"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Bicocca – Cantiere via Chiese e Viale Piero e Alberto Pirelli: febbraio 2020

Un aggiornamento dal cantiere misterioso di Viale Piero e Alberto Pirelli angolo via Chiese.

A distanza di anni dall’inizio dei lavori, 2018, è incredibile come non siano ancora stati diffusi i rendering di cosa verrà costruito in questo lotto. Intanto gli edifici sono giunti alla sommità e si incomincia a scorgere qualche altro dettaglio. Si tratta per ora di un lungo blocco di circa 12 piani lungo il viale Pirelli e una torre isolata quasi in via Stella Bianca.

A questo punto attenderemo la conclusione dei lavori.

Intanto si scorge anche l’altro edificio in costruzione sempre nello stesso lotto che affaccia su via Stella Bianca.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


7 thoughts on “Milano | Bicocca – Cantiere via Chiese e Viale Piero e Alberto Pirelli: febbraio 2020

  1. Adriano

    Da quello che ho sentito dai residenti in zona trattasi di un abuso edilizio per quanto riguarda le altezze, in sostanza non potevano costruire i palazzi così alti perché nella sede di Pirelli ci sono rilasci di fumi dovuti ai test sui materiali e quindi l’altezza non poteva superare l’edificio di fronte.
    Quindi può darsi che a causa di questo ‘sopralzo’ lavori siano stati bloccati e quindi non ci sono rendering in merito.
    Si tratta se non sbaglio del solito Caltagirone che non é nuovo a costruzioni fuori dalle regole.
    Sono voci di quartiere quindi potrebbe non essere così.
    Se qualcuno ha qualche fonte o sa cosa sta succedendo lo scriva..

  2. Anonimo

    Sono costruzioni di Caltagirone. C’è una questione relativa a oneri di urbanizzazione non versati, che è usata, da parte del costruttore, per la richiesta di modifica della destinazione d’uso a Hotel.

    XXX

  3. Anonimo

    Senza idea di verde, spazi pubblici, estetica. Con tutti gli architetti bravi che abbiamo a Milano continuiamo a fare orrori del genere!! Assurdo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.