"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Zona Tre Torri – Lavori all’antenna Rai del Dritto

2015-12-27_Torre_Isozaki_1

Foto Marzio C.

 

Da qualche settimana sono iniziati i lavori di installazione delle strutture radianti che trasformeranno dal “pennone” posto sulla sommità della torre Isozaki-Allianz nel nuovo traliccio di emissione Ray Way. Con i suoi 207 metri di altezza effettiva dal piano stradale, la torre Isozaki è l’edificio più alto d’Italia al tetto; con l’antenna la sommità arriva a misurare ben 247 metri, risultando il sesto edificio più alto nella Comunità Europea.
Su questa postazione sono in fase di trasferimento i segnali radiofonici in FM (nella misura di otto dipoli complessivi) attualmente operativi dalla storica torre Rai di Corso Sempione, mentre le emissioni televisive VHF e UHF resteranno in Sempione; i dipoli tv già tempo fa approntati avranno infatti per il momento la semplice funzione di “gap filler”, cioè andranno a coprire i coni d’ombra creati dalla torre Isozaki nelle sue più o meno immediate vicinanze.
L’installazione sarebbe praticamente terminata e sarebbero in corso i primi collaudi.
Chi si aspettava nello spegnimento totale della postazione di Corso Sempione, considerata in passato inquinante dal punto di vista elettromagnetico per la forte concentrazione di emissioni radio-tv a quota relativamente bassa, dovrà purtroppo ricredersi, almeno per ora.

 

2015-12-27_Torre_Isozaki_2

2015-12-27_Torre_Isozaki_4

Foto Marzio C.

 

2015_Antenna_RAI_Isozaki_1

Foto Roberto Di Bari

2015_Antenna_RAI_Isozaki_2

Foto Roberto Di Bari

2015_Antenna_RAI_Isozaki_3

Foto Roberto Di Bari

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.