un vetro e fare acquisti al riparo dalla pioggia.
    Dotata pure, a rivendita chiusa, di una sua dignità.
    Dopodiché, se dobbiamo tutti esultare per l’arrivo di SB, sciogliamoci in peana di gioia. E piangiamo per l’emozione di poterne avere il dehor sulla piazza…

  3. Precotto doc

    Penso che L edicola era L ultimo dei problemi di questa piazza , fa molto più schifo quello dell atm , lo strapotere di starbucks è molto forte , ricordiamoci che il presidente si candiderà alle presidenziali americani nelle file dei democratici e sappiamo chi guida Milano , ( a pensare male qualche vola ci prendi ) , il cavallo di Leonardo in centro dove lo metti lo metti è sempre meglio dell ippodromo, ( giunta Moratti ridicola )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.