"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Tre Torri – Cantiere CityLife: aggiornamento 9 luglio 2018

Novità al cantiere di CityLife a Tre Torri ce ne sono, l’insegna Generali, la torre Libeskind, al centro commerciale e la scultura in fase di realizzazione.

Cominciamo con la torre Libeskind, il Curvo che sarà la nuova sede PWC. Di seguito alcune immagini aggiornate dell’avanzamento della costruzione della torre del Curvo.

Mentre la torre Hadid viene completata nei minimi particolari, sul tetto prosegue, come abbiamo visto anche ieri, la costruzione dell’insegna molto appariscente di Generai, che presto entrerà con gli uffici della compagnia assicurativa.

Ai piedi del grattacielo sta prendendo forma l’uscita di sicurezza mascherata quasi da opera artistica. L’uscita d’emergenza si colloca tra la torre e il centro commerciale.

 

Volevamo mostrarvi un piccolo “incidente” di cantiere, piuttosto frequente in lavori di queste dimensioni: le deformazioni disomogenee di strutture contigue, creano alcune problematiche di assestamento. La passeggiata che dal podio porta al parco e a piazzale Arduino, nel punto dove due settori si incontrano (Podio, Torre Hadid e Centro Commerciale), ha subito un forte sollecitazione che ha portato al sollevamento di una striscia di lastre in pietra. Sicuramente a breve sarà sistemato. Una cosa simile si era verificata qualche anno fa al ponte sopra l’ingresso inferiore alla piazza Tre Torri, dove le spinte di assestamento avevano spaccato alcune piastrelle della piazza superiore.

Entriamo all’interno del Centro Commerciale progettato dallo Studio Zaha Hadid. FInalemnte ha aperto anche l’ultimo ristornate rimasto da aprire nell’area food del piano podio. Si tratta di Attimi, di Heinz Beck. Mentre esternamente prosegue la sistemazione dei dehors dei punti di ristoro del Centro Commerciale CityLife sulla “terrazza”che si affaccia sul grande “pascolo” del parco.

Ora mostriamo i progressi dell’opera d’arte in realizzazione nei pressi del “pascolo” il grande prato ad ovest del centro commerciale. L’opera pensata da Pascale Marthine Tayou, Coloris, per Artline, è composta da una pavimentazione in calcestruzzo colorato raffigurante il planisfero terrestre su cui sono piantati un centinaio di pali metallici dai colori pastello e dalle dimensioni variabili, tra i 6 e i 12 metri di altezza, e sulla sommità di ognuno di essi è posizionato un uovo. L’installazione dà vita a un’esplosione di colori sia caldi, sia freddi, ma tutti intensi e luminosi che si riverberano sulla città.

Concludiamo questo ennesimo aggiornamento con il nuovo spazio “aperitivo” ricreato all’interno dell’orto fiorito di Piazzale Arduino, si tratta di Gud un nuovo chiringuito in uno spazio molto particolare. Questo chiosco naturalmente è temporaneo, come l’orto, in attesa di sviluppi futuri. Qui doveva sorgere la torre Arduino o Park Tower, rimasta sospesa per la crisi edilizia che ha colpito qualche anno fa.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


8 thoughts on “Milano | Tre Torri – Cantiere CityLife: aggiornamento 9 luglio 2018

  1. Cataro relapso

    Forse all’insegna dobbiamo solo farci l’occhio.

    Anche la dattilografa di piazza Duomo non era il massimo dell’estetica, ma chi di noi non la rimpiange? (almeno tra chi ha abbastanza anni per ricordarsela)

      1. Wf

        A vederle dalle foto le insegne al neon vecchio stile sono molto belle.
        È aggiungono un non so che di antiparruccone a tutta la piazza.
        Molto evocative.

  2. Anonimo

    Qualcuno sa qualche cosa dei campi sportivi che stanno costruendo di fianco ai tennis lato viale Boezio. Per che sport sono? E la famosa serra delle quattro stagioni quando e dove sara’ realizzata?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.