"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Ronchetto sul Naviglio – Una petizione per realizzare una nuova strada

Una strada pensata già negli anni Ottanta, anzi, più precisamente nel febbraio del 1980, pensata per distribuire il traffico dalla Lodovico il Moro alle vie retrostanti più larghe e moderne. Infatti la variante doveva collegare il flusso da e per Buccinasco – Corsico con le vie Famagosta e Faenza attraverso la via Chiodi.

La recente chiusura di via Martinelli per i lavori della M4, ha evidenziato la criticità del traffico sulla Lodovico il Moro. Il completamento, già previsto da troppo tempo ma mai realizzato, tra via Enna e via Chiodi permetterebbe di evitare che il traffico, da e verso la periferia, si riversi lungo il Naviglio Grande provocando code chilometriche e bloccando tutti gli autobus che percorrono questa tratta nelle ore di punta.

Soprattutto a fronte della realizzazione della nuova fermata M4 di San Cristoforo sulla sponda destra del Naviglio, questo intervento appare particolarmente urgente. Pertanto è stata creata una petizione da parte di alcuni cittadini per chiedere al sindaco di realizzare al più presto il tratto mancante che unirebbe le due vie, Enna e Chiodi, snellendo il traffico sulla Lodovico il Moro.

QUI LA PETIZIONE DA FIRMARE

ronchetto_barona_via_enna_chiodi_1 ronchetto_barona_via_enna_chiodi_2 ronchetto_barona_via_enna_chiodi_3 ronchetto_barona_via_enna_chiodi_4 ronchetto_barona_via_enna_chiodi_5 ronchetto_naviglio_1 ronchetto_naviglio_2 ronchetto_naviglio_strada

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


9 thoughts on “Milano | Ronchetto sul Naviglio – Una petizione per realizzare una nuova strada

  1. antonio

    Si secondo me la strada va fatta.. si sacrifica un po’ di verde.. ma sono evidenti i vantaggi.. minor traffico e minor smog sui navigli..
    Inoltre la strada era stata appunto pensata come dice l’articolo… le due estremità ora si interrompono all’improvviso, una verso la campagna e l’altra verso una cascina per fortuna ristrutturata.
    I lati della strada andrebbero poi piantumati come compensazione del verde sacrificato. .

    1. Anonimo

      Terra di veleni, sì: il Comune sa per certo che qui ci saranno da fare «bonifiche significative» nonostante oggi l’area si presenti come uno sterrato scandito da qualche raro alberello. Infine, terra di ricucitura.
      Verde sacrificato nemmeno per idea lì c’erano o meglio ci sono demolitori e scaricatori in odor di ndrine che hanno sversato di tutto oltre a quello che succede al limitar campagna periferia.giostrai compresi in via chiodi

      cento mille volte meglio una strada che questo abbandono quarantennale

  2. robertoq

    Una strada sacrosanta!

    Ricordo che 10 anni fa quando hanno costruito il ponte sul Naviglio, ci fu il solito “Comitato Democratico” che si opponeva alla strada perché avrebbe rappresentato un altro anello della “Gronda Sud” (o una boiata del genere…) ma immagino i membri del comitato sian tutti morti o in casa di riposo adesso e quindi si possa procedere! 😉

  3. CM

    mi chiedo possa essere cambiato dall’80 ad oggi per sperare di vedere un cantiere in via chiodi, se nemmeno la fine della “duomo connection” ha smosso (ormai più di dieci anni fa….) le acque.
    O forse vuoi vedere che i trenini di M4 sono più forte della mafia dei clan siciliani…?

  4. Anonimo

    Sono un rappresentante di un condominio su piazzale negrelli
    e per questa iniziativa c’è il supporto di tutti sulla Lodovico il moro
    dai commercianti agli abitanti sia di milano ma anche di buccinasco e corsico
    non si puo far passare tutto il traffico veicolare tranviario e logistico sulla L. il moro per di più senza possibilità di fuga
    e tra l’altro straordinariamente utile per i mezzi di soccorso che quotidianamente rimangono bloccati per infiniti quarti d’ora in coda

    firme e entusiasmo a volontà per un’opera che sarebbe stata da fare ben prima dell’inizio lavori per m4

  5. Anonimo

    dovrebbe essere fatta il più presto possibile
    solo per far passare i mezzi di soccorso bloccati per minuti inesorabili e urgenti e fondamentali di tutti i mezzi bloccati sulla lodovico il moro

    in due parole fondamentale e urgente

  6. Lorenzo

    Io abito in zona e concordo pienamente con la necessità di snellire il traffico da e per Buccinasco. Ritengo però sarebbe opportuno realizzare una strada in sotterranea e non a raso, evitando così di consumare altro terreno agricolo oltre a quello che verrà sacrificato per la linea 4 del metrò.

  7. Steven

    Scusate ma pur capendo la necessità di snellire il traffico lungo la via ludovico il moro, mi chiedo quale sia il senso di una strada ad alto traffico se i lavori della m4 dovrebbero consentire di diminuirlo una volta conclusi..
    il terreno attraversato – oltre che da bonificare – è comunque un verde di pregio, seppur molto mal tenuto; questa parte di verde ospitava un cimitero, è a ridosso di alcune cascine di valore, ha un suo senso paesaggistico non solo in quanto parte del “parco delle risaie” ma anche perché con pochi accorgimenti rappresenta un verde e un vuoto agricolo di qualità. Non voglio dar l’impressione di voler portare questioni solo di estetica, ma davvero una strada a due corsie per senso di marcia non mi sembra una soluzione. Credo poi che già lì dovrà esser costruito il deposito della m4. A voi ogni commento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.