"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Farini – Due rendering per lo Scalo

A breve sarà inaugurata la mostra sui lavori per gli scali ferroviari, argomento molto importante per Milano. Infatti saranno esposti nei giorni del Fuorisalone. Dal 3 al 9 aprile, al Fondo Corsa, di fianco alla passerella Biki a Porta Genova, sarà allestita una grande mostra aperta alla città che esporrà gli scenari realizzati dai cinque studi di architettura che hanno partecipato al workshop di dicembre.

Uno di questi lo possiamo vedere in anteprima, si tratta di due rendering per lo Scalo Farini… molto interessanti. Purtroppo ancora non conosciamo l’autore del progetto.




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


26 thoughts on “Milano | Farini – Due rendering per lo Scalo

    1. Graz

      Il pericolo maggiore è proprio quella mentalità ‘ottusangola’ come tu, simpaticamente la definisci e che esiste, ben irradicata in alcuni…29 ‘addetti’.

    1. Graz

      Qualsiasi cosa sembrino, quelle due torri sono davvero bellissime…un’idea molto accattivante..Mi auguro la si prenda in considerazione.

  1. Apteryx

    Secondo me è importante che vengano interrati i binari per ricucire i margini della città.

    PS e poi un bel 300+ metri

  2. a.

    si belli. Ma chi ci mettete dentro quei grattacieli ? Un pò di buon senso….Ancora non si sa quando terminano Libeskind, Mg22 e Unipol Tower. Io credo che se non ci sono imprese …non costruiscono ste bestie bellissime

    1. Graz

      Le Imprese vanno dove ci sono, le ‘bestie’ bellissime. Se invece vedono prati incolti, le Imprese ovvio che non arrivano. Si cominci a farli…Sono il biglietto da visita della città!

  3. Enchanted Avenger

    È bello vedere che c’è ancora gente che si gasa per una torre di 300 m quando nel mondo se ne progettano di alte 1.500….

    Pensavo che dopo le medie di smettesse di giocare a chi piscia più lontano…. l’importante è che l’architettura sia di qualità, non che sia alta o bassa.

    1. robertoq

      Io per una torre da 300 metri mi gaso eccome!
      In fondo se si son gasati a Londra per lo Shard (309m) posso supergasarmi io, visto che a Milano di grattacieli ne abbiamo 4 in croce…

  4. wf

    Pero un’altra torre alta incide più che altro sul profilo skyline della città.
    E non è affatto un brutto effetto..
    Più che la torre in sé..

    1. Graz

      Esatto…specialmente se belli come quelli del 2° rendering, incidono sullo skyline..che è una sorta di biglietto da visita di una città.

  5. Dado

    Direi ottima la scelta di piazzare i grattacieli proprio di fronte al cimitero: vista meravigliosa per i residenti e senso di pace per i defunti. Inoltre sapere di essere circondati da persone pure da morti deve essere una sensazione straordinaria per i defunti e per i parenti in vista.

    1. Graz

      Perchè fare del sarcasmo???…Come se i grattacieli fossero uno sgarbo..costruzioni ‘irrispettose’..Sono solo….alti….non ‘blasfemi’ o ‘diabolici’…sono semplicemente costruzioni alte.

  6. CM

    ho apprezzato l’idea di continuità verso la bovisa, o almeno così appare, però mi chiedo se sia il caso di riciclare i vecchi magazzini al centro dell’area.
    Mancherebbe l’acqua…., ma mi sembra un buon punto di partenza.

  7. Anonimo

    Belli, brutti, alti, bassi….
    In ogni caso tra il dire e il fare c’è di mezzo un mare di fattori, utilità e burocrazia in primis.
    Il curvo, ad esempio, perché è fermo al piano zero? Han finito i soldi o i timbri? Mi sa la seconda che ho detto!!
    Spero di fare in tempo a vederli da qui, e non dal citato Monumentale!!
    🙂
    FM

  8. robertoq

    Adesso potete dirlo: i rendering così futuristici e carini erano un pesce d’aprile fatto da voi?

    Mentre al Fondo Corsa dal 3 Aprile vedremo le solite torri con le finestrelle asimmetriche in 50 sfumature di grigio piene di alberi da rendering e gente felice in una mattina di primavera che fa jogging e va in bici?! (come da stucchevole iconografia di Immobiliarista 🙂 )

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.