"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Derganino – Nuova costruzione in via Maffucci: Tower Garden

In via Maffucci 10 si trova, ancora per poco, un palazzo costruito negli anni Settanta del Novecento che presto cederà il posto ad una nuova costruzione residenziale.

Si tratta del progetto Tower Garden, una torre di 10 piani caratterizzata da grandi terrazzamenti che consentiranno di avere su ogni balcone un piccolo spazio verde.

Ci troviamo nella zona un tempo chiamata Derganino, frazione di Dergano (oggi conosciuta anche come Lancetti), a due passi dalla fermatadel passante Lancetti e dalla bellissima Parrocchia dei S.S. Giovanni E Paolo, opera di Luigi Figini e Gino Pollini del 1967.

Non sembra male, qui trovate altre informazioni.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Derganino – Nuova costruzione in via Maffucci: Tower Garden

  1. Alex

    Tower Garden chissà cosa mi aspettavo. Un altro bosco verticale invece di questa ciofeca.
    Ma poi perché il piano terra non lo adibiscono a uso commerciale con qualche negozio o ristorante ?

    1. Anonimo

      A me non sembra per niente una ciofeca, anzi!

      Le spese di condominio di un concetto come il “bosco verticale” le lascio volentieri a chi se le può permettere (o alla paghetta dei suoi genitori)
      Quanto ai ristorantini al piano terra, sono deliziosi. Specie se non abiti al primo piano proprio sopra (te lo dice uno che al primo piano – per motivi di budget – ci abita….)

      1. Anonimo

        Va be’, non e’ che se nei render ci metti quattro piante sui balconi ti diventa il ”bosco verticale”(che comunquanne ne avrà otto, d’inverno poi e’ tristissimo…) Tutto sommato concordo che sembra un palazzo piu’ che dignitoso, ecco non l’avrei chiamato Towergarden.

        1. dealnei

          citazione :”Le spese di condominio di un concetto come il “bosco verticale” le lascio volentieri a chi se le può permettere (o alla paghetta dei suoi genitori)” beh questo non mi sembra un palazzo nel quale abiterà gente con problemi economici concordo che chiamarlo tower comunque……..

  2. Joe

    Ma con tutti i colori che l’arcobaleno suggerisce a qualunque architetto, perché utilizzzare il colore più orrendo che ci sia in natura (ossia il grigio)? Ma cosa porta un laureato in architettura a scegliere il grigio? Quale alto pensiero sociale, intellettuale e morale porta a scegliere il maledettissimo e tristissimo grigio? E basta con ‘sti pagliacci: mandiamoli via da Milano a pedata nel popò

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.