"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Ecco la Giunta Sala

Il Sindaco Giuseppe Sala ha annunciato ieri mattina i nomi degli assessori che comporranno la nuova Giunta comunale, composta da 12 nomi: 7 uomini e 5 donne.

A seguire l’elenco e le deleghe.

Anna Scavuzzo – Vicesindaco con delega all’Istruzione

VICESINDACA ANNA SCAVUZZO

Roberto Tasca – Bilancio e Demanio

ROBERTO TASCA

Pierfrancesco Maran – Urbanistica e Verde

PIERFRANCESCO MARAN

Marco Granelli – Mobilità e Ambiente

MARCO GRANELLI

Roberta Cocco – Trasformazione digitale e Servizi civici

ROBERTA COCCO

Cristina Tajani – Commercio, Attività produttive e Lavoro

CRISTINA TAJANI

Roberta Guaineri – Turismo, Sport e Tempo libero

ROBERTA GUAINERI

Carmela Rozza – Sicurezza

CARMELA ROZZA

Pierfrancesco Majorino – Politiche sociali e Diritti

PIERFRANCESCO MAJORINO

Filippo Del Corno – Cultura

FILIPPO DEL CORNO

Gabriele Rabaiotti – Lavori pubblici e Casa

GABRIELE RABAIOTTI

Lorenzo Lipparini – Partecipazione e Open data

LORENZO LIPPARINI

Il Sindaco terrà le deleghe a Partecipate, Promozione internazionale e Periferie. Per quest’ultima, in particolare, avrà il supporto di Mirko Mazzali.

Mario Vanni è stato indicato come Capo di Gabinetto del Sindaco. La sua nomina sarà ratificata nel corso della prima seduta di Giunta.

 

CAPO DI GABINETTO MARIO VANNI

 


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


10 thoughts on “Milano | Ecco la Giunta Sala

    1. robertoq

      Personalmente son felice di vedere un Architetto ai Lavori Pubblici. E poi Rabaiotti è anche una persona estremamente preparata ed intelligente.
      Mi piace meno un politico all’Urbanistica, ma mi rendo conto che non poteva certo restare alla mobilità e che poi l’Urbanistica sarà decisione collegiale di tutta la giunta.

  1. Alex

    Scelta deludente.
    Mi aspettavo novità di rilievo, idee nuove e fresche. E io che speravo in altro. È come aprire un nuovo pacchetto di figurine e ritrovarti quelle che già avevi.

      1. Alex

        io la vedo diversamente.
        Trovo che il lavoro portato avanti dall’ultima giunta sia stato il minimo indispensabile.
        Non bisogna ambire alla sufficienza, ma all’eccellenza. Bisogna avere il coraggio di pensare in grande per raggiungere risultati di rilievo.
        Comunque spero davvero di sbagliarmi! Voglio credere che il nuovo sindaco abbia una visione ambiziosa per la città!

  2. Adriano

    Carmela Rozza, una che imbratta le auto anzichè usare i mezzi della giustizia.
    Chissà se andrà mai dai suoi amici imbrattamuri che l’hanno votata a dire di finirla, a no perchè poi perde i voti, allora fai così continua a ripulire i muri dopo che li hanno sporcati così sei contenta che almeno hai qualcosa da fare.

    Sveglia….metti più telecamere e controlli e quando li becchi devono ripulire la citttà per almeno se 6 mesi a gratis questo vuol dire sicurezza e giustizia e non imbrattare le auto….
    E interviene contro chi in queste settimana sta scalando i monumenti di milano mettendo a rischio la propria incolumità, quella degli altri e dei monumenti stessi in zona navigli.

    Rozza la Rossa scelta vergognosa un infermiera alla sicurezza mah…

    1. robertoq

      Ma non si può giudicare così le persone… Allora che dire del fatto che Sala come sue delegato per le Periferie si è preso un Avvocato che vive in Zona 1 e che ha passato la vita a difendere chiunque avesse “a che fare con la giustizia, per riaffermare i propri diritti e quindi, gli studenti che manifestavano per una scuola giusta, gli operai a difesa del posto di lavoro, i migranti che cercavano di fuggire alla guerra ed alla povertà.” (verbatim dal suo profilo pubblico, chi abita in periferia sa cosa significhi in concreto…).
      In realtà penso che Sala abbia visto giusto a mettere persone che non la pensano necessariamente come lui in ruoli chiave, dove dovranno “sporcarsi le mani” – e non rimanere alla finestra a pontificare.

      1. Adriano

        Io giudico in base alle cose fatte da questo personaggio, chiaramente fuori da ogni regola.Una che fa quello che ha fatto, andrebbe tolta da qualsiasi ruolo pubblico, non si premia chi non è capace a tenere a bada i propri instinti.

        Sono le classiche persone che se non gli stai a genio hai finito di vivere.

        Attenti automobilisti…non posteggiate sui marciapiedi altrimenti Rozza la vendicatrice mascherata vi imbratterà la macchina…ahahah…
        E fatevi due risate ogni tanto..grigioni..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.