"Anche le città hanno una voce" | Segnalazioni, bellezze, architettura, storia e altre curiosità urbane.

Milano | Scalo Romana – Stasera grande inaugurazione di Piazza Olivetti

Una nuova piazza verde per Milano, dedicata a un imprenditore illuminato che nel dopoguerra si rese protagonista di un’innovativa politica aziendale basata sul rispetto e la valorizzazione del dipendente. L’inaugurazione di piazza Adriano Olivetti, realizzata nell’ambito del distretto smart Symbiosis Scalo Romana da Beni Stabili, si terrà oggi alle 20.30 alla presenza del Sindaco Giuseppe Sala.

“Con questa inaugurazione – afferma il Sindaco di Milano Giuseppe Sala – viviamo davvero un momento speciale per Milano e per più di un motivo. Innanzitutto, sorprendentemente, la città non aveva ancora intitolato un luogo ad Adriano Olivetti, imprenditore straordinario, grazie al quale l’Italia è diventata un Paese più moderno e competitivo. Olivetti è stato un uomo concreto e giusto capace di legare, in un’unica visione divenuta poi un modello, l’efficienza aziendale alla crescita personale dei dipendenti. Il secondo motivo è evidente ed è proprio davanti ai nostri occhi: la città e in particolare questo quartiere, in forte trasformazione, acquisiscono un nuovo spazio di aggregazione realizzato da Beni Stabili, incastonato tra la Fondazione Prada, il quartier generale di Fastweb e poco distante dal nuovo campus Bocconi. È la città che diventa più bella e lo fa in ogni sua zona riqualificando, con il contributo dei privati, luoghi dismessi e collegando complessi residenziali già esistenti a nuovi edifici polifunzionali. Infine tutto questo avviene nel segno del verde e della rigenerazione urbana a cui si ispira il nostro nuovo Piano di Governo del Territorio. La Milano Green Week, che apriamo con questa inaugurazione, sarà l’occasione per donare ai milanesi altre due nuove piazze, un parco e alcuni giardini, un anticipo di ciò che stiamo facendo sul sistema piazze e parchi della città”.

L’intitolazione della piazza, insieme al convegno “Dalle radici alle foglie” presso l’Auditorium Symbiosis di via Adamello 7 e al concerto di “The Winstons + Esecutori di Metallo su Carta”, segna l’apertura della Milano Green Week, l’evento del palinsesto Yes Milano che celebra il verde in città insieme ai tanti protagonisti che contribuiscono a renderlo vivo.

Piazza Olivetti si trova nel cuore di Symbiosis, il progetto di Beni Stabili che sta trasformando l’ex area industriale adiacente la Fondazione Prada allo Scalo Romana, in un nuovo distretto smart in cui Fastweb, il prossimo anno, trasferirà il proprio quartier generale. Con i suoi 13mila mq la piazza si candida a diventare una nuova agorà non solo per i lavoratori ma per tutti i cittadini della zona. L’area è dotata di 45 alberi (Prunus padus), vasche d’acqua, un giardino ruderale con erbacee e vegetazione spontanea. Sono inoltre presenti panchine, fontane, sistema wi-fi e 2 totem multimediali per dare informazioni pubbliche utili ai cittadini.

“Da oggi il quartiere ha un nuovo luogo di socialità e aggregazione – dichiara l’assessore all’Urbanistica Pierfrancesco Maran –. La qualità progettuale e la fruibilità di una piazza possono diventare elementi fondamentali per la qualità della vita in città, lo abbiamo visto pochi giorni fa in piazza Dergano, lo vedremo sabato in piazza Angilberto II, ma pensiamo anche ad altri luoghi nati o riqualificati  e diventati in poco tempo punti di riferimento per i milanesi, come Rimembranze di Lambrate, Gae Aulenti, Tre Torri, Beccaria, Liberty. La valorizzazione dello spazio pubblico è anche uno degli obiettivi per Milano 2030, che prevede la rigenerazione di alcune delle maggiori piazze lungo la 90/91”.

Symbiosis si integra con il progetto europeo di ricerca e innovazione “Sharing Cities” che ha l’obiettivo di realizzare in zona Romana-Vettabbia un quartiere ‘smart’ a emissioni ‘quasi’ zero  per rispondere alle principali sfide ambientali delle città e migliorare la vita quotidiana dei suoi abitanti.

Entrambi gli interventi rigenereranno un’area della città in piena evoluzione: dopo l’insediamento della Fondazione Prada, diventata in poco tempo luogo culturale di riferimento per milanesi e turisti,  a poca distanza nascerà il nuovo Campus della Bocconi, in attesa dello sviluppo urbanistico dello Scalo Romana che porterà un nuovo parco di quasi 95mila mq e attività legate all’innovazione, alla cultura e all’agricoltura.

 

Condividi questo articolo su:
Share on Facebook
Facebook
Pin on Pinterest
Pinterest
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin



Per l'utilizzo delle immagini scrivere a info@dodecaedrourbano.com

Milanese doc. Appassionato di architettura, urbanistica e arte. Nel 2008, insieme ad altri appassionati di architettura e temi urbani, fonda Urbanfile una sorta di archivio architettonico basato sul contributo del web e che in pochissimo tempo ha saputo ritagliarsi un certo interesse tra i media e le istituzioni. Curatore dal 2013 del blog in questione.


6 thoughts on “Milano | Scalo Romana – Stasera grande inaugurazione di Piazza Olivetti

  1. Anonimo

    Come fate a chiamare un tavola piastrellata con quattro alberelli che spuntano in mezzo piazza verde….?

    Questa volta avete fatto uno scivolone

  2. PADANO.DOC

    esatto, se poi la specie di alberi non hanno u a struttura maestosa. be siamo alke comiche, come sempre con questa giunta dai giorni contati !

  3. _

    Vista ieri sera all’inaugurazione la piazza non è brutta per niente.

    Le uniche cose che non mi convincono sono l’assenza totale di posti dove sedersi (ma forse li metteranno dopo), i cespugli modello “spontaneo” sul lato Fondazione Prada (quell’insieme di piante di tutti i tipi che ci sono anche in altre aiuole di Milano e che dopo un mese si riempiono di rifiuti e sporcizia difficili da togliere) e soprattutto l’illuminazione.

    I lampioni bassi a led con luce puntiforme, saranno sicuramente il massimo per l’ecologia, il rispetto della fauna e l’inquinamento luminoso. Ma è una luce “fredda”, quasi spettrale e molto poco invitante per un luogo pubblico all’aperto in una zona che (ancora per poco si spera) è nel mezzo del nulla.

    Mancano anche i giochi per i bambini, che secondo me sarebbero stati perfetti per dare un tono meno ingessato ed “aziendale” al progetto.
    Comunque dovrei rivederla con calma col sole, perchè veramente con quelle luci si vedeva pochino…

      1. _

        La piazza è veramente grande, specie nel lato non fotografato (quello senza alberi) ed è estremamente pulita e minimal ma senza vere panchine per sostare per un po’.
        E’ vero che ci son quelle panche che si vedono nella foto (che non ricordo ieri sera ma come ho detto, l’illuminazione non è il punto di forza e c’era un sacco di gente…), ma non stiamo certo parlando grande cosa.

        Non dico che ogni spazio pubblico a Milano debba essere adatto a passarci un pomeriggio come in un parco parigino però qualcosa di più caldo e socializzante forse non avrebbe guastato o forse son cose che sistemeranno più avanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.