"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Darsena – Arrivati i nuovi contenitori per la differenziata

Amsa ha istallato in Darsena a gruppetti di quattro, i nuovi cestini o meglio raccoglitori per la raccolta della differenziata. Così troviamo affiancati quattro scatolotti colorati: blu per la carta; giallo per plastica e metalli; verde per il vetro.

Con questo, si spera che la gente che si riversa sul “porto” sia coscienziosa e getti i rifiuti, specie le bottiglie di vetro, negli appositi “cestoni”.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Con l’affermarsi dei Social Network, che richiedono sempre una maggiore velocità di aggiornamento, Urbanfile è stato affiancato da un blog che giornalmente segue la vita di Milano e di altre città italiane raccontandone pregi, difetti e aggiungendo di tanto in tanto alcuni spunti di proposta e riflessione.


8 thoughts on “Milano | Darsena – Arrivati i nuovi contenitori per la differenziata

    1. Enchanted Avenger

      Lì hanno fatti pellicolati apposta, come quelli verdi cubici. La pellicola viene cambiata periodicamente, quindi, anche se vengono imbrattati, le scritte rimangono per poco.

  1. -Ale-

    Bene, buona iniziativa. E non è da poco che hanno cercato di farli con uno stile specifico per la Darsena… hanno avuto un minimo di attenzione, cosa che non sempre accade. Bene.

    Ma ad essere precisini, come UF ci insegna, esteticamente li avrei prefieriti con un colore simile a quello dei muri della Darsena, meno impattanti. Lssciando comunque ben evidenti i colori relativi alla differenziata (giallo, blu e verde). Dettagli…

  2. P. R

    Ne Bastavano due.. Uno per i materiali riciclabili e uno per il resto, come avviene in tutto io mondo.
    Cmq, spero almeno che sul rifiuto generico non abbiano scritto “indifferenciated” invece di “Waste”, come era successo ad EXPO!!

  3. Anonimo

    Giusto che ci sia la raccolta riciclata. Fa comunque specie che metà sia dedicata al vetro, la cui vendita li è vietata per motivi di sicurezza.
    (tra l’altro se è vietata la vendita dovrebbe essere pure vietato portarceli i contenitori in vetro, ma siamo in Italia e quindi probabilmente si aspetta che ci sia qualche incidente per prendere una posizione seria sul tema, “incidente” che ovviamente si spera non ci sarà mai)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.