"Anche le città hanno una voce" – Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Porta Magenta – La riqualificazione del cinema Orchidea

E’ stato approvato definitivamente (era già stato approvato il progetto di restauro alla fine del 2015) dalla Giunta Comunale l’adeguamento e la ristrutturazione del Cinema Orchidea in via Terraggio 1: la progettazione riguarda l’adeguamento normativo e il restauro dell’immobile, già approvato anche dalla Soprintendenza ai Beni architettonici e dal Ministero ai Beni culturali, per un importo di 1,3 milioni. In particolare, è previsto il recupero del piano interrato dell’edificio con la sistemazione di un bar e la creazione di un’uscita di sicurezza. Sarà inoltre restaurata la sala di proiezione e consolidato il solaio del primo piano.

La sala era stata ricavata dalla mensa di un convento preesistente a sua volta facente parte del palazzo quattrocentesco della famiglia Medici, e all’inizio del secolo scorso era stato aperto con una platea di 200 posti, poi ridotti a 150. Speriamo che l’intervento riguardi anche il bel palazzo quattrocentesco che qui potete vedere in un nostro precedente articolo e del suo piccolo giardino pubblico.

Condividi su:Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on LinkedInShare on Google+Email this to someone



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile.org una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione. Da grande farò il sindaco. Lavoro come Digital Artist presso CowBoys


One thought on “Milano | Porta Magenta – La riqualificazione del cinema Orchidea

  1. Anonimo

    Speriamo che sia l’inizio della riqualificazione di un pezzo di Milano ricca di gioielli per nulla valorizzati come San Maurizio e il museo archeologico, Santa Marie delle Grazie e Sant Ambrogio.
    Nello stanziamento da 1.3 milioni speriamo anche che riescano a farci rientrare la posa di due cartelli che indichino la direzione alle centinaia di turisti che vagano ogni giorno alla loro ricerca.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.