"Anche le città hanno una voce" — Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Pasquirolo – Inaugurate piazza Beccaria e largo Corsia dei Servi

Inaugurazione piazza Beccaria

Si è concluso con un importante lavoro di restyling il percorso di valorizzazione di Piazza Beccaria, iniziato nel 2012 con la pedonalizzazione della piazza e del tratto di via compreso tra l’ingresso di Palazzo del Capitano e il percorso che conduce a Corso Vittorio Emanuele. Questa mattina la nuova piazza e largo Corsia dei Servi sono stati visitati dal Sindaco Giuseppe Sala e dell’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran.

L’intervento ha riguardato circa 7.000 mq di superficie e ha consentito di mettere in connessione le due aree, privilegiandone l’aspetto pedonale e restituendo gli spazi alla fruizione sociale. Il restyling ha consentito inoltre di valorizzare la Chiesa San Vito al Pasquirolo, caratterizzata da elevato valore architettonico.

In particolare i lavori, realizzati a scomputo oneri da Corso Vittorio Emanuele 2428 retail srl – rappresentata del suo Amministratore Unico Guglielmo Tabacchi – e progettati dall’Architetto Francesca Marsan, titolare dello Studio Archeias, hanno visto il ripristino di un punto di sosta storico attorno alla statua di piazza Beccaria grazie alla posa di aiuole, alberi e panchine, oltre ad un nuovo impianto di illuminazione notturna. La piazza è stata portata a quota del marciapiede precedente con massello di pietra, così come il passaggio tra le due aree, segnate da cordoli e parigine di nuova posa e rivestite in granito Montorfano per dare continuità agli spazi. Anche Largo Corsia dei Servi è ora illuminata da nuovi pali a led. Sono stati inoltre posati nuovi stalli per biciclette, implementate le aree a verde, e dotate le aiuole di impianti di irrigazione.

 

Intanto un albero non ha resistito ed è seccato, il Comune appena possibile lo sostituirà.

Ecco tutti i numeri del progetto

  • 4.900 mq di pavimentazione lapidea.
  • 17 nuovi pali con armatura stradale Led.
  • 4100 Nuovi arbusti piantati.
  • 390 mq di manto erboso pronto effetto.
  • 15 Nuovi alberi con 5 esistenti nuovamente potati.
  • 170 Nuovi dissuasori posati tra parigine e paracarri.
  • 24 Nuove panchine fornite nell’area delle piazze.
  • 14 Nuovi cestini portarifiuti ad integrazione degli esistenti.
  • 42 Nuovi stalli per biciclette e 30 in previsione a nord di Corsia dei Servi.

 

 

Inaugurazione Largo Corsia dei Servi




Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Pasquirolo – Inaugurate piazza Beccaria e largo Corsia dei Servi

  1. Anonimo

    Nella prima foto con Sindaco ed Assessori sembra quasi di leggere il fumetto sopra la testa dell’accaldato Sala che dice “Voi siete matti, nemmeno un albero avete messo, qui si muore di caldo” e Maran e Rozza che bisbigliano preoccupati “questo appena torniamo in Ufficio ci fa un cu** quadro…” 🙂

    In ogni caso, tutta la zona adesso è molto più carina, anche se ovviamente l’intervento non verrà mai citato in un trattato di Architettura o Arredo Urbano di avanguardia (ed in fondo è meglio così, viva la normalità di una cosa carina ben fatta e soprattutto finita!)

  2. Anonimo

    È un buon inizio, adesso speriamo si sbrighino a piantumare il più possibile il centro città all’ interno della cerchia dei bastioni. Inserire più verde in quest area non solo renderebbe il tutto meno sciatto ma contribuirebbe anche ad abbassare un po’ di inquinamentp che da ottobre assediarera’ nuova,e te tutti i milanesi.

  3. Anonimo

    “Intanto un albero non ha resistito ed è seccato, il Comune appena possibile lo sostituirà.”
    Ma mandare in giro in estate qualcuno in città e nei parchi a innaffiare gli alberi piccoli appena piantati che devono ancora svilupparsi è troppo difficile? Che poi ti costa di più piantare alberi che poi muoiono d’estate con questo caldo e poi doverli ripiantare, che innaffiarli nel periodo estivo. Non servono camjon con mega botti, basta prendere un piaggio ape con la botte dietro che ti puoi muovere in città e nei parchi e poi riempire la botte per es. dove ci sono gli attacchi per l’acqua per i pompieri.

    1. Davide V.

      Bravo! La città è piena di alberelli recentemente piantati che senza cure stanno desolatamente morendo e la cosa mi fa una gran rabbia.

      Come giustamente dici tu costa molto meno far passare una autobotte ad annaffiarli che doverli sostituire tutti il prossimo inverno.

      Per chi fosse interessato, la manutenzione del verde è affidata dal comune alla ditta MIAMI scarl alla quale è possibile segnalare eventuali problematiche al call center attivo 24 ore su 24 (numero verde 800.210522), all’indirizzo di posta elettronica info@miamiscarl.it.

      Io ho scritto proprio oggi per segnalare che l’impianto di irrigazione di Piazza Piola è fuori uso da diversi mesi, che il prato sembra una distesa di paglia bruciata e che gli alberelli più giovani stanno morendo. Vediamo se mi rispondono!

  4. Davide V.

    Certo, questa sistemazione è un grandissimo passo avanti rispetto allo schifoso parcheggio pre 2012, però bisogna ammettere anche che hanno proprio lavorato al minimo sindacale:

    1. Ci hanno messo 2 anni per un intervento che avrebbe richiesto al massimo un paio di mesi.

    2. Parlano di nuova illuminazione, quello schifo di cavi aerei sarebbero una illuminazione degna di una pizza centrale e storica? Non erano meglio dei bei lampioncini in stile?

    3. Quando qualche anno fanno hanno messo le panchine in Corso Vittorio Emanuale avevano detto che in centro avrebbero aggiunto da li in poi solo delle sedute in pietra, perchè qui hanno messo delle panchine il legno tra l’altro di un modello diverso da quelle utilizzate fino ad ora?

    4. La pavimentazione in pavè può anche andare ma è stata posata senza alcun creare alcun ‘disegno’ come se si trattasse di una strada. In alcuni punti è a 45°, in altri perpendicolare.

    5. La parte di piazza tra la galleria e il palazzo del capitano è desolatamente vuota, non si poteva mettere qualche albero almeno qui?

    Morale, non serviva certo un mega intervento di qualche grande archistar ma si poteva fare qualcosa di più curato anche se estremamente semplice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.