"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Domodossola – Ma tutto quel catrame???

Vigorelli

Da quest’immagine aerea si vede quanto spazio lasciato al catrame e quante siano le piante superstiti.

2017-02-18_Vigorelli_1 2017-02-18_Vigorelli_2

L’area dove era stato allestito il capo logistico per la linea 5 è stato asfaltato e presto diventerà un banale parcheggio collegato al restaurato Velodromo Viorelli.

E noi che si sperava in un intervento degno di attenzione, sia per il contesto, sia per l’ambiente e sia per la bellezza urbana, con grandi aiuole a prato e alberature, ed invece ecco la grande colata di catrame. Certo, forse i parcheggi servono sempre, ma almeno se in tutto questo terreno avessero piantato filari di alberi tra un’autovettura e l’altra, non sarebbe stato molto meglio? Adesso, vedendo quelle quattro (undici per la precisione) piante superstiti da prima che venisse realizzato il campo logistico per la linea Lilla, proviamo un po’ di pena nel vederle immerse in tutto questo asfalto abbastanza desolante, possiamo solo immaginare in estate cosa non diventerà.

A volte basterebbe veramente poco e un po’ di buon senso e voglia di fare.

2017-02-18_Vigorelli_3 2017-02-18_Vigorelli_4

 

 

2017-02-18_Vigorelli_10


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


10 thoughts on “Milano | Domodossola – Ma tutto quel catrame???

  1. Anonimo

    Davvero un’occasione persa. I parcheggi in superficie dovrebbero essere costantemente ridotti, non aumentati, solo così si limitano le auto. A due passi c’è un hub metro/ferrovia molto importante, quell’area poteva essere usata meglio per la città, e non solo per la solita privilegiata categoria degli automobilisti.

  2. GetFuzzy

    Gli altri utenti della strada, l’estetica e la socialità possono essere sempre sacrificati per dare altro spazio alle auto, ovviamente…

  3. alberto tadini

    sarò cattivo e maligno ma ritengo che la colata di catrame sia più che voluta per facilitare la “pulizia”: con il catrame basta mettere un bel divieto di sosta e si manda una di quelle spazzatrici di amsa che in mezz’ora spazza (male) il posto.
    Con alberi, aiuole, pavè e un parcheggio fatto bene e un po’ verde ci vuole una squadra di persone con ramazza eccetera. Vuoi mettere il risparmio?

  4. anemomylos

    assurdo, schifo totale per fortuna un giorno reversibile. Per il vigorelli bastava lasciare 5 posti per disabili, gli altri vengano con la metro o col treno che sono a due passi

  5. Renato S.

    Banalmente. Con burocratica pignoleria la società M5 ha restituito l’area come l’ha trovata., a termini di contratto. E nessuno dei geometri comunali ha detto parola, nel timore che Astaldi facesse pagare pure il catrame nuovo, visto che quello che ha trovato era usato…

  6. iboi

    la vera occasione persa è stato far saltare il restyling del vigorelli, ormai troppo vecchio e fuori luogo se si paragona a tre torri…

  7. dammatra

    non capisco, c’e’ un centro sportivo e lo vogliamo lasciare senza un parcheggio?

    guardate che siamo sulla terra, non su marte.

    1. lorenzo lamas

      Un parcheggio ? per cosa ? Piuttosto poteva essere un mega bikesharing a più piani. Forse fino a 5 piani si poteva arrivare. Oppure 4 più rialzo.
      Comunque, il parcheggio potevano pure farlo un poco più carino. No?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.