"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Urbanistica: il Comune raccoglie proposte per interventi di urbanistica tattica

Il 12 e il 13 novembre due incontri pubblici per discutere i primi esiti della sperimentazione sulle due piazze pilota. Maran e Granelli: “Invitiamo associazioni e municipi a segnalarci aree in cui replicare il progetto”

Nell’immaginario collettivo sono ormai diventate “le piazze a pois”, tecnicamente si chiamano progetti di “urbanistica tattica”. Piazza Dergano e Piazza Angilberto II da poco più di un mese a questa parte hanno un nuovo look e una ritrovata vivibilità grazie agli interventi sperimentali realizzati nell’ambito dell’iniziativa “Piazze Aperte”, avviata in collaborazione con Bloomberg Associates e il supporto della National Association of City Transportation Officials (NACTO) Global Designing Cities Initiative.

“È stato un cambiamento importante, che ha migliorato radicalmente la qualità dello spazio pubblico e creato nuovi luoghi di socialità per i quartieri – sottolineano gli assessori Pierfrancesco Maran (Urbanistica) e Marco Granelli (Mobilità) -. Stiamo monitorando gli effetti della riqualificazione per capire insieme ai cittadini come poter migliorare i due progetti nella loro versione definitiva. È una  sperimentazione che contiamo di replicare in altre aree della città, per questo invitiamo le associazioni e i Municipi a segnalarci attraverso l’indirizzo piazzeaperte@comune.milano.it possibili luoghi che si prestino ad essere valorizzati con interventi simili a questi”.

Il monitoraggio dei primi 40 giorni della sperimentazione su Dergano e Angilberto II, realizzato attraverso video e sopralluoghi, sta riguardando l’analisi comparata dei flussi veicolari, ciclabili e pedonali, delle velocità di percorrenza e dei modi d’uso degli spazi pubblici e ha già prodotto i primi esiti che gli assessori racconteranno nel corso di due incontri pubblici organizzati per raccogliere dal vivo suggerimenti e impressioni. Inoltre il Comune, supportato dal team di Bloomberg, ha predisposto e già realizzato un centinaio di interviste a campione sulla popolazione per capire i primi orientamenti.

In particolare, per quanto riguarda Dergano la comparazione dei dati raccolti prima e dopo la sperimentazione dimostrano un incremento del 50% del flusso di pedoni lungo l’adiacente via Tartini. L’86% degli intervistati ha espresso parere favorevole alla pedonalizzazione, il 72% ha detto che frequenta di più la piazza, l’84% sarebbe felice che la sperimentazione diventasse permanente. Il 35% ha dichiarato di passare più di un’ora al giorno nella piazza, diventata un punto di riferimento per il quartiere. La preoccupazione principale (51%) riguarda il mantenimento della pulizia e la manutenzione, mentre c’è una grande richiesta (89%) di incrementare il verde e le aree gioco nella fase definitiva. Alcuni cittadini hanno suggerito di riposizionare i tavoli da ping pong ed estendere la pavimentazione colorata a ridosso delle alberature.

Apprezzamento anche per il nuovo look di piazza Angilberto II: il 71% degli intervistati è d’accordo con la  pedonalizzazione, il 52% dichiara di utilizzare più frequentemente la piazza, il 70% vorrebbe che la sperimentazione diventasse permanente. Il 71% dei cittadini è preoccupato per l’incremento del traffico – questione cui il Comune ha già risposto rivedendo i tempi semaforici degli incroci limitrofi – mentre la maggior parte degli intervistati (55%) vorrebbe più verde e aree gioco. Anche qui, i dati a disposizione evidenziano un significativo aumento della presenza di pedoni (30%) e ciclisti (47%), nonché un uso pressoché continuo delle panchine e dei tavoli da ping pong (83%) durante le ore diurne.

Il Comune ha realizzato due videoclip che mostrano l’utilizzo delle due piazze nell’arco della giornata (in allegato).Il monitoraggio su entrambe le piazze  continuerà nei prossimi mesi.

I flussi e gli utilizzi delle due piazze in timelaps

Gli appuntamenti pubblici con gli assessori sono:

– Piazza Angilberto II: lunedì  12 novembre alle 20.30 al Laboratorio di Quartiere di via Mompiani 5 per via Angilberto II.

 

-Piazza Dergano: martedì 13 novembre ore 20.30 oratorio di Dergano, sala Veronelli in via Ciaia 12.

 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


4 thoughts on “Milano | Urbanistica: il Comune raccoglie proposte per interventi di urbanistica tattica

  1. Anonimo

    Non servono i sondaggi per capire che la pedonalizzazione delle piazze è la soluzione migliore per residenti e commercianti.
    Avanti con i progetti definitivi, questa è la direzione giusta.

  2. Anonimo

    Megaspot venuto abbastanza bene. E apoteosi finale col sondaggione dove son tutti felici. La gestione mediatica è stata fatta in modo professionale.

    Adesso però speriamo in “soldi veri” e che almeno si mettano degli alberi e arredo definitivo (cioè non solo le piante nei vasi e la vernice sull’asfalto che fra poco si scolorirà)

  3. Precotto doc

    La repubblica è il corriere sono gli esaltatori di qualsiasi cosa dice il sindaco , probabilmente i giornalisti abitano in zona 1 , non sanno lontanamente come sono ridotte le periferie , probabilmente gli passano le veline e senza uscire dall ufficio, scrivono L articolo

    1. andy77

      Le ronde Padane non sono l’unica soluzione.
      Promuovere la frequentazione di spazi comuni ha due effetti positivi:
      1) la riappropriazione degli spazi e formazione di uno spirito di appartenenza
      2) la limitazione della criminalità
      Spero vivamente che ora si proceda velocemente a limitare il traffico veicolare e ad aumentare la superficie e fruibilità di piazze ed aree pedonali.
      Ora anche i commercianti se ne sono accorti.
      P.S. io vivo in periferia oltretutto vicino alla tua amata Precotto ma questa guerriglia urbana la vedi solo tu e i tuoi amici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.