"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

USA a Expo 2015…Eppur si muove!

usa_pavilion_open_expo2010

Il classico commento negativo che viene posto quando si parla di Expo 2015 è: “Non ci sono nemmeno gli Stati Uniti, è una manifestazione che non vale nulla!”. Ebbene, a questo proposito vogliamo fare chiarezza e informarvi su un passo in avanti importante.

Il Dipartimento di Stato americano ha pubblicato una RFP (Request for Proposal) per la “raccolta fondi, costruzione, sviluppo, organizzazione, gestione, smontaggio e rimozione del padiglione USA all’Esposizione Universale di Milano 2015”, la cui scadenza è per il 15 settembre 2013. Questa pubblicazione è indirizzata a “individui, aziende, associazioni e organizzazioni (for-profit e non-profit)” e dimostra l’interesse degli Stati Uniti per la manifestazione e la malafede con cui certi commenti vengono posti.

Il documento che abbiamo citato parla di un padiglione da 2.790 metri quadri (di cui almeno 1.367 a verde o per spazi aperti), 12 metri di altezza massima e di un investimento compreso tra i 25 e i 45 milioni di dollari.

Ma come mai la nazione più importante e ricca del pianeta deve rivolgersi ai privati per la realizzazione del proprio padiglione? Una legge federale non permette al governo degli Stati Uniti di disporre di fondi per manifestazioni quali le Esposizioni Universali e Internazionali e difatti il Dipartimento di Stato specifica che “non è autorizzato e non intende nel futuro chiedere autorizzazione al Congresso per la concessione di fondi federali”.

Ricordiamo inoltre che dal 2001 gli Stati Uniti non sono più membri del BIE (Bureau International des Expositions) e quindi non possono avere un membro nel Collegio dei Commissari Generali nominati per Expo 2015.

La partecipazione statunitense ad Expo 2010 è stata definita da più parti raffazzonata e di basso profilo (in figura il padiglione USA a Shanghai); speriamo nella positiva riuscita di questo progetto, con risultati migliori. Vi ricordiamo che al momento circa l’86% della popolazione mondiale sarà rappresentata ad Expo 2015; con gli Stati Uniti questa quota supererebbe il 90%!

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.