"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Calende 2014: Maggio

La nostra avventura di sciogghiri i carennuli continua, analizzando il meteo dell’Etna, trascrivendolo e trasportandolo per il nuovo anno. Il meteo dei dodici giorni tra il 13 e il 24 di dicembre coinciderebbe, secondo le usanze contadine, al meteo dei dodici mesi successivi. Questo metodo, per nulla scientifico, non è per nulla impegnativo e diverte e, nonostante gli scetticismi, funziona persino. Al conteggio dei dodici giorni possono seguire le calende discendenti, che vanno dal 26 dicembre al 6 gennaio e, come dice la stessa parola, funzionano a ritroso: il 26 prevede dicembre, il 27 novembre, il 28 ottobre e così via, fino all’Epifania (la rivelazione al mondo). La media tra le due calende avrebbe un esito più accurato delle sole calende ascendenti, quelle che per comodità del lettore ci limiteremo ad osservare.

Sulla base del sistema osservato, quindi, il 17 dicembre coincide con il mese di maggio.

La giornata di oggi è stata capricciosa, sull’Etna. Dalla pioggia della primissima mattinata al sole freddo intorno alle prime ore dopo l’alba. A metà giornata pioggia e cielo coperto, salvo poi una schiarita non duratura nel primo pomeriggio, seguita da uno spruzzo di neve e, infine, un piacevole sole privo di nuvole. L’umidità è stata preponderante e costante, mentre il vento freddo ha mantenuto basse le temperature per diverse parti del giorno.

Il mese di maggio è quindi variabile, con precipitazioni maggiori a metà mese, qualche ampia schiarita verso la fine e possibilità di neve. Vento e umido per tutto il mese.

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.