"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Brera – Riqualificato il palazzo di via Brera 21

Dinanzi alla Pinacoteca di Brera ci sono due palazzine anni 50 costruite dopo le demolizioni avvenute a seguito delle devastazioni della Seconda Guerra Mondiale.
In quel luogo sorgeva il palazzo di Pio IV Medici, incompiuto e opera del Seregni, venne demolito in parte nel 1865 assieme a quello adiacente dei Simonetta; entrambi vennero sostituiti da case borghesi da affitto, neanche brutte tutto sommato, devastate poi nel 1943 e demolite per far posto agli attuali palazzi anni ’50, con notevole arretramento delle fronti su strada. (ringrazio per la precisazione Alessandro Fortuna)

Brera – Palazzo di Pio IV Medici nel 1890

Discutibili quanto si voglia, ma di una certa grazia a mio parere. L’architeto di uno dei due palazzi gemellari è Paolo Chiolini, Edificio Bemberg in via Brera 21 del 1952.

Dopo anni di “abbandono” entrambi gli edifici stanno subendo un rinnovo. Quello a sinistra, Brera 19, dovrebbe essere il futuro W Hotel, anche se i lavori sono fermi da diverso tempo. Mentre per il palazzo a destra i lavori sono quasi ultimati. Esternamente hanno modificato i contorni delle finestre e le finestre stesse, cambiando gli infissi e applicato delle cornici in materiale rosso.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.