"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Sant’Ambrogio – Ma la cura del verde, qui, dov’è?

Siamo passati da piazza Sant’Ambrogio e non abbiamo potuto non fotografare le lunghe aiuole che coronano la passeggiata realizzata solo pochi anni fa a conclusione dei lavori per il parcheggio sotterraneo. Su di un lato si trova un filare di platani piantati in un letto di erba (a dire il vero sono piante più grosse ma ci sfugge il nome), mentre sul lato opposto sono stati piantati cespugli di bosso. Questi ultimi sono completamente secchi e abbandonati. Possibile che spesso manchi un sistema per mantenere le piante nelle nostre aiuole? Basterebbe un po’ d’attenzione in più, anche perché siamo ai piedi della Basilica di Sant’Ambrogio, meta turistica imprescindibile per ogni turista che passi in città.

2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_1 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_2 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_3 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_4 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_5 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_6 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_7 2016-09-07_piazza_sant_ambrogio_8




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


One thought on “Milano | Sant’Ambrogio – Ma la cura del verde, qui, dov’è?

  1. Graziella

    Apprezzo sempre molto i vostri articoli chiari e documentati.
    E’ parecchio che non ho occasione di passare di lì, ma bastano le vostre foto per rendersi conto dello scenario desolante che si presenta agli occhi dei passanti.
    Purtroppo siamo alle solite, la manutenzione è un vocabolo troppo spesso ignorato. Qualsiasi intervento urbanistico non dovrebbe prescindere da questo fondamentale aspetto.
    Vorrei anche sottolineare che la scelta delle piante per le aiuole installate ultimamente(mi riferisco in particolare a piazza Oberdan e piazza Wagner) a mio modesto avviso piuttosto infelice. Danno l’impressione di un campo incolto già da subito, non so cosa aspettarmi in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.