"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Eventi: in alcune vie il Natale non esiste

In questi giorni noi di Urbanfile stiamo facendo un po’ di giri per Milano e ci siamo resi conto che in molte vie l’illuminazione natalizia non esiste. Grande esempio su tutti è Corso Vittorio Emanuele. Forse anche lo scorso anno mancavano le luminarie, ma non vorremmo sbagliarci. Possibile che le associazioni commercianti non abbiano trovato un accordo per addobbare le strade? A volerla dir tutta, in questo periodo si celebra anche la Festa della luce, ricorrenza che, sin dall’antichità, si prefiggeva di richiamare il sole, marcando il solstizio d’inverno e quindi il momento in cui le giornate tornano ad allungarsi. Insomma, un peccato davvero. Luci pertanto del tutto assenti ma pure luminarie spesso mediocri dove invece sono state approntate, decorazioni ben lontane da ciò che troviamo altrove, come Torino e Como, due tra le numerose città italiane che vantano profonde tradizioni in questo senso. Ci aspetteremmo qualcosa di più da una città come Milano, che si vanta d’essere la capitale del design.

Lo scorso anno era capitato a Via Torino e Via Orefici di trovarsi completamente prive di luminarie natalizie. Oggi – dicevamo – Corso Vittorio Emanuele. Anche Corso Buenos Aires parrebbe essersi data al risparmio: modestissime e sbiadite decorazioni luminose alternate ai soliti brutti striscioni pubblicitari. Forse si salvano le vie della moda, ma non è troppo poco?

Che dire, infine, della guglia e del tiburio del Duomo? Questa sera, festività dell’Immacolata, la sommità della Cattedrale era completamente al buio. Un po’ triste, a nostro avviso.

2016-12-08_duomo_corso_vittorio_emanuele_1 2016-12-08_duomo_corso_vittorio_emanuele_2 2016-12-08_duomo_corso_vittorio_emanuele_3

 

2016-12-08_corso_buenos_aires_natale_1

Corso Buenos Aires e le scarse luminarie inframezzate dai soliti teli pubblicitari

 

Sotto le luminarie di via Monte Napoleone e del Quadrilatero

2016-12-08_natale_via_monte_napoleone_1 2016-12-08_natale_via_monte_napoleone_2 2016-12-08_natale_via_monte_napoleone_3

 

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


14 thoughts on “Milano | Eventi: in alcune vie il Natale non esiste

  1. -Ale-

    Vista la folla che c’era ieri (e immaggino che ci sarà per tutto questo ponte), penso che a molti non importi della luminarie. Ieri la zona Duomo era affollatissima e non ricordo che negli anni passati ci fosse un tale movimento.
    Un vero peccato però che con un pubblico così vasto non si riesce a stupire i visitatori con luminarie di livello. Occasione mancata.

    1. robertoq

      Secondo me se ci pensi bene c’è un rapporto diretto tra qualità delle luminarie e del clima natalizio e tipo di gente che affolla le vie.

      Non voglio fare lo snob, ma ieri pomeriggio in Corso Vittorio Emanuele c’era ressa ma non c’era di certo la crema della crema. Che è vero che non c’è mai stata nei giorni di festa, ma deprimente così non me la ricordavo: Forse però era solo perché c’eran così tanti altri posti bellissimi dove girare in città. Puliti ed illuminati bene.

    1. robertoq

      Hai assolutamente ragione, ma di Commercianti in Corso Vittorio Emanuele non ce ne sono più: son tutte Multinazionali del Franchising con sede chissà dove e negozi dappertutto. Il pollo che spende due soldi in Corso Vittorio Emanuele lo trovano sempre, sai che gli importa di spendere per due luci nella via….

  2. Alessandro

    Concordo pienamente. O non ci sono o sono ridicole per una città come Milano per poter coprire al meglio il periodo del turismo pre-natalizio e far concorrenza alle altre città europee.

  3. Fabrizio

    Ultimamente a Milano cominciamo a “tirarcela” un po’ troppo di come sarebbe super migliorata la città.. poi in corso Vittorio Emanuele manco uno straccio di luminaria.. che tristezza !

  4. -Ale-

    Oggi questo articolo di UF è stato citato del Corriere della Sera.
    Ieri, quello su via Vigevano era richiamato dalla Repubblica Online.
    Ottimo lavoro UF!

  5. Anonimo

    i commercianti non c’entrano nulla, si paga 200/250 a vetrina per le illuminarie tutto a carico dei negozianti ed il contributo del comune e’ pari a zero. Le grandi catene non partecipano non sono interessate quindi il costo ricade tutto sui piccoli negozi. Parlo per esperienza ho un negozio in una via centrale per anni ho pagato pure per i furbetti che non hanno mai tirato fuori un centesimo e ora mi sono stancato.

    1. Adriano

      Colpa del comune che non organizza la cosa, sarebbe sufficiente che organizzasse la gestione delle luminarie per i commercianti delle vie centrali…e poi mettergli una piccola tassa anche se i commercianti non vogliono così dovrebbero tirare fuori meno di 200 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.