milano

Fondazione Prada

Largo Isarco, 2, Milano, MI, Italia

Situato in un'ex distilleria di gin risalente al 1910 nel complesso industriale Largo Isarco sul lato sud di Milano, la nuova sede della Fondazione Prada è una coesistenza di edifici nuovi e rigenerati tra cui magazzini, laboratori e silos di birra, oltre a nuovi edifici circostanti un ampio cortile.

Il complesso si propone di ampliare il repertorio di tipologie spaziali in cui l'arte può essere esposta. Il progetto consiste di sette edifici esistenti e tre nuove strutture: Podium, uno spazio per mostre temporanee; Cinema, un auditorium multimediale; e Torre, uno spazio espositivo permanente di nove piani per esporre la collezione e le attività della fondazione.

All'interno del perimetro del complesso di Largo Isarco esistevano due strutture autoportanti: una piatta e quadrata e la seconda più verticale. A un attento esame, l'edificio quadrato non offriva interessanti possibilità e fu demolito, consentendo al cortile di diventare un elemento significativo per l'uso all'aperto. Il Deposito, un edificio esistente sul lato ovest del complesso, è adattato all'ingegnosità del curatore: nel suo seminterrato, la collezione della Fondazione è organizzata in un ibrido di stoccaggio rigoroso e esposizione parziale, creando "camere" dove lavoro come una flotta di le auto degli artisti possono essere disimballate o aperte a metà al pubblico.

L'oggetto indipendente ad est della Sala Grande, soprannominato Cisterna, è diviso in tre stanze con tre 'pulpiti' interni collegati ad un balcone esterno. La sua configurazione suggerisce un'esigenza industriale precisa che ora si legge come un ambiente quasi religioso. Il cinema agisce come una cellula autonoma all'interno del composto. Con ampie porte bi-fold, può essere immediatamente collegato al cortile. All'interno, i sedili rastrellati possono essere convertiti in un pavimento piatto, consentendo di utilizzare lo spazio per allestire eventi all'aperto o come ulteriore spazio coperto.

Quattro "case" che si affacciano sul cortile a nord e un giardino abbandonato a sud ospitano gli uffici della Fondazione e le gallerie permanenti. All'interno dei loro confini si trova la 'Haunted House', un edificio esistente con il suo esterno coperto interamente in foglia d'oro. All'interno, la scala intima dei suoi interni genera un ambiente "domestico" per opere specifiche. Adiacente, il podio costituisce il centro del composto, seduto all'intersezione dei due assi perpendicolari attraverso il sito. Questa aggiunta combina due volumi di qualità molto diverse: un podio completamente vetrato senza colonne al piano terra. Riposarsi sopra è un'altra galleria rivestita in schiuma di alluminio, con un motivo a bolle. Entrambe le gallerie offrono ampie aree polifunzionali per mostre temporanee ed eventi.

Situata nell'angolo nord-ovest del complesso, la Torre ospita installazioni site specific, un ristorante, una reception e strutture per gli ospiti. Gli altri piani, con altezze gradualmente crescenti, ospiteranno installazioni site specific e forniranno visualizzazioni alternate del complesso e della città.

Rep Koolhaas Repertorio:

È sorprendente che l'enorme espansione del sistema dell'arte sia avvenuta in un numero ridotto di tipologie per l'esposizione artistica. A quanto pare la soddisfazione di tutti, lo spazio industriale abbandonato è diventato la preferenza di default dell'arte, attraente perché le sue condizioni prevedibili non mettono in discussione le intenzioni dell'artista, rallegrandosi di tanto in tanto con gesti architettonici eccezionali. La nuova Fondazione Prada è proiettata anche in un ex complesso industriale, ma con un'insolita diversità di ambienti spaziali. A questo repertorio, stiamo aggiungendo tre nuovi edifici - un grande padiglione espositivo, una torre e un cinema - in modo che la nuova Fondazione Prada rappresenti un'autentica collezione di spazi architettonici oltre alle sue partecipazioni nell'arte. La Fondazione non è una conservazione progetto e non una nuova architettura. Due condizioni che di solito vengono mantenute separate si confrontano l'una con l'altra in uno stato di interazione permanente - offrendo un insieme di frammenti che non si condensano in una singola immagine, né permettono a nessuna parte di dominare le altre. Nuovo, vecchio, orizzontale, verticale, largo, stretto, bianco, nero, aperto, chiuso - tutti questi contrasti stabiliscono la gamma di opposizioni che definiscono la nuova Fondazione. Introducendo così tante variabili spaziali, la complessità dell'architettura promuoverà una programmazione instabile e aperta, in cui arte e architettura trarranno vantaggio dalle reciproche sfide.

Immagini

Articoli correlati:

Prodotti e materiali

Non sono ancora disponibili informazioni su prodotti e materiali.

Allegati

Non sono presenti allegati.

Progetto di:

Scheda tecnica

ANNO

2018
  • Status

    Costruito