Milano | Trasporti – Estensione M1 a Baggio: pubblicato il bando europeo

È stato pubblicato il bando europeo per l’affidamento dei lavori per il prolungamento della linea “rossa” da M1 Bisceglie fino a Baggio: 3,3 km con tre stazioni, Parri-Valsesia, Baggio e Olmi. L’importo è di oltre 433 milioni di euro. L’inizio delle opere è previsto nel 2025 e la durata sarà di 5 anni e mezzo. Si tratta di un prolungamento particolarmente importante perché consente di connettere quartieri popolosi e in forte crescita in un’ottica di mobilità sostenibile.

Il progetto, realizzato da MM Spa, che è anche stazione appaltante, presenta alcune soluzioni innovative. Tra queste la prevenzione incendi con tecnologie all’avanguardia capaci di garantire i più alti livelli di sicurezza. Inoltre, il progetto è stato sviluppato impiegando la metodologia BIM (Building Information Modeling), con un approccio integrato di tutti gli elementi progettuali delle opere modellate e quindi con una visione totale sul progetto: non solo sulla sua realizzazione “materiale”, ma anche nell’impatto delle opere sull’ambiente, potenzialmente per tutto il ciclo di vita dell’opera.

Il prolungamento verso ovest della linea M1 si articolerà dall’attuale asta di manovra della stazione Bisceglie con un tratto completamente interrato e comprende tre stazioni (Parri-Valsesia, Baggio e Olmi), sei manufatti lungo la linea e un nuovo deposito dei treni. La galleria sarà quasi interamente realizzata con la “talpa” (TBM), minimizzando in questo modo gli impatti in superficie.

Le aree interessate dalle opere saranno oggetto di un’importante riqualificazione, non circoscritta agli spazi immediatamente limitrofi alle stazioni, con l’obiettivo di riconsegnare alla cittadinanza luoghi polifunzionali e parchi urbani. In quest’ottica si prevede la completa ristrutturazione del Centro Sportivo AICS Olmi.

STAZIONE M1 PARRI

STAZIONE M1 BAGGIO

STAZIONE M1 OLMI

  • Referenze immagini: Roberto Arsuffi
  • Metropolitana, Trasporti, Mobilità, M6, M1, M4, Progetto, Finanziamento
Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

8 commenti su “Milano | Trasporti – Estensione M1 a Baggio: pubblicato il bando europeo”

  1. 5 anni e mezzo di lavori (che poi diventeranno visti i precedenti 6 o 7) per soli 3,3 km? Ma siamo fuori dal melone?? In Cina nello stesso tempo fanno una linea intera di 30-40 Km…

    Rispondi
    • La Cina non fa testo, dai.
      Altre risorse, umane e non, altre regole.

      Certo impiagano parecchio, ma piuttosto sarebbero interessanti paragoni con paesi vicini.

      Rispondi
    • Visti i precedenti, 5 anni e mezzo sarebbe grasso che cola. Non considerando la nuova linea M4 (9 anni, sempre posto che aprano entro il 2024); prolungamento su Pzza Abbiategrasso M2: 7 anni; prolungamento Comasina M3: 8 anni; prolungamento Monza Bettola M1: ad oggi 11 anni, ma non è dato sapere quando sarà completato. Il problema è che le società appaltatrici falliscono nel corso dei lavori e con le lungaggini italiche ci vogliono anni a rimpiazzarle. Al netto del periodo necessario a cantierizzare l’opera, che arriva anche a 10 anni

      Rispondi
      • Avevo appunto in mente la M4: 15,1 km fatti in 9 anni (sempre posto, come dice lei, che aprano a settembre) fanno 1,67 km/anno. Il tratto Bisceglie-Olmi in 5 anni e mezzo (ripeto: magari!) equivarrebbe a
        soli 0,63 km/anno…e consideriamo anche che la costruzione della M4 ha fatto i conti coi ritardi del Covid.

        Rispondi
  2. Siamo lenti ma non prenderei ad esempio la Cina.
    Lavorano 12 ore al giorno senza i diritti fondamentali , spianano interi quartieri deportandone i residenti e se necessario fanno passare la metropolitana in mezzo ai palazzi ….

    Rispondi
  3. Le linee si espandono ad ovest, sud ed est ma la maggior parte della popolazione arriva dal nord di milano, basta guardare la cartina di milano e provincia per notare che il nord è fortemente popolato. Adesso si parla della metrotravia comasina limbiate ma è una grossa perdita di tempo e denaro, serve la metropolitana e il comune di milano beneficerà nel traffico e smog

    Rispondi
  4. Ottimo il prolungamento ma qual’è il destino di questo ramo minore della MM1?

    Il progetto di sbinamento sembra defunto, ma la disparità di carico col ramo principale verso Rho Fiera è evidente e logicamente sempre più spesso si passa a 1:3 anzichè 1:2, con frequenze dilatate specie nei week end. Se diventasse permanente, come è probabile, sarebbe un problema.

    Rispondi

Lascia un commento