"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Campo Testaccio, il solito pasticcio romano

Ha fatto scalpore qualche giorno fa la notizia di una biscia “a passeggio” vicino alle finestre della scuola materna Paola Biocca di via Galvani. 
Immediate sono state le reazioni, poichè, nonostante l’animale sia innocuo e non velenoso, è certamente il frutto dell’incuria e dell’abbandono in cui versa lo storico Campo Testaccio, adiacente alla scuola in cui si è verificato il fatto. 

Purtroppo è una storia che si ripete molto spesso a Roma: si aprono i lavori per il parcheggio, iniziano i ricorsi, la ditta blocca i lavori e così via a cascata. 

Il cantiere si trascina così dal 2008 ed è ormai diventata una buca ricoperta di vegetazione spontanea e immondizia. 
L’ultima parola spetta al Consiglio di Stato, che dovrebbe pronunciarsi sulla vicenda e mettere fine a questa triste vicenda. 

Nonostante si sia presentato un progetto per la completa sistemazione del campo, sarebbe bello se al contempo si potesse proseguire anche l’originario progetto del parcheggio, anche considerando l’occasione persa nella riqualificazione della vicina piazza Testaccia, in modo da poter alleggerire il quartiere dalle auto in sosta. 

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com


0 thoughts on “Campo Testaccio, il solito pasticcio romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.