"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Zona Brisa – Palazzo dei Gorani, alcune novità e impressioni

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_25


L’infinito cantiere di via Brisa/Gorani (sembra non finire mai) si sta sempre più delineando e, come temevamo, si sta rivelando un po’ decontestualizzato. Finalmente hanno completato la balaustra lungo via dei Gorani e svelato anche l’altro reperto archeologico ora racchiuso in una grande teca: si tratta di un frammento di mosaico pavimentale e un’aula absidata di epoca romana (i famosi ambienti del palazzo imperiale). Già da tempo erano stati svelati i primi due, compreso il bellissimo pavone (a dire il vero gli oblò che li proteggono sono anche una barriera che li nasconde alla vista).

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_15 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_17

Questo è il “parterre” lungo via dei Gorani, secondo noi, qui potevano pensare ad un aiuola con del verde e delle piante, invece è solo cemento. Per giunta la “balaustra” marrone già pare usata come orinatoio.

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_182017-01-01_palazzo_gorani_brisa_162017-01-01_palazzo_gorani_brisa_92017-01-01_palazzo_gorani_brisa_112017-01-01_palazzo_gorani_brisa_122017-01-01_palazzo_gorani_brisa_132017-01-01_palazzo_gorani_brisa_142017-01-01_palazzo_gorani_brisa_22017-01-01_palazzo_gorani_brisa_32017-01-01_palazzo_gorani_brisa_4

La balaustra è stata intonacata di marrone scuro e sono stati piastrellati anche gli scalini. Onestamente questa parte non ci piace per niente, così poco attinente con il contesto e immaginiamo sarà preda, come lo è già stato per il muro più alto, di vandali scribacchini. Non una pianta, non un’aiuola da attenuare quel senso di cementificazione che invece risulta.

Manca sempre il famoso portone smontato e da rimontare (forse, perché non ci crediamo più) dell’antico palazzo dei Gorani, riposizionato dov’era ma che sembrerà in bilico come una quinta teatrale.

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_8 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_5

Che dire poi di questo muro che è già preda dei soliti imbrattamuri?

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_6 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_7

In compenso è stato posizionato finalmente, vicino al muro in mattoni rimasto accanto alla torre dei Gorani, il cancello in ferro. Sembra più un vezzo artistico che un vero e proprio cancello. Nei due oblò si possono ammirare i due mosaici romani rinvenuti, peccato al momento siano poco leggibili.

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_21 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_22 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_23 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_24

Insomma, dobbiamo dire che i palazzi, dall’architettura attuale e accattivante in questo contesto a stento ci azzeccano, stanno bene solo con la torre medievale con la quale creano un contrasto pazzesco, ma onestamente dobbiamo dire che pur essendo case di pregio, non hanno balconi o terrazze, un peccato secondo noi.

2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_19 2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_20

Noi avremmo ricucito la vecchia cortina su via Gorani, ricreando il contesto per inserire (anche in chiave moderna) il vecchio portale seicentesco anziché realizzare quel muretto che non ha scopo se non quello di essere imbrattato con le solite tag.

Altro accorgimento che avremmo gradito sarebbe stato quello di rendere la parte settentrionale della nuova piazza con al centro la torre restaurata,più verde, con piante, cespugli. Così pare possa servire unicamente per i mercatini. Qui l’ultimo nostro articolo.


2017-01-01_palazzo_gorani_brisa_26


Urbanfile utilizza mappe basate su dati ©️ OpenStreetMap contributors

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


10 thoughts on “Milano | Zona Brisa – Palazzo dei Gorani, alcune novità e impressioni

  1. fab

    “pur essendo case di pregio, non hanno balconi o terrazze”

    Sono andato a vedere gli appartamenti. La casa sulla piazza antistante la torre non ha balconi, è vero, ma soprattutto non si possono aprire le finestre!!! L’immobiliare dice per questioni estetiche. Gli appartamenti sono, come sempre negli ultimi anni, tagliati male, con poche luci. Mettiamoci anche la mancanza di verde nella piazza. Inoltre ostano un occhio della testa, indipendentemente dalla capacità delle proprie tasche: non ha senso pagare uno sproposito e non poter aprire le finestre!!!

  2. Claudiogi

    Ho sempre considerato questo intervento edilizio in modo negativo ma devo dire che la parte su Via Gorani è semplicemente terribile. Una orrida distesa di cemento che stravolge completamente un bell’angolo della nostra città. Salvo solo il restauro della Torre dei Gorani, seppur ahimè annegata in un mare di pietra, e l ‘originale giardino. Per il resto penso si possa parlare di uno sfregio in una parte storicamente importante di Milano.

  3. a.

    A parte il muro orrido usato per pisciare, tutto il resto non mi sembra cosí male. Dalle foto intendo. Certo fare un parchetto invece che cemento forse avrebbe ingentilito il contesto con quella torre storica x noi milanesi

  4. GetFuzzy

    A me quello che fa arrabbiare è che laddove sarebbe bastato dare aria a tutto quello spazio abbattendo ogni sorta di barriera visiva – in modo tale da creando una vera piazzetta (con prati curati e la torre in mezzo, valorizzata e illuminata degnamente) – si è invece proceduto a “chiudere” ulteriormente la zona…creando barriere, muri, dislivelli e ostacoli visivi (pure le siepi, altissime!)

    Non discuto dell’alta qualità architettonica degli edifici, ma…con tutti gli angoli ciechi e tutte le non-soluzioni che ha, questo luogo non riesco proprio a percepirlo come “piazza”. Non è funzionale manco per fermarsi un attimo a leggere un libro. Mi spiace, ovvio che sia meglio del parcheggio che c’era prima, ma personalmente ora pare più uno slargo dallo stile “scarabocchioso”, opera di qualche tecnico che voleva sbizzarrirsi e cacciarci dentro un po’ di tutto…

  5. Anonimo

    Sinceramente penso che la zona abbia fatto un enorme passo in avanti. La trovo rilassante ( ricordiamoci che siamo nel cuore di milano ) e se avessi il portafoglio abbastanza profondo penserei seriamente ad un acquisto. ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.