"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Garibaldi – Il palazzo in abbandono: e ora?

Qualche mese fa l’edificio ferroviario di via Giuseppe Ferrari 10 e 12 a Porta Garibaldi venne sottoposto ad un intervento di messa in sicurezza con l’eliminazione della parte di rivestimento con piastrelline a mosaico delle facciate.

Dopo oltre due mesi la strada è ancora interdetta e sull’edificio non si vede nessun altro intervento.

Non si sa ancora se verrà riqualificato in qualche modo o demolito definitivamente.

Si tratta di un edificio per uffici e servizi tecnici delle Ferrovie Italiane che venne realizzato con ogni probabilità tra il 1956 e il 1963 assieme all’edificio passeggeri della Stazione Garibaldi progettata da Giulio Minoletti, E.Gentili Tedeschi e M.Tevarotto. 




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


17 thoughts on “Milano | Porta Garibaldi – Il palazzo in abbandono: e ora?

  1. arkilario

    Edificio isolato, non ha senso ripristinarlo o costruirne un altro. L’occasione buona per demolirlo.
    Essendo proprietà delle FFSS non sarà difficile trovare un qualche accordo per la volumetria.

  2. Milanese

    Spero non venga demolito ma riqualificato, adoro le case dell’architetto Gentili Tedeschi, sono cresciuto accanto ad una di esse e posso “testimoniare” che era un eccellente architetto tale che gli edifici da lui disegnati dovrebbero essere vincolati

  3. davide bassini

    L’edifico in questione non è per niente un obbrobrio. Da l’impressione di essere orrendo perché versa in condizioni pietose ma la sua struttura a stecca, tipica degli anni 50/60 con linee pulite e razionali e vetrine sul livello stradale ha un suo valore architettonico. Certo andrebbe restaurato completamente con nuovi infissi, nuovi materiali di rivestimento ed un colore consono. Purtroppo è di proprietà delle ferrovie Italiane, per cui se e quando si decideranno a restaurarlo, faranno sicuramente una porcata.

  4. Milanese

    Non ho capito: è anche quell’edificio di Gentili Tedeschi o solo la stazione?

    (Tutti gli edifici anche i più belli cadono in rovina se abbandonati a loro stessi)

  5. davide

    Tutto ciò che e’ di competenza fs in questo paese, è destinato a inesorabile degrado, abbandono e spesso ad occupazione abusiva.

    Una vera merda!!!

    1. Anonimo

      Sergio, dài, veramente: fa schifo. non vivo circondato di ikea, (che comunque non è indice di bruttezza) ormai è un rudere. magari nel suo massimo splendore poteva avere il suo perchè, ora sono solo macerie in equilibrio.

  6. Wf

    Ma non é quello dove ci devono fare una nuova Esselunga?

    Cmq non è malaccio se fosse nuovo ristrutturato… ha linee molto moderne e eleganti del 900

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.